PROTESTA CONTRO ENEL E CONFINDUSTRIA / Greenpeace distribuisce mozzarelle di ''bufale nucleari''. Ultime notizie ambiente Italia - Roma -
Attivisti di Greenpeace hanno distribuito mozzarelle di bufala fuori dalla sede di Confindustria per protestare contro le "bufale nucleari" di Enel. Oggi, infatti, si tiene l'incontro conclusivo con le imprese (Supply Chain Meeting) a cui Enel ha promesso un coinvolgimento nella "rinascita nucleare" italiana.

"Enel e Confindustria devono smetterla - afferma Alessandro Giannì, direttore delle Campagne di Greenpeace Italia - di prendere in giro le aziende italiane e i cittadini, continuando a propagandare un progetto industriale come quello dell'EPR, che è un fallimento su tutta la linea. Nel documento elaborato per conto del governo francese sullo stato dell'industria nucleare di quel Paese, non c'è mai nessun riferimento all'Italia, almeno nella parte resa pubblica. In Francia si parla apertamente di un altro "caso Concorde", il super aereo rivelatosi un fallimento, troppo costoso e non sicuro".

Lo scorso ottobre il partner americano di EDF - l'azienda statunitense Constellation Energy - ha rinunciato a coperture pubbliche per 7,5 miliardi di dollari. Si tratta delle garanzie pubbliche stanziate nel 2007 da Bush e sbloccate dal Presidente Obama a garanzia dell'80% dei costi dell'investimento. Il valore del piano finanziario del primo EPR negli Usa - cancellato lo scorso ottobre - era in euro di circa 7 miliardi. "Altro che i 4 propagandati da Enel, un'altra "bufala nucleare": i costi sono quasi doppi e così - aggiunge Giannì - anche il costo industriale dell'elettricità che per il nucleare deriva in gran parte dal costo di investimento".

Il progetto del primo EPR negli Usa è stato cancellato nonostante le garanzie pubbliche per i finanziamenti. In Finlandia il costruttore francese Areva e l'azienda elettrica finlandese TVO si fanno reciprocamente cause per miliardi di euro accusandosi dei ritardi in cantiere, dove le Autorità di sicurezza nucleare hanno denunciato circa duemila casi di non conformità. Anche nel cantiere francese di Flamanville si registrano ritardi simili a quello finlandese e costi in crescita. E non dimentichiamo che la tedesca Siemens nel 2009 ha dichiarato di uscire da Areva, nonostante abbia partecipato all'elaborazione e promozione dell'EPR.

"EPR sta per "European Pressurized Reactor", ma in realtà - conclude Giannì - si dovrebbe intendere "Era Per Ridere", visto il fallimento ormai evidente a tutti"

Commenti

Come non apprezzare la chiara visione futurista degli esperti di Greenpeace Peccato però che si limitino a citare sempre e solo i 2 casi di Olkiluoto (Finlandia) e Flamanville (Francia) e non parlino mai dei numerosi impianti che sono in progetto e costruzione in Cina e numerosi altri Paesi. Comunque se volessero essere credibili dovrebbero prima di tutto attivarsi per chiedere la sostanziale eliminazione delle importazioni di elettricità che l´Italia è costretta da sempre a fare (per circa il 15 dei propri consumi interni) che proviene proprio dal NUCLEARE d´Oltralpe Un Paese serio ed attento alla propria sicurezza energetica, dovrebbe prima di tutto produrre a casa proprio tutta l´energia elettrica che consuma (come fanno sostanzialmente TUTTI i Paesi più sviluppati), visto peraltro che in Italia consumiamo molta meno Elettricità procapite rispetto a tutti i grandi Paesi sviluppati (tra i quali Germania, Francia). Altrimenti c´è qualcosa che no
commento inviato il 16/12/2010 alle 0:36 da Rinaldo Sorgenti  
add
add

Altre News Ambiente

FARNESE / la Riserva del Lamone, dove flora e fauna vivono ancora incontaminate

La Riserva del Lamone è situata in provincia di Viterbo, nel Comune di Farnese, nel cuore della...

ALBERI DI NATALE / i finti alberi di Natale inquinano la nostra bella terra

Ultime news - Unonotizie.it - ALBERI DI NATALE / gli alberi di Natale finti inquinano molto di...

AGRICOLTURA, PESTICIDI / oltre l'80% della superficie agricola europea contaminata da pesticidi

Ultime news agricoltura - Unonotizie.it - Uno o più tipi di pesticidi sono stati rilevati in oltre...

AMBIENTE, MAPPA DELL'ITALIA INQUINATA / cosa vuol dire convivere con l’inquinamento

Uno studio pubblicato dall’Istituto superiore di sanità (Iss) analizza lo stato di salute della...

TARQUINIA, INCENERITORE RIFIUTI / contrari ad impianto ad alto impatto su ambiente e salute

In merito alla procedura autorizzativa del progetto di inceneritore di rifiuti da realizzarsi nel...

CENTRALE ENEL TVN CIVITAVECCHIA / il forum ambientalista smaschera i furbetti del carbone

Ultime news - unonotizie.it - Giovedì scorso la città di Civitavecchia è stata nuovamente...

CORRUZIONE, MAFIA E AMBIENTE / Ministro Costa: no alle mani della mafia sull'ambiente

Ultime news - UnoNotizie-.it - “La mafia punta a fare business con l’ambiente, un settore che...

CLIMA, ALLARME SICCITA' / Italia a secco con 15 mld metri cubi di acqua in meno

Ultime news - unonotizie.it - L’ Italia è a secco dopo che il trimestre invernale 2019 ha fatto...