LAZIO ultime notizie ROMA  - www.unonotizie.it - La definizione di”antipolitica” è una calunnia freddamente calcolata e veicolata attraverso i mass media da tutti i partiti politici percettori di sostanziosi finanziamenti pubblici, per neutralizzare la voce di movimenti e della “Rete” che vuole una buona politica, con altre regole.

Il discredito che oggi avvolge tutti i principali partiti non è una invenzione di fantomatici antipolitici, ma se lo sono procurato “motu proprio” i partiti stessi, offrendo uno spettacolo, da almeno 20 anni, di corruzione, di contiguità con le mafie, di privilegi e sprechi di pubblico denaro, di incapacità amministrativa, fino al punto di consegnare il governo ai “professori” per manifesta incapacità sia di leggere che di fronteggiare la crisi economica originata dalla globalizzazione.

Negli ultimi 20 anni la politica si è sempre più allontanata dalla gente normale, si è chiusa nel Palazzo e negli studi televisivi, ha operato una feroce spartizione della RAI facendo sparire ogni traccia di servizio pubblico indipendente, ha tolto ai cittadini il potere di votare la preferenza con una legge elettorale che concentra il potere decisionale in poche mani, è sparita la contrapposizione tra destra e sinistra, tutti i principali partiti oggi possono essere definiti senz’altro “Centristi”, le ricette di politica economica sono tutte uguali e tutte parlano capitalistico, tutti parlano di ripresa e crescita, ma in effetti i partiti oggi non hanno alcun potere sull’ economia, che va per conto suo.

Oggi il sommarsi di crisi economica (grave e strutturale) e crisi di credibilità dei partiti (sotto l’8%) impongono una svolta profonda e urge la sostituzione totale di una classe dirigente politica screditata, latitante di fronte alle responsabilità della crisi, confidando in quel 57% del popolo referendario che, invece di andare al mare, decretò il declino del berlusconismo bocciando nucleare, acqua privata e soprattutto la legge ad personam che riguardava l’impunità del premier.

Bisogna volare alto (e quel 57% ce lo consente), affidarci al buon senso del popolo italiano che comprende che questa arcaica classe politica è imbullonata alle poltrone e non se ne andrà mai spontaneamente, per percorrere l’unica via democratica possibile (in alternativa ci sono solo i forconi) che è quella di dare il voto alle prossime elezioni a quel partito che chiederà: abolizione del finanziamento pubblico ai partiti; ineleggibilità di candidati che siano già stati eletti in due legislature (con efficacia retroattiva); abolizione del finanziamento pubblico ai giornali; ineleggibilità per chi possiede TV o giornali; azzeramento monopoli RAI e Mediaset, nessun operatore può possedere più di una rete e quindi sia Rai che Mediaset devono mettere sul mercato due reti televisive ciascuno. I monopoli mediatici fabbricano pensiero unico e dittatura.

Ciò significa che se quel 57% di italiani non è tornato suddito, ma sta con la schiena dritta e non regredisce nella rassegnazione della astensione e del fatalismo, può azzerare una classe politica vecchia, ignorante, ladra, incapace, e punirla senza appello per la crisi che non ha governato.

Dare la maggioranza a chi chiede di rinnovare profondamente la politica è la cosa più lungimirante che gli italiani possono fare, e l’accusa di “antipolitica” va rovesciata su quelle facce di bronzo oggi al potere, nel Parlamento, nei giornali, nelle televisioni.


Simone Casavecchia


Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...

Terremoto Roma: scossa di terremoto oggi 11 maggio 2020

Roma, ultime notizie sulla scossa di terremoto di oggi avvertita a Roma alle 5,03. In...

Stefania Mammì (M5S): Giornata nazionale in memoria di professionisti e operatori sanitari e sociosanitari vittime coronavirus

Depositata la proposta di legge che intende istituire la Giornata nazionale in memoria dei...

''LA MAFIA A VITERBO, UNA CITTA' SOTTO ASSEDIO'' /libro da rileggere, autore Daniele Camilli

Libri: La Mafia a Viterbo, una città sotto assedio. Ultime notizie Viterbo - UnoNotizie.it -...