Riprende dal 19 Aprile l’iniziativa “Visita a Teatro” promossa dal Teatro Mancinelli di Orvieto, in occasione delle celebrazioni per l’anniversario dei 150 anni dell’Unità d’Italia. La ricorrenza di un momento fondante nella storia nazionale diventa l’occasione per sottolineare il legame tra la città umbra e l’epoca risorgimentale, in cui è stato costruito lo stabile, offrendo a cittadini e turisti una tappa di primo ordine sotto il profilo storico e artistico. L’iniziativa “Visita a Teatro”, già colladauta nelle scorse stagioni turistiche, è finalizzata ad inserire la struttura architettonica in un circuito turistico già particolarmente ricco di offerta monumentale e ha assunto le caratteristiche di un vero e proprio progetto presentato e curato dall’Associazione TeMa.

scarica la locandina

I visitatori potranno ammirare la hall ricca di pitture e il Caffè del Teatro, per poi accendere alla platea dove, oltre ai 4 ordini di palchi finemente decorati, sarà visibile anche la pregievole Danza delle Ore di Cesare Fracassini sul platfond, le Muse dell’arco armonico con i loro rispettivi simboli e la buca dell’orchestra, l’ampio palcoscenico con la riproduzione del famoso sipario storico, dello stesso Fracassini, con la rappresentazione “Belisario libera la città di Orvieto dall’assedio dei Goti” (l’originale è attualmente esposto alle Officine Grandi Riparazioni di Torino, in occasione della mostra che, per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, ripercorre la storia nazionale). Come è stato recentemente notato dallo storico Alberto Satolli, il tema del sipario, ripreso dal De bello gotico di Procopio di Cesarea, richiama un tema storico a sfondo patriottico che ben si adatta al momento storico risorgimentale quando, nel 1860, Orvieto, fino ad allora sotto il controllo dello Stato Pontificio, fu liberata dai Cacciatori del Tevere e annessa al Regno d’Italia. Salendo ai piani superiori, i visitatori potranno osservare l’elegante foyer, collocato al terz’ordine, decorato a grottesche che ricordano il mondo classico rinascinamentale e utilizzato ad oggi per matrimoni civili, meeting e convegni.

L’edizione di quest’anno di “Visita a Teatro” è arricchita dalla possibilità di degustare vini e prodotti tipici locali presso il Caffè del Teatro (Antica Cantina – Osteria delle Donne), al cui interno è presente anche un punto “merchandising”  dove è possibile, acquistare tra i vari articoli, anche il testo “Il Mancinelli. Storia e vita di un teatro” di Giuseppe Baiocco, che si propone come un valido strumento per conoscere le vicende storiche della struttura ed è arricchito anche da una serie di interviste fatte ad artisti che hanno portato i loro spettacoli a Orvieto. 
L’iniziativa si protrarrà per l’intera stagione turistica e consentirà l’accesso al teatro tutti i giorni, lunedì escluso, dalle ore 10.00 alle ore 18.00. Il biglietto d’ingresso per la visita è di 2,00 euro (1,00 euro per gli studenti) mentre le visite guidate, solo su prenotazione, sono riservate a gruppi al costo di 5,00 euro a persona (4,00 euro per gli studenti). Per i residenti e i Soci Amici del Teatro nella stagione 2010/2011 l’ingresso è gratuito.  

Per maggiori informazioni è possibile contattare gli uffici del Teatro Mancinelli al numero 0763/340422 oppure visitare il sito www.teatromancinelli.it.

S. C. 

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Cultura

ETRUSCHI, MONTE DIO TINIA /a Tarchna e Viterbo (Surna) ammaliati da vento e fulmini

  […] All'improvviso appare ai nostri occhi uno dei più bei paesaggi che io abbia mai...

I Rinaldoniani progenitori degli Etruschi, se ne parla a Viterbo Sotterranea

Cosa avvenne nel remoto passato in quel territorio dell’Italia centrale che oggi chiamiamo...

ARCHEOLOGIA, TARQUINIA, SCAVI DI GRAVISCA / ricerche nello scavo di Gravisca tra le 10 importanti scoperte mondiali

Ultime news Tarquinia, archeologia e storia - UnoNotizie.it - Le ricerche nello scavo di Gravisca,...

TOSCANA, SOVANA / quest'anno un francobollo ricorda 1000 anni dalla nascita di Papa Gregorio VII

Un francobollo, nel 2020,  per il millesimo della nascita di San Gregorio VII Papa. La...

SAN VITO, MINIERA DI PIOMBO E ARGENTO DI MONTE NARBA / in Sardegna ammiriamo un sito spettacolare

Già esplorata a metà Settecento da Carlo Gustavo Mandel, console di Svezia a Cagliari, la miniera...

I MURALES DEL BORGO DEI PESCATORI/ a Passoscuro i bellissimi murales resistenti alle tempeste

Le dune di Passo Oscuro sono un bellissimo ambiente dunale di circa tre chilometri, attraversato...

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA / 23 e 24 marzo apertura straordinaria di oltre 1.100 siti in 430 località d’Italia

Ultime news - unonotizie.it - Lo splendido paradosso della bellezza italiana è l’essere insieme...

ARCHEOMAFIE / patrimonio culturale e aggressione criminale: il fenomeno delle archeomafie

“Guardate la definizione che di Archeologo ed/od Archeologia fornisce la Treccani, come pure...