“La stagione venatoria nella Tuscia si è aperta senza incidenti”. Così l’assessore competente, Mario Trapè, che spiega le modalità che regolano l’esercizio venatorio avviato domenica 21 settembre e traccia un primo bilancio.

“La stagione venatoria ordinaria – dice Trapè – terminerà il 31 gennaio 2009, con esclusione della specie starna e con la chiusura anticipata al 31 dicembre del fagiano. Queste disposizioni non valgono per le aziende venatorie che riportano tali specie nell’indirizzo faunistico”.

L’assessore prende atto delle scelte operate dalla Regione, che ha privilegiato una politica di prudente apertura della caccia alle specie che tecnicamente possono sostenere l’impatto con una attività venatoria conservativa, secondo quanto consigliato dall’Istituto nazionale della fauna selvatica di Bologna e che avevano visti consenzienti anche le associazioni venatorie, rendendo dunque vani i ricorsi alla magistratura amministrativa da parte degli animalisti che nella stagione 2004 avevano bloccato la preapertura.

I cacciatori viterbesi in totale sono 8.500, mentre in totale nel Lazio arrivano a 18 mila. “Nelle giornate di preapertura, cioè il 1° e il 7 settembre  – spiega Trapè – considerata la limitata disponibilità di caccia, possibile solo per tortora, cornacchia grigia, gazza e ghiandaia, la presenza sul territorio è stata molto ridotta e limitata alle aree coltivate a girasole”. Per la preapertura, circa mille i cacciatori presenti nel Viterbese. “Anche perché – aggiunge – non è stato possibile cacciare nelle Zps, che rappresentano una area estesa nel sud della provincia nei territori di Tarquinia, Monteromano, Blera e Oriolo Romano.

“Anche le giornate di apertura oridinaria – racconta Trapè - sono state in parte inferiori alle attese per quanto riguarda il numero di cacciatori. A mancare, soprattutto gli umbri, che sono soliti cacciare la migratoria, che però inizia il passo solo a metà ottobre. Quindi i cacciatori in trasferta arriveranno nelle prossime settimane”.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? /l'ultimo articolo su Tarquinia Città di Luigi Daga. Parla anche della mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...