Il porto di Civitavecchia è diventato uno dei porti principali dell'area mediterranea per il turismo crocieristico. Questo tipo di turismo rappresenta perciò una grande opportunità per la valorizzazione i territori a nord di Roma.Si è notato però che i turisti ospiti delle grandi navi che fanno tappa a Civitavecchia che hanno già visitato Roma nei viaggi precedenti,  non prendono in considerazione la possibilità di percorsi alternativi all'interno del territorio laziale, proprio per mancanza di una promozione attiva di questi territori.

La Regione Lazio Assessorato al Turismo e Marketing del Made in Lazio, in collaborazione con Cotav, Cooperativa tra Titolari Agenzie Viaggio, per  colmare questa lacuna e  ottimizzare le possibilità che vengono dai movimenti crocieristici su Civitavecchia ha organizzato un Educational Tour che si è svolto  nel territorio laziale, nei giorni 12 e 13 maggio “Il turismo crocieristico e il territorio: itinerari turistici per crocieristi da Civitavecchia”. per valorizzare il patrimonio paesaggistico, architettonico, archeologico e gastronomico dei centri minori del Lazio, attraverso la presentazione di itinerari turistici, fruibili in alternativa alle mete tradizionali, dalla città  di Civitavecchia.

All'educational hanno partecipato operatori turistici e stampa italiana e estera, per  conoscere le eccellenze turistiche regionali attraverso visite guidate, degustazioni, e incontri con le Istituzioni, per la promozione di un’immagine integrata della Regione Lazio, intesa come arte, cultura, tradizioni e sapori.

Focus dell’educational è stato la riscoperta di un territorio ancora non abbastanza conosciuto ma ricco di storia, cultura e bellezze naturali:  Santa Severa e il Museo del Mare e della Navigazione, Vulci e lo splendido Parco Naturalistico Archeologico, l’affascinante borgo di Tuscania, la cittadina di Bagnaia, che ospita all’interno di Villa Lante uno dei più mirabili esempi di giardino rinascimentale, concludendo con la visita guidata di Viterbo, città d’arte e di cultura e rappresentano una proposta culturale e tradizionale “alternativa” rispetto alla Città Eterna e ai siti già noti della Regione Lazio.
 “L'obiettivo dell'iniziativa – ha spiegato l'Assessore al Turismo e Marketing del Made in Lazio della Regione, Stefano Zappalà   – è quello di ottimizzare il richiamo turistico del movimento crocieristico. Questa iniziativa  tende ad ottimizzare le possibilità che vengono dai movimenti crocieristici su Civitavecchia, che è diventato il porto leader del bacino del Mediterraneo su questa tipologia di turismo.”

“Una iniziativa – spiega Stefano Zappalà – che certamente ripeteremo, perché il ritorno è stato importante e siamo riusciti a far conoscere agli operatori specializzati nelle crociere un altro Lazio, una possibilità aggiuntiva agli itinerari su Roma. Credo che dopo questa esperienza il Lazio cominci ad avere una immagine turistica piu’ completa, abbiamo raccontato e fatto scoprire un pezzo di territorio, la provincia laziale, che era semplicemente ignorato. Il successo dei movimenti crocieristici sono un grande valore aggiunto per la nostra regione”. “Questo educational ha rappresentato un’occasione importante di visibilità turistica per il territorio laziale meno conosciuto e fuori dai soliti circuiti tradizionali della nostra Regione. – ha proseguito Pina Ravalli, presidente Cotav - Il programma è stato intenso e ambizioso, ma speriamo di essere riusciti ad aprire strade per futuri sviluppi commerciali. Il porto di Civitavecchia, il primo dell’area mediterranea fra i porti europei, ha registrato negli ultimi dieci anni una crescita esponenziale di passeggeri. Tale risultato ci sprona, pertanto, a dedicare la massima attenzione alla promozione e alla valorizzazione del patrimonio culturale  dell’alto Lazio per creare sempre più un’offerta turistica diversificata e integrata. Gli itinerari proposti – ha concluso Ravalli -  sono stati inoltre illustrati in una brochure, realizzata in italiano e in inglese, distribuita ai partecipanti e presentata durante la cena-incontro a Montalto di Castro, alla presenza dei rappresentanti della Regione Lazio, Assessorato al Turismo e Marketing del Made in Lazio e delle istituzioni del territorio, e che sarà disponibile per le imprese turistiche”.
       
Antonella Fiorito

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Turismo

Alto Adige, estate all’aria aperta sulle Dolomiti

Dopo l’emergenza Covid-19 tutti sentiamo la necessità di ossigenare mente e corpo e di...

Viterbo, visite guidate. Cosa vedere in un giorno: nasce “VITERBO SOTTOSOPRA”

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. Nella...

PALAZZO FARNESE A CAPRAROLA, COSA VEDERE CON LE VISITE GUIDATE

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

Orchestra Italiana del Cinema: video e nuovo hahstag “Tutti Amiamo L’Italia

L’Orchestra Italiana del Cinema pubblica un suggestivo video di ottimismo e speranza lanciando il...

Fiumicino miglior aeroporto d'Europa nel 2019

L’aeroporto di Fiumicino si è visto attribuire dall’Airports Council International il premio...

L'altare prima del trono: a Sovana Gregorio VII, il Papa più famoso della storia

L'altare prima del trono: ritorna a Sovana Gregorio VII, il Papa che cambiò il corso della storia...

San Gregorio VII, il Papa che umiliò l'Imperatore, torna a Sovana il 22 febbraio

Con la festa della Presentazione al tempio di Gesù è iniziato ufficialmente nei giorni scorsi...

TURISMO, MAREMMA ETRUSCA: VISITE GUIDATE SORANO / alla scoperta di Sorano, la Matera Toscana

Ultime news - Unonotizie.it - Sorano è un caratteristico comune della provincia di Grosseto,...