Terremoto Emila Romagna, il governo aumenta il costo della benzina, ultime notizie Bologna - Il consiglio dei Ministri straordinario convocato a seguito della nuova scossa di terremoto in Emilia Romagna avvenuta il 29 maggio, ha stabilito che una parziale copertura degli interventi straordinari all’edilizia e al patrimonio storico-artistico, necessari a seguito del sisma, proverrà da un aumento di 2 centesimi dell'accisa sulla benzina e su altri carburanti per autotrasporto. A ciò dovrebbero aggiungersi altri fondi provenienti dalla spending review. L'aumento del costo della benzina e del gasolio dovrebbe scattare immediatamente ed essere già in vigore da questa mattina.

Pur essendo necessario fornire un aiuto concreto ai cittadini colpiti dal terremoto, la decisione del consiglio dei Ministri di aumentare le accise sulla benzina per 2 centesimi è "inopportuna". Lo afferma il Codacons in una nota, sottolineando che l'aggravio determinerà "una maggiore spesa, solo per i costi diretti di rifornimento, pari a 29 euro annui ad automobilista, facendo incassare allo Stato una cifra complessiva attorno ad 1 miliardo di euro all'anno". "Il rischio poi - prosegue il Codacons - è che l'aumento delle accise possa avere ripercussioni sui prezzi al dettaglio, con un effetto domino in tutti i settori legati ai carburanti. Lo Stato deve aiutare i cittadini colpiti dal sisma, ma in un momento di crisi come quello attuale, in cui i prezzi dei carburanti sono alle stelle, un aumento delle accise appare quanto mai inopportuno, controproducente e dannoso per gli italiani e per l'economia nazionale".

"E' doveroso stanziare tutte le risorse necessarie per la ricostruzione e la ripresa in Emilia, ma non a costo di dare il colpo di grazia all'intera economia nazionale". Lo affermano Adusbef e Federconsumatori, commentando in una nota la decisione del governo di aumentare di 2 centesimi le accise sulla benzina. Il rialzo dei prezzi, che, secondo le associazioni, "già costa agli automobilisti ben 516 euro annui in più rispetto al 2011, agisce da potente moltiplicatore anche su tutti i prezzi di beni e servizi, a partire dai generi alimentari e dai beni di largo consumo che sono trasportati per oltre l'80% su gomma. Questo non potrà che avere effetti disastrosi sull'intera economia nazionale, già segnata da una profonda contrazione dei consumi". Per affrontare l'emergenza del terremoto in Emilia, i consumatori suggeriscono quindi "interventi più equi e strutturali", a partire da un allentamento del patto di stabilità e una maggiore tassazione sui grandi patrimoni.

Il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, ha chiesto all'Unione Petrolifera di valutare l'opportunità di ridurre il prezzo industriale dei carburanti (al netto delle imposte) per contribuire a farsi carico dell'aumento dell'accisa deciso dal governo per finanziare l'emergenza terremoto in Emilia Romagna.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Sociale

ALCUNE PAROLE NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO L'OMOFOBIA, LESBOFOBIA, BIFOBIA E TRANSFOBIA

Il pregiudizio e la persecuzione di cui tanti esseri umani continuano ad essere vittima per la loro...

Italia, apartheid: lettera aperta alle forze politiche democratiche

Gentilissime e gentilissimi dirigenti e rappresentanti delle forze politiche democratiche presenti...

Scossa di terremoto Roma, epicentro della scossa di terremoto vicino Roma

UTLIME NOTIZIE SCOSSA DI TERREMOTO ROMA – Terremoto di magnitudo 3.3 alle ore 5.03 a Roma. La...

Il Professor Fabrizio di Giulio ed il suo ultimo libro, L'OCEANO DENTRO

Un libro ricco di riflessioni sull’agire dell’animo umano è l’ultimo lavoro del Professor...

Addio al Professor Fabrizio di Giulio, il grande neuropsichiatra che parlava al cuore

Ci ha lasciato, all'età di 98 anni il Professor Fabrizio Di Giulio, famoso neuropsichiatra e...

Toscana, a Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop

A Pitigliano sarà costruito un nuovo supermercato Coop, nell’area situata tra via Brodolini e...

25 Aprile 2020, Festa della Liberazione: popolo senza memoria è un popolo senza futuro

  ORTE (Viterbo) Per la prima volta, i cittadini festeggeranno il 25 Aprile nelle...

TRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONE DEL CENTRO DI RICERCA PER LA PACE

Nella foto Alfio Pannega con Osvaldo ErcoliTRE ANNIVERSARI E UNA MEDITAZIONEIn un fazzoletto di...