LA DANZA, I BURATTINI, LE ILLUSTRAZIONI. Augusto Terenzi, percorso artistico e personale in vent’anni di attività. Ultime notizie Tuscia.
Non sempre ci si accorge di tutti gli eventi che animano Viterbo, ma negli ultimi mesi il Festival LibrImmaginari è stato sicuramente un appuntamento tra i più apprezzati della stagione invernale.


“È stato un evento nuovo per la città che nasce da un’idea di Marcella Brancaforte, un’illustratrice che ha saputo utilizzare uno spazio importante come quello della Trinità, dando vita ad un’iniziativa del tutto originale, il primo Festival di libri illustrati a livello nazionale, denominato LibrImmaginari dall’evidente compenetrazione presente tra immaginazione e illustrazione. Finanziato in parte dalla Regione Lazio, è stato supportato dall’Arci di Viterbo per la cura dell’Ufficio Stampa e delle Relazioni Esterne, ha richiesto molto lavoro, svolto anche gratuitamente, e ha ospitato spettacoli di lettura ad alta voce e personalità importanti del mondo dell’illustrazione come Jek Tessaro, una mostra di illustrazione degli allievi di Marcella Brancaforte e un laboratorio didattico continuativo per bambini, dedicato alla creazione della carta. Anche la data del ponte dei Morti e un fitto passaparola si sono rivelate scelte strategiche per attirare un pubblico che si è dimostrato realmente interessato”.

Ma LibrImmaginari è solo l’ultima fatica a cui ha collaborato Augusto Terenzi, artista e burattinaio, attivo nella Tuscia fin dal 1994, che con la sua Associazione Culturale Maninalto partecipa alla della Città dei Bambini e dei Ragazzi, ospitata negli spazi della Fondazione Omnia, nella chiesa della Trinità.

“Questa nuova realtà, nata da circa un anno, è attiva tre giorni la settimana con laboratori creativi per bambini e ragazzi dai 3 ai 15 anni, in cui si intersecano varie forme artistiche: dai pannelli, ai costumi, alla lavorazione dell’argilla, ai laboratori tematici di teatro che si sperimentano sulla versione inglese di “Pierino e il Lupo” e sui miti greci. Un calderone dove si uniscono teatro di figura, musica, danza, come espressioni diverse della creatività, una realtà che presto si impegnerà anche in altri progetti culturali e che sta già pensando di organizzare per i bambini viterbesi, in occasione di San Pellegrino in Fiore, una grossa caccia alla rosa d’oro in cui saranno allestiti diversi microspettacoli in location del Centro Storico”.

Altri progetti impegnano però Augusto Terenzi infatti, se i finanziamenti lo permetteranno, sarà presto messa in cantiere una seconda edizione di LibrImmaginari che potrebbe ricevere un contributo significativo anche dalla prossima riapertura della Biblioteca dei Ragazzi.

“Non bisogna poi dimenticare il Festival dei Burattini arrivato al suo decimo anno di vita e organizzato in collaborazione con il Comune di Viterbo, nella seconda metà di Agosto nel giardino all’interno di Porta della Verità”.

Molteplici iniziative quindi, per Augusto Terenzi, che ha scelto di mettere radici nel territorio viterbese, dopo aver mosso i primi passi a Roma come danzatore contemporaneo professionista.

“Ho iniziato nella Compagnia Altro Teatro, per poi lavorare nei palcoscenici di tutta Europa spostandomi tra Parigi, Porto, Mosca e la Germania. Mi sono avvicinato al teatro di figura quando, come danzatore solista, ho iniziato a svenire sul palcoscenico e ho capito che manovrare dei burattini mi era più congeniale. Da allora ho collaborato con Maria Signorelli, vera e propria pietra miliare del teatro di figura contemporaneo, che mi ha permesso di cogliere anche l’affinità della mia nuova modalità di espressione con la danza. Sono entrato in contatto con varie compagnie nazionali e ho conosciuto Claudio Cinelli che mi ha permesso di esibirmi nuovamente all’estero, finchè dopo un incidente in Spagna ho deciso di fare tappa fissa nella Tuscia. Con il passare degli anni ho compreso l’importanza e la profondità di un’arte troppo spesso associata a un’immagine romantica e popolare che ne fa una banale forma di intrattenimento. Il teatro di figura è ormai presente anche negli ospedali e la sua importanza per il mondo dell’infanzia risiede nel rapporto trasversale che i burattini hanno con la pedagogia e l’arteterapia: usare le marionette diventa sempre più spesso una forma di espressione in cui anche i bambini più timidi e schivi riescono a trovare un canale comunicativo efficace e divertente”.



Simone Casavecchia

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Cronaca

VILLA LANTE DI BAGNAIA, GRAN BALLO OTTOCENTESCO / danzatori in costume d'epoca si esibiranno nei giardini della splendida Villa Lante

Mercoledì 4 settembre 2019 dalle ore 18:00 alle 20:30 si terrà il Gran ballo Ottocentesco...

TUSCIA, FESTE DEL VINO / dal 26 luglio al 25 agosto in programma oltre 150 appuntamenti in vari borghi

Presentate questa mattina nella suggestiva sala “Martino IV” nella Rocca dei Papi di...

CONSIGLIO REGIONALE LAZIO / PTPR: tuteliamo così il nostro prezioso paesaggio

Secondo giorno di discussione del PTPR in Consiglio Regionale del Lazio. Il Piano è lo strumento...

VITERBO, EMOZIONE SOTTERRANEA / alla scoperta degli spettacolari sotterranei di Viterbo Underground

Ultime news - UnoNotizie.it - Tesori d’ Etruria e la sua Viterbo Sotterranea sono diventati...

I GATTI ALLUNGANO LA VITA / adottare un gatto combatte la depressione e fa bene al cuore

Ultime news - UnoNotizie.it - I gatti allungano la vita, fanno bene alla salute del cuore, tengono...

TARQUINIA, MOVIMENTO 5 STELLE / proposta del M5S di Tarquinia per convocare i consigli comunali in orari serali

Appena due anni fa è stata approvata in consiglio comunale la proposta del M5S di Tarquinia...

VITERBO, MORTO MARCO FOGLIETTA / la famiglia ringrazia tutti quanti hanno partecipato al suo dolore

Ultime news - UnoNotizie.it - Pochi giorni fa è scomparso a soli 53 anni Marco Foglietta, personal...

MOVIMENTO 5 STELLE TARQUINIA / il taglio dei vitalizi agli ex consiglieri della Regione Lazio è finalmente realtà

Il taglio dei vitalizi agli ex consiglieri della Regione Lazio è finalmente realtà. Il consiglio...