Appuntamento fissato al Campidoglio, a Roma per il 9 Maggio, dalle 10.00 alle 17.00, dalla Fondazione ICEF, per fare pressione sul nostro governo perché si faccia portavoce della proposta di creare una Corte Internazionale per l’Ambiente, durante i lavori di Rio+20, la conferenza Onu sullo sviluppo sostenibile in programma a Rio de Janeiro nella seconda metà di giugno. Per affrontare un tema che diviene ogni giorno di più stretta attualità, oltre trenta tra relazioni e interventi. Esponenti delle istituzioni italiane e dell’Unione europea, economisti, climatologi, magistrati, filosofi, rappresentanti delle associazioni ambientaliste e delle principali sigle impegnate nella green economy. Tutti riuniti in Campidoglio per una giornata-seminario organizzata dall’Icef (International Court of the Environment Foundation) e patrocinata da Roma Capitale, Ministero degli Affari Esteri e Ministero dell’Ambiente. L’appuntamento è in programma per giovedì 9 maggio, nella Sala Pietro da Cortona dei Musei Capitolini. Negli interventi della mattina, dopo il saluto di Gianni Alemanno, Sindaco di Roma Capitale, si analizzeranno i vantaggi connessi con la creazione di un’Agenzia mondiale e di una Corte internazionale abilitate a sanzionare i reati ambientali su scala planetaria. Una proposta che l’Icef aveva avanzato già durante la Conferenza Onu di Rio de Janeiro del 1992 e che è stata ripresa, autorevolmente, da Papa Benedetto XVI, nella sua enciclica Caritas In Veritate. E che, ultimamente, è stata oggetto di una risoluzione approvata dal Parlamento europeo. Tra gli interventi in programma, quelli di Mario Toso, segretario del Pontificio Consiglio Giustizia e Pace;Vittorio Prodi, europarlamentare; Cuno Tarfusser, vice Presidente della Corte Penale Internazionale de L’Aia; Paolo Soprano, vicepresidente del Comitato preparatorio Rio+20; Gianfranco Bologna, direttore scientifico del WWF Italia. “Vorremmo – spiega Amedeo Postiglione, direttore Icef e presidente onorario aggiunto della Corte di Cassazione – che questa sessione di lavori, oltre a illustrare nel merito la proposta di istituzione di una Corte mondiale per l’Ambiente, serva per far esprimere ai molti autorevoli esponenti delle istituzioni nazionali e locali la loro opinione chiara sull’argomento e aiuti a costruire una ‘massa critica’ che faccia pressione sul governo italiano in vista dei lavori di Rio”. Dopo la colazione di lavoro, la sessione pomeridiana avrà l’obiettivo di guardare oltre l’appuntamento di Rio+20 analizzando le esperienze migliori nella strada della costruzione di un’economia a ridotto impatto ambientale. Un traguardo impossibile da raggiungere senza la lungimiranza del nostro tessuto imprenditoriale, il contributo attivo degli enti locali e l’attenzione della società civile. I lavori, coordinati da Edo Ronchi, presidente della Fondazione per lo Sviluppo sostenibile, saranno introdotti da una relazione dell’economista Stefano Zamagni. Seguiranno gli interventi di autorevoli esponenti delle istituzioni nazionali e locali, di importanti realtà imprenditoriali, delle categorie produttive e delle associazioni ecologiste. Interverranno tra gli altri, Roberto Tortolì, vicepresidente della Commissione Ambiente di Montecitorio; Alessandro Busacca, ministro plenipotenziario, direzione generale per la Mondializzazione presso la Farnesina; Marco Visconti, assessore all’Ambiente di Roma Capitale; Fabio Renzi, segretario generale della Fondazione Symbola; Stefano Masini, responsabile Ambiente e territorio di Coldiretti; Emanuele Burgin, presidente del Coordinamento nazionale Agende 21 Locali. Il programma dell’evento è pubblicato nel sito internet www.icefcourtpress.org

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani svela speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...