STATI GENERALI DELLA CULTURA: Roma, nell'Auditorium Parco della Musica meeting degli operatori culturali. Ultime notizie turismo, Roma -Si sono aperti a Roma gli Stati generali della cultura e del turismo, covoncati da Federculture, Anci, Upi, Conferenza delle Regioni e Legautonomie per oggi e domani, 22 e 23 settembre, a Roma, all’Auditorium Parco della Musica. E' l'ennesimo appello di Comuni e operatori culturali per rilanciare due settori messi in ginocchio dalla manovra varata per far fronte crisi economica, politica e sociale più grave degli ultimi cinquat'anni.

Gli Stati Generali della Cultura, assise nazionale dei rappresentanti del settore, vogliono riaffermare che, anche se il momento richiede sacrifici, settori strategici come la cultura vanno rafforzati e rilanciati, per il contributo che, più di altri, possono dare al superamento della crisi. Un paese come l’Italia – reclamano tutti i Comuni – che non investe in cultura e turismo è un Paese che rinuncia a crescere e a essere competitivo.

Dal confronto, che si svilupperà sulla base di dati aggiornati sugli andamenti e i più recenti scenari del settore, emergeranno proposte e soluzioni. Ma già ora le associazioni nazionali promotrici anticipano lo spirito dell’iniziativa: sollecitare scelte di lungo respiro in grado di far ripartire la crescita, dare forza e continuità allo sviluppo economico, agganciare ancor più il Paese all’Europa nella competizione globale.

Si comincia a fare i conti con i tagli ai settori della cultura e del turismo, che riducono drasticamente la capacità di intervento di Regioni, Province e Comuni, l’erogazione dei servizi e i livelli d’investimento, con effetti disastrosi sulle strategie di rilancio della competitività locale. Si impoveriscono così le città e i territori, si deprime l’economia locale, si disgrega il tessuto culturale, sociale e produttivo del Paese, e l’Italia scivola pericolosamente ai margini della competizione internazionale. In questo modo – avvertono i promotori dell’iniziativa – perdiamo attrattiva per gli investimenti, allontaniamo le nostre energie e competenze migliori.

Si tende a non considerare che sono proprio le amministrazioni locali, con il loro impegno, ad aver non solo sostenuto le politiche culturali ma ad averne promosso lo sviluppo attraverso investimenti nell’offerta e riforme nella gestione dei servizi pubblici.

Ora, sulla scia di quanto già accaduto a livello statale – dove il finanziamento alla cultura è sceso dallo 0,34% del bilancio dello Stato nel 2005, allo 0,20% di oggi – il rischio è che, secondo Federculture, al settore venga meno anche il sostegno delle amministrazioni locali che hanno già iniziato a ridurre gli investimenti.

Ma non è solo una questione di investimenti, denunciano ancora gli organizzatori dell’incontro: leggi sbagliate e la mancanza di riforme annunciate mettono in ginocchio le realtà produttive del settore (fondazioni, aziende, società) che hanno creato occupazione, migliorato l’offerta culturale e sostenuto l’immagine italiana nel mondo.



Fonte
logo fonte

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Turismo

Viterbo, visite guidate. Cosa vedere in un giorno: prosegue “VITERBO SOTTOSOPRA”

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. Nella...

Alto Adige, estate all’aria aperta sulle Dolomiti

Dopo l’emergenza Covid-19 tutti sentiamo la necessità di ossigenare mente e corpo e di...

PALAZZO FARNESE A CAPRAROLA, COSA VEDERE CON LE VISITE GUIDATE

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

Orchestra Italiana del Cinema: video e nuovo hahstag “Tutti Amiamo L’Italia

L’Orchestra Italiana del Cinema pubblica un suggestivo video di ottimismo e speranza lanciando il...

Fiumicino miglior aeroporto d'Europa nel 2019

L’aeroporto di Fiumicino si è visto attribuire dall’Airports Council International il premio...

L'altare prima del trono: a Sovana Gregorio VII, il Papa più famoso della storia

L'altare prima del trono: ritorna a Sovana Gregorio VII, il Papa che cambiò il corso della storia...

San Gregorio VII, il Papa che umiliò l'Imperatore, torna a Sovana il 22 febbraio

Con la festa della Presentazione al tempio di Gesù è iniziato ufficialmente nei giorni scorsi...

TURISMO, MAREMMA ETRUSCA: VISITE GUIDATE SORANO / alla scoperta di Sorano, la Matera Toscana

Ultime news - Unonotizie.it - Sorano è un caratteristico comune della provincia di Grosseto,...