Roma, ultime news  –  Un treno carico di donne provenienti dal nord d’Italia, e l’altro partito dalla Sicilia si congiungeranno a Roma il 24 settembre per manifestare in Difesa della Costituzione repubblicana circondando il Parlamento.

Davanti alla proposta di Legge, presentata di recente alla Camera, per modificare l’Articolo 1 della Costituzione, le Donne della società civile si sono immediatamente mobilitate in un’ iniziativa, che ha trovato la pronta adesione di numerose associazioni e gruppi organizzati (dalla Rete Viola all’Onerpo, dal Forum Ambientalista all’Aidos, dall’Udi all’Arcidonna, dai Centri Antiviolenza all’Associazione per la Democrazia Costituzionale).

Giungeranno a Roma le cittadine e i cittadini di questo Paese che condividono l’obiettivo di questa battaglia in difesa di valori irrinunciabili per ogni essere umano, unendo in un unico “Treno per la Costituzione” le donne d’ Italia, per ribadire così, in modo tangibile, la volontà di agire a tutti i livelli, per un'Italia unita, democratica, repubblicana, che trovi nelle donne la forza viva, creativa e propositiva per un concreto e ormai inderogabile cambiamento.

Un cambiamento che deve partire proprio dall’attuazione totale della prima parte dall’articolo 1 della Costituzione che afferma che “l’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro”, per far sì che tanti giovani disoccupati siano messi in grado di concorrere alla vita della società e di dare il loro migliore contributo, e dalla reale applicazione degli articoli 41 sull’iniziativa privata che non contrasti con il bene sociale, il 51 sulle pari opportunità, e l’articolo 11 sul ripudio della guerra.
 
Per questo, oltre a stringere il Parlamento in un cerchio umano a difesa dei fondamenti costituzionali, le Donne si recheranno al Quirinale, sede del Capo dello Stato, istituzione massima che per legge deve garantire il rispetto della Costituzione e la sua inviolabilità.

La manifestazione proseguirà con la partecipazione alla Marcia per la Pace di Assisi del giorno dopo, il 25 settembre.

           
Nella Toscano per il Comitato promotore

Commenti

Negli anni passati l´ITALIA è stata sotto la dittatura NERA,guella di oggi da guando vi è Berlusconi a Capo del Governo la dittatura è BIANCA.Abbiamo un Governo che l´ITALIA e la maggor parte dell´ITALIANI si sono impoveriti,il Governo con la sua Maggioranza a pensato soltanto ad assicurare le leggi per Berlusconi per non mandarlo in GALERA guello si meriterebbe e buttare via la chiave9oggi vogliono cambiare la COSTITUZIONE ITALIANA fatta e Scritta dai NOSTRI PATRI DELLA PATRIA.Voglono togliere gli articoli della COSTTUZIONE e le FESTE il 25 aprile il 1°maggio e il 2 giugno.Sono feste SACRE e danno fastidio a guelli della destra(FASCISTI)il berlusca da guando e capo del Governo non a mai pensato per le famiglie ITALIANE un adeguamento sugli STIPENDI e sulle PENSIONI-ma hanno pensato soltanto che l´aumento stipendi dei parlamentari,guesti Signori Parlamentari che non Pagano VIAGGI in TRENO E AEREO.non pagano il PEDAGGIO SULLE AUTOSTRADE,TEATRI ECC....
commento inviato il 05/09/2011 alle 4:45 da lucio  
segue.non pagano per vedere le attività sportiveSTADI ella mensa dei parlamentari il SIGNOR pranzo e cena pagano Euro due-non pagano nei miglior ristoranti sia il pranzo che la cena hanno un baget di tot somma da spendere,non pagano l´albergo e tutto compreso nel baget annuale,hanno il posto assicurato nelle migliori cliniche se si ammalano hanno una assicurazione a vita gratis.Tutto guesto lo paghiamo noi ITALIANIfanno solo promesse mare e monti alle elezioni per prendere i votipromesse mai mantenutepensano solo per se scordandosi di tutto e di tuttiE´ giusto che le donne ITALIANE si RIBELLANO e che CIRCONDANO IL PARLAMENTO.è ora che il POPOLO ITALIANO si SVEGLI da guesta DITTATURA BERLUSCONIANA E DI BOSSI.stiamo alla FAME l´ITALIANI SI SONO IMPOVERITI SENZA UN AVVENIREGUESTA E´ L´ITALIA CHE CI A DATO BERLUSCONI CANCELLANDO GLI ARTICOLI DELLA COSTITUZIONEUn pazzo lo abbiamo già avuto nell´era NAZIFASCISTA dopo 50 come la storia ci nara vi
commento inviato il 05/09/2011 alle 5:10 da lucio  
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? /l'ultimo articolo su Tarquinia Città di Luigi Daga. Parla anche della mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...