Halloween con lo Chef Bruno, curiosità e ricette alla zucca - La notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre è Halloween! E' proprio questa la notte  in cui si incontrano fiabe e leggende tramandate di generazione in generazione. La festa di Halloween in tutto il mondo è caratterizzata dalla zucca che svuotata dalla polpa, verrà intagliata in modo che assomigli ad una brutta faccia. Al centro della zucca la tradizione vuole che venga messa una candela accesa.  La zucca verrà poi sistemata sulla finestra o davanti alla porta delle case. Così sistemata, terrà lontano le streghe e gli spiriti dalle case.
 
La storia di Halloween è una delle più antiche feste le cui origini risalgono a migliaia di anni fa. La festa che noi conosciamo come Halloween è stata influenzata da molte culture nel corso dei secoli.  Centinaia di anni fa in quella che oggi sono la Gran Bretagna e Francia, hanno vissuto i Celti.  I Celti adoravano la natura e avevano molti dei, il loro preferito era il dio del Sole. E' stato "lui" che ha organizzato il loro lavoro e i loro tempi di riposo, e così che la terra era fertile e le colture crescevano bene.

I Celti festeggiavano il loro anno nuovo il primo novembre. Veniva celebrato ogni anno con una festa che segnava la fine della stagione del sole e l'inizio della stagione delle tenebre e il freddo. Il 31 ottobre dopo che i raccolti sono stati tutti sistemati e messi via per il lungo inverno, i Druidi, i sacerdoti celtici, si riunivano sulle colline nella foresta di rovere scuro (le querce erano considerate sacre), e li  accendevano i fuochi mentre ballavano e offrivano sacrifici di sementi e animali.  Alla mattina i Druidi consegnavano un tizzone del loro fuoco ad ogni famiglia che portato a casa, serviva ad accendere il fuoco nuovo in cucina. Questi fuochi, servivano a tenere la casa calda e a liberarla dai cattivi spiriti.

La festa del 1 novembre era chiamata Samhain e i festeggiamenti duravano 3 giorni. Molte persone durante le festività sfilavano in costumi realizzati con pelli e teste dei loro animali.  Questa festa è stata la prima Halloween.  Durante il primo secolo, i Romani invasero la Gran Bretagna.  Essi portarono con sé molte delle loro feste e costumi. Una di queste era la festa della Pomona, in onore della loro dea dei frutti e dei giardini. 

Con la diffusione del cristianesimo non si sono dimenticate queste usanze.  Alla vigilia di All Hallows, 31 ottobre, la gente continua a celebrare le feste di Samhain e di Pomona Day.  Il 31 Ottobre divenne noto come All Hallow Even, infine All Hallow's Eve, Hallowe'en, e poi -. Halloween The Halloween si celebra oggi, contiene tutte queste influenze, Pomona Day, il Festival di Black Cats di Samhain, la magia, gli spiriti maligni, i fantasmi, gli scheletri e i teschi.
 

La Zucca

I Celti che vivevano in quello che ora è la Gran Bretagna e la Francia settentrionale avevano una lanterna, quando camminavano alla vigilia del 31 ottobre. Queste lanterne erano fatte in grandi rape scavate e con  le luci dentro. Essi  credevano con queste lanterne, di tenere lontani gli spiriti maligni. I bambini scolpivano le rape che venivano chiamate "jack-o-lanterns. La leggenda narra che il " jack-o-lantern", prende il nome da un vecchio avaro, di nome Jack, che quando morì era troppo avaro per entrare in paradiso. 

Jack scese all'inferno e incontrò il diavolo che gli da un pezzo di carbone ardente e lo manda via. Jack mise il carbone ardente in una rapa e la usò come lanterna per illuminare il suo cammino. La leggenda dice che Jack sta ancora camminando a piedi con la lanterna alla ricerca di un posto dove fermarsi.  Quando i primi coloni arrivarono in America scoprirono le grandi zucche tonde arancioni. Esse erano molto più grandi delle rape e quindi, la rapa venne sostituita dalla grande zucca arancione per i festeggiamenti. Da allora in tutto il mondo, si celebra Halloween con le grandi zucche arancioni. 


Golose ricette per Halloween

 

 
Pan di zucca

Ingredienti:

300 gr di farina  
80 gr di polpa di zucca lessata
100 gr di latte
15 gr di lievito di birra
35 gr di burro
sale qb

Preparazione

Sciogliete il lievito nel latte tiepido, incorporate metà della farina setacciata ( questo procedimento serve per non fare grumi).  
Aggiungete la zucca lessata e ben scolata, e impastate.  
Unite la farina rimasta, il burro e il sale.  
Dovrete ottenere un impasto da pane, che, se dovesse risultare troppo morbido, aggiungerete un altro po' di farina. Lasciate riposare la pasta per circa un'ora. Confezionate uno sfilatino dal diametro di circa 4 cm e lasciate riposare per altri 30 minuti.
Infornate a 160° C  ( forno preriscaldato) per 40 minuti fino a doratura omogenea.  
Sfornate e lasciare raffreddare

Torta di zucca ligure (torta salata)

Ingredienti (6 persone)

Per la pasta:
1 Kg. di farina bianca
4 cucchiai d'olio di oliva
sale, e acqua qb

Per il ripieno:
1 zucca
20 gr di funghi secchi
100 gr burro
100 gr formaggio parmigiano grattugiato
1 cipolla
8 uova
sale e pepe.
 
Prendete una zucca (circa 2/3 kg.) matura ( se di quelle gialle meglio), sbucciatela, tagliatela a pezzi, e fatela bollire in acqua salata per circa 15 minuti.
A cottura, scolate la zucca e fatela raffreddare.
Quando sarà quasi fredda mettete i pezzi in un panno sotto peso per circa 3 ore. ( questo procedimento serve a far dare tutta l'acqua).
Tritate la zucca e mettetela in una casseruola a rosolare con  burro e funghi secchi (fatti precedentemente rinvenire in acqua tiepida).  
Aggiungete il formaggio grattugiato, 8 rossi d'uovo e 3 bianchi, pepe e sale quanto basta.
Con la pasta tirate una decina di sfoglie sottilissime.
 Stendete la prima su una tortiera unta e infarinata. Spennellatela con un poco d'olio e ritagliate con un  coltello il bordo di pasta che cresce dalla tortiera.  
Con lo stesso procedimento stendete altre cinque sfoglie, spennellandole sempre con l'olio, poi fate uno strato con il ripieno di zucca aggiungete dei pezzetti di burro condendo con un pizzico di sale, di pepe e parmigiano.
Coprite con le rimanenti sfoglie spennellandole con l'olio. Punzecchiate con una forchetta l'ultima sfoglia, ungetela bene e ritagliare il bordo di pasta che cresce dalla tortiera.
Passate in forno a calore moderato (sarebbe meglio il forno del pane) per circa 60 minuti.
La torta di zucca è cotta quando la superficie avrà un bel colore dorato.
Servitela a seconda dei gusti, tiepida o fredda.

Strudel di zucca

Ingredienti (6 persone)

500 gr di polpa di zucca
200 gr di farina
3 cucchiai di olio di semi
1 cucchiaio di uvetta
1 cucchiaio di pinoli
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
1 bustina di vanillina
2 cucchiai di zucchero semolato
zucchero a velo qb
burro, sale
 
Preparazione
 
Tagliate la zucca a pezzetti e cuocetela in poca acqua, fino a renderla morbida. Scolatela e schiacciatela con una forchetta. Unite l'uvetta lavata e precedentemente ammollata, i pinoli, la cannella, la vanillina, e  lo zucchero semolato.
Impastate la farina con un cucchiaio di olio, un pizzico di sale e l'acqua necessaria per ottenere un impasto elastico.
Lavorate la pasta per 10 minuti circa, fatela poi riposare coperta con un canovaccio per circa 30 minuti.  
Scaldate il forno a 200°. Stendete la pasta con il mattarello , ottenendo un rettangolo sottile, spennellate d'olio e spalmate su metà del rettangolo la crema di zucca. Arrotolate la pasta e chiudetene le estremità.
Adagiate lo strudel sulla placca imburrata, spennellatelo con olio, spolveratelo con pane grattugiato finissimo e mettetelo in forno caldo per 35/40 minuti.  
Fate intiepidire, spolverizzate di zucchero a velo e servite.
 
Note: Per arrotolare meglio lo strudel senza rischio di romperlo quando lo sposterete nella teglia potete usare l'accorgimento seguente:
Dopo aver formato il foglio di pasta adagiatelo su un canovaccio di misura. Potrete così prendendo dal bordo arrotolarlo su se stesso.
 
Biscotti di zucca
 
Ingredienti

125 gr burro
300 gr farina
1 limone
Marsala secco 2 cucchiai
uova 1 intero e 2 tuorli
600 gr zucca
250 gr zucchero
 
Preparazione
 
Per la pasta:
Versate in una ciotola la farina, il burro, 150 gr di zucchero i 2 tuorli ed un pizzico di sale, impastate il tutto e aggiungete l'uovo intero ed il marsala secco continuando a mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo.   
Una volta pronto mettete l'impasto ottenuto in frigo per almeno un ora e dedicatevi alla preparazione della zucca.
Lavate la zucca e sbucciatela, quindi tagliatela a pezzettini e mettetela a cuocere in una pentola con un pò d'acqua che serve solamente a raggiungere l'ebollizione.
Lasciatela cuocere per un pò e, quando si sarà ammorbidita, aggiungete il limone a pezzetti e lo zucchero rimasto.
Fate quindi caramellare il tutto a fuoco lento ed a fine cottura fate raffreddare il composto in un colino per eliminare tutto il liquido.
Nel frattempo togliete la pasta da frigorifero e preparate, su una superficie infarinata, una striscia di pasta larga almeno 10 centimetri e con uno spessore di 4 millimetri circa, quindi disponete il preparato alla zucca già raffreddato, al centro e chiudete la striscia.
Tagliate quindi la stricia ripiena, con un coltello infarinato, in strisce più piccole larghe almeno 4 centimetri.
Preparate una teglia foderandola con carta forno e disponete i vostri biscotti nella teglia ben distaccati l'uno dall'altro.
Accendete il forno a 180° e infornate i biscotti per 15 minuti, quindi fateli raffreddare e spolverateli con dello zucchero a velo.
 
Note: Per rendere i vostri biscotti più ricchi potete aggiungere alla ricetta un etto di uvetta che andrà fatta riprendere in acqua tiepida, asciugata per bene e aggiunta alla zucca insieme al limone per farla caramellare.


Per contattare lo Chef Bruno

info@cucinastorica.eu
www.cucinastorica.it

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Cultura

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA / 23 e 24 marzo apertura straordinaria di oltre 1.100 siti in 430 località d’Italia

Ultime news - unonotizie.it - Lo splendido paradosso della bellezza italiana è l’essere insieme...

ARCHEOMAFIE / patrimonio culturale e aggressione criminale: il fenomeno delle archeomafie

“Guardate la definizione che di Archeologo ed/od Archeologia fornisce la Treccani, come pure...

TARQUINIA, NUOVO LIBRO SILVANO OLMI / sabato 26 gennaio presentazione di “Non solo la Ciociara” sulle violenze di guerra

Ultime news - unoNotizie.it - Sarà presentato sabato 26 gennaio 2019, alle 17, nella sala del...

TUSCIA, PARCO ARCHEOLOGICO VULCI / la Regione Lazio si impegna a sostenere il Parco Archeologico di Vulci

La Regione Lazio per tramite dell’assessore al bilancio Alessandra Sartore ha dichiarato,...

UNESCO / 49 meraviglie Unesco nel Mediterraneo a rischio entro il 2100 per erosione e innalzamento mari

Ultime news - UnoNotizie.it - Una simulazione pubblicata sulla rivista Nature Communications...

IVREA SITO UNESCO / città ideale della rivoluzione industriale del Novecento

Ultime news - unonotizie.it - "Ivrea, la città ideale della rivoluzione industriale del Novecento,...

FAI, IN 700 MILA PER LE GIORNATE DI PRIMAVERA / il sito più visitato la chiesa di San Francesco del Prato a Parma

Ultime news - Unonotizie.it - Grande successo per la 26ª edizione delle Giornate FAI di Primavera:...

A VITERBO PER DIVENTARE "DETECTIVE DELL'ARTE" / master in Archeologia Giudiziaria e Crimini contro il Patrimonio Culturale

Ultime news - Unonotizie.it - Provengono da tutta Italia gli oltre trenta archeologi, storici...