Strano ma vero, mutuo casa più vicino in tempi di crisi: chi non fosse riuscito l’anno scorso a prendere al volo un mutuo a tasso fisso attorno al 4%, tasso reso disponibile per dodici mesi, può riprovarci ora, grazie al riacutizzarsi della crisi.

L’anno scorso, tra agosto e settembre, il tasso Irs a vent’anni (che è il parametro d’indicizzazione cui sono ancorati i mutui con questa durata) era sceso al minimo del 2,75%: poi, fino a novembre, era rimasto poco sopra il 3%. Ora la situazione si ripete: alla fine di agosto l'Irs 20 anni è sceso al 3,19% risalendo poi al 3,33%. Non è diverso il discorso per l'Irs a trent’anni, un'altra delle scadenze preferite tra i mutui casa, attestatosi su valori analoghi. In sostanza, i mutui a vent’anni hanno messo in moto una discesa di un punto percentuale circa rispetto ai massimi toccati ad aprile, quando l'Irs a vent’anni era risalito al 4,16%, restando comunque al di sopra del 3,7%-3,8% per tutti i primi sei mesi del 2011. E il discorso si ripete per l’Irs a trent’anni.

Per chi si accinge a comprar casa, e ad accendere un mutuo, il tasso fisso rappresenta in questo momento una scelta possibile, di quelle da prendere in considerazione. Dall’altra parte è un peccato che non offrano condizioni altrettanto convenienti i mutui di surroga, quelli riservati a chi un mutuo sul groppone lo ha già, ma vuole sostituirlo cambiando al contempo la banca erogante. Gli spread applicati a questo tipo di prodotto, dicono gli esperti, sono più cari di almeno una ventina di centesimi rispetto a quelli che si sottoscrivono ex novo e addirittura spesso vengono posti limiti sul capitale minimo residuo. È un segnale, sostengono gli esperti, del fatto che le banche non sono più a caccia disperata di nuova clientela da strappare alla concorrenza.

Comunque sia, per i mutuatari vecchi o nuovi che siano resta l'alternativa del mutuo indicizzato. L’Euribor, il parametro a cui sono legati i mutui a tasso variabile, nell'ultimo periodo, a differenza dell’Irs è sceso pochissimo: quello a un mese è andato giù di una decina di centesimi (all'1,35%), quello a tre mesi è all'1,54%, appena poco sopra il tasso Bce che è fermo all'1,5% dopo due rialzi dei tassi ufficiali realizzati ad aprile e luglio.


fonte logo-mutui


Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Sociale

INTERNET, FAKE NEWS E PRIVACY / appello di Zuckerberg ai governi: "Nuove regole per il web"

ULTIME NEWS - UNONOTIZIE.IT - Servono "nuove regole per proteggere il web dai contenuti pericolosi"...

TRUFFE AGLI ANZIANI / continua l’azione di prevenzione di ANAP Confartigianato contro le truffe agli anziani

Ultime news - unonotizie.it - Continua l’azione di prevenzione di Confartigianato – Gruppo ANAP...

INSTAGRAM / svolta eCommerce per Instagram che sfida Amazon e eBay

Ultime news- UnoNotizie.it - Svolta eCommerce per Instagram che sfida Amazon e eBay permettendo...

LA COMUNCAZIONE SOCIAL NEI COMUNI / l’ANCI ha ospitato l’evento formativo dell’Odg sulla comunicazione social dei comuni

E’ stata l’ANCI (Associazione Nazionale Comuni italiani),   ad ospitare, a Roma,...

EUROSTAT, POVERTA' / gli abitanti del Sud Italia tra i più poveri dellʼUe, record negativo in Calabria

Ultime news - Unonotizie.it - Gli abitanti del Mezzogiorno si confermano fra i più poveri...

POPOLAZIONE, ISTAT / cresce solo il numero degli anziani, 13,8 milioni gli over 65

Ultime news - UnoNotizie.it -  - Prosegue la crescita, in termini assoluti e relativi, della...

SAFER INTERNET DAY / Unicef: online 7 giovani su 10 ma aumentano violenza, cyberbullismo e molestie digitali

Ultime news - unonotizie.it - In occasione del Safer Internet Day, Unicef ricorda i pericoli online...

IL GIORNALISMO NELL'ERA DIGITALE / il sistema dell'informazione nel diluvio dei dati: la nuova sfida per l’etica del giornalismo

In continuità con il primo, di mercoledi 12 Dicembre 2018, s’è svolto, mercoledi 30 Gennaio...