VITERBO, SCUOLA ELLERA. amianto, prelievi sospetti nella scuola.
Ultime notizie Tuscia - In attesa dei risultati delle analisi che il Sindaco dice di aver richiesto, ad apposito laboratorio specializzato, i cui prelievi effettuati sono al momento in laboratorio allo studio dei tecnici. Mi preme EVIDENZIARE che, se il riferimento è ai prelievi effettuati dalla Società Integra in data 20 luglio penso che i genitori non si sentiranno affatto tranquillizzati delle eventuali risultanze.

Un po’ di storia per rinfrescare la memoria:

in data 13/03/2008, a seguito di gara ad offerte, veniva assegnato il servizio di custodia e manutenzione dell'amianto presso alcuni plessi scolastici, alla Soc. Integra s.r.l. di Treviso (PG). Tra cui la Scuola Primaria Ellera.

Dal primo sopralluogo, la ditta affidataria, il 13/05/2008 constatava la necessità di sistemare urgentemente alcuni piccoli tratti di pavimentazione.

Come primo intervento nell'estate del 2008 veniva eseguita una lavorazione di livellamento della pavimentazione a base di resina cementizia inoltre, come programma delle attività da porre in essere, tra gli altri si programmava una "informazione sui rischi derivanti dalla presenza di amianto al personale che presta attività presso il sito in oggetto"

Il 26/02/2009, la ChemiLab di Foligno (PG), su richiesta della Integra s.r.l., effettuava un campionamento dell'aria al fine di determinare la presenza di fibre aerodisperse. Purtroppo tale analisi non é potuta avvenire con i giusti crismi dell'intervento in quanto le apparecchiature venivano poste per il rilievo nell'aula d'informatica nella quale lo stato della pavimentazione risultava, a detta della stessa società rilevatrice, "..... in buone condizioni, integro e non deteriorato o rotto .........", quindi in tale situazione la risultanza non poteva che non essere negativa nella presenza di particelle di amianto aerodisperse.

Nel novembre dell'anno 2009 il rapporto della società Integra, non é altro che un "copia e incolla" dei precedenti. L'unica differenza sta nel prospetto delle manutenzioni messe in atto, in base a quanto previsto precedentemente; il prospetto é in bianco.

Nel giugno del 2010 il solito rapporto della società Integra riportava quello precedentemente scritto, integrandolo con una mappa planimetrica dove venivano indicate le "aree oggetto dell'intervento di eliminazione del pavimento in vinil-amianto e di posa in opera di nuova pavimentazione; tale superficie viene indicata nel rapporto in metri quadrati 2132.

In data 10 novembre 2010 venivano eseguiti due prelievi, da parte dei tecnici ASL, il cui rapporto a risposta del quesito "ricerca presenza di amianto" riportava, per il primo prelievo effettuato nell'aula didattica 5°D, l'assenza di fibre d'amianto e per il secondo prelievo, sempre effettuato nella medesima aula, la presenza di fibre di amianto.

Con lettera del 23/03/2011 protocollata dal Comune di Viterbo il 31/03/2011 al n. 12297, la società INTEGRA presentava le dimissioni dall'incarico di Responsabile amianto scuola primaria Ellera. Il contratto sottoscritto per l'incarico ha scadenza il 12/04/2012, pertanto con nota del 21/04/2011 n. 15432 veniva rigettata da parte del Comune di Viterbo tale recessione contrattuale.

Il 05 maggio 2011 la società INTEGRA, con nota d'intervento, ribadiva la criticità dello stato di degrado, ravvisando l'opportunità di una manutenzione straordinaria allegando nuovamente la planimetria dell'area, indicando come manutenzione l'eliminazione del pavimento in vinil-amianto sulla superficie di mq. 2132.

In data 20 luglio la Stessa società si presentava a fare i prelievi senza che i genitori, di cui avevano fatto formale richiesta con protocollo 2511/A35 dell’19 aprile 2011, ne venissero informati e invitati.

Gli interrogativi che sorgono sono i seguenti: Chi ha seguito questi Tecnici durante la fase dei prelievi? Dove hanno effettuato i prelievi? Nelle aule fortemente inquinate o nella classe 5D dove erano stati fatti recenti lavori di messa in sicurezza, o nell’aula informatica? Dove, a detta degli stessi tecnici in data 26/02/209, lo stato della pavimentazione risultava, "..... in buone condizioni, integro e non deteriorato o rotto .........", quindi in tale situazione la risultanza non poteva che non essere negativa nella presenza di particelle di amianto aerodisperse.

Per cui penso che permettere di partecipare alla fase dei prelievi ai genitori, fare gli stessi non solo in alcuni punti, ma in diversi punti e specialmente in quelle zone dove la situazione è più degradata, poteva dare più garanzie senza dimenticare che l'uso quotidiano da parte di persone, lo sfregamento o addirittura le correnti d'aria possono causare il distacco di fibre legate debolmente al resto del materiale. Per questo va valutato tale rischio di potenziale esposizione a mezzo del monitoraggio ambientale. Questo, tuttavia, non preserva dal rischio, in quanto è circoscritto ad uno o più ambienti per il periodo del campionamento, mentre il rischio è oggettivo nell'intero arco temporale d'uso degli ambienti. Particolarmente dove vi siano possibilità costanti di deterioramento o danneggiamento, spontaneo o accidentale, si possono verificare rilasci di fibre di elevata entità, che tuttavia, risultano essere occasionali e di breve durata e quindi non possono essere rilevati se non casualmente in occasione dei campionamenti.

Alla luce di quanto esposto chiedo: ma è possibile che nonostante le ripetute conclusione dei tecnici che evidenziano lo stato di forte degrado della pavimentazione in oggetto ancora aspettiamo gli esiti di una Società, che non ha dimostrato tutta la trasparenza necessaria nella sua azione, per decidere quando e come effettuare i lavori? E dove eventualmente spostare i bambini e tutto il personale Scolastico? Non penso che queste “salvifiche” risposte possano realmente assicurare il regolare inizio dell’anno scolastico vista tutta la debolezza e l’approssimazione con cui sono state condotte.

Penso che i genitori non si sentiranno affatto tranquillizzati e se sarà necessario si renderanno disponibili a far disertare i locali scolastici ai propri figli e magari portarli presso le aule comunali per tutto il tempo che sarà necessario!


GALLO ANTONIO PRESIDENTE 3° CIRCOLO DIDATTICO “ELLERA”

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Cronaca

VILLA LANTE DI BAGNAIA, GRAN BALLO OTTOCENTESCO / danzatori in costume d'epoca si esibiranno nei giardini della splendida Villa Lante

Mercoledì 4 settembre 2019 dalle ore 18:00 alle 20:30 si terrà il Gran ballo Ottocentesco...

TUSCIA, FESTE DEL VINO / dal 26 luglio al 25 agosto in programma oltre 150 appuntamenti in vari borghi

Presentate questa mattina nella suggestiva sala “Martino IV” nella Rocca dei Papi di...

CONSIGLIO REGIONALE LAZIO / PTPR: tuteliamo così il nostro prezioso paesaggio

Secondo giorno di discussione del PTPR in Consiglio Regionale del Lazio. Il Piano è lo strumento...

VITERBO, EMOZIONE SOTTERRANEA / alla scoperta degli spettacolari sotterranei di Viterbo Underground

Ultime news - UnoNotizie.it - Tesori d’ Etruria e la sua Viterbo Sotterranea sono diventati...

I GATTI ALLUNGANO LA VITA / adottare un gatto combatte la depressione e fa bene al cuore

Ultime news - UnoNotizie.it - I gatti allungano la vita, fanno bene alla salute del cuore, tengono...

TARQUINIA, MOVIMENTO 5 STELLE / proposta del M5S di Tarquinia per convocare i consigli comunali in orari serali

Appena due anni fa è stata approvata in consiglio comunale la proposta del M5S di Tarquinia...

VITERBO, MORTO MARCO FOGLIETTA / la famiglia ringrazia tutti quanti hanno partecipato al suo dolore

Ultime news - UnoNotizie.it - Pochi giorni fa è scomparso a soli 53 anni Marco Foglietta, personal...

MOVIMENTO 5 STELLE TARQUINIA / il taglio dei vitalizi agli ex consiglieri della Regione Lazio è finalmente realtà

Il taglio dei vitalizi agli ex consiglieri della Regione Lazio è finalmente realtà. Il consiglio...