Sinistra Ecologia e Libertà di Tarquinia sostiene ogni iniziativa che il comitato locale “NO MEGA DISCARICA” e metterà in campo tutte le proprie forze per scongiurare il sito per lo stoccaggio dei rifiuti di Roma nel territorio di Allumiere. I sei punti del documento prodotto dal comitato devono rimanere irrinunciabili e tutti i politici con ruoli di potere dovranno accettarli se veramente vogliono mostrare determinazione contro quest’ulteriore scempio del territorio.

- PRIMO PUNTO: approvare, nel più breve tempo possibile, una variante al PRG che cancelli la zona industriale individuata in località “Spizzicatore”;

- SECONDO: rifiutare, fin da oggi, ogni tipologia di compenso, anche se previsto per legge, derivante dall’eventuale messa in opera della discarica, in modo da eliminare qualsiasi ricatto economico e occupazionale;

- TERZO: inviare formalmente le proprie osservazioni al Piano Regionale dei Rifiuti richiedendo espressamente che vengano ripristinati gli Ambiti Territoriali Ottimali del precedente piano; che venga praticata la raccolta porta a porta con relativo compostaggio domestico da tutti i Comuni della Regione Lazio entro dicembre 2011; che venga totalmente abrogata, a livello regionale, la consueta pratica di gestire i rifiuti passando per la soluzione raccolta indifferenziata- discarica-inceneritore e richiedere una immediata audizione da parte della Commissione Ambiente della Regione Lazio per discutere le queste osservazioni;

- QUARTO: coinvolgere direttamente il “comitato locale no megadiscarica” in rappresentanza dei cittadini a tutti gli incontri di qualsiasi natura relativi alla tematica in oggetto;

- QUINTO: abbandonare qualsiasi ipotesi di impianto di compostaggio di dimensioni superiori a quelle relative al fabbisogno comunale;

- SESTO E ULTIMO PUNTO: individuare, di concerto con l’Università Agraria di Allumiere, un sito idoneo per il compostaggio della frazione organica della popolazione di Allumiere. Purtroppo alla solita passerella hanno parlato bravi politici nei proclami e meno nei fatti. Tutti acquistabili nel mercato dell’indennizzo economico come dimostrato dall’esperienza del carbone. Ma voi vi fidate del no alla mega discarica dei nostri amministratori? Vi fidate di Parroncini? E di Mazzola? Di Antonelli? L’Enel vuole bruciare i rifiuti, risparmiando anche sul carbone, ad ulteriore danno su salute e ambiente e come sappiamo, tiene stretta la mano sugli attribbuti di questi politici che hanno le loro amministrazioni nel libro paga delle “compensazioni”.


In realtà costoro stanno solo alzando l’importo del per il risarcimento del danno al territorio scaricando le colpe al centro-destra (che sicuramente ha) mentre loro avrebbero fatto la stessa scelta come dimostrato in passato. È ora che la politica lasci esprimere i comitati locali sostenendo le loro determinazioni affiancandoli con altre iniziative atte a rinforzarne il valore.


Giovanni Leoni   

Commenti

Vi informiamo che il testo della delibera rielaborata e concordata con l´amministrazione comunale di Allumiere è quello pubblicato oggi sul nostro BLOG, http://antidiscarica.wordpress.com. L´indirizzo del post è: http://antidiscarica.wordpress.com/2011/04/13/lassemblea-del-1242011-comunicato-stampa/
commento inviato il 13/04/2011 alle 2:26 da G. Gori  
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani smascherano speculazioni urbanistiche edilizie

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...