E’ stata presentata nella storica sede della Regione Liguria di Roma, l'11esima edizione del Festival Paganiniano di Carro, che si svolgerà dal 14 luglio al 14 agosto 2012 un appuntamento di rilievo nel panorama musicale italiano. Alla conferenza stampa hanno partecipato  il presidente e vicepresidente della Società dei Concerti della Spezia Francesco Masinelli, Ernesto Di Marino, il direttore artistico del Festival  Bruno Fiorentini  e il commissario straordinario della Provincia della Spezia Marino Fiasella che ha dichiarato “Vi era molta attesa  per il festival di quest'anno. Tutti si chiedevano se si sarebbe fatto nonostante i danni provocati dall'alluvione ed oggi siamo qui  per rappresentare con entusiasmo tutto l'orgoglio di una comunità che, anche attraverso la musica e la cultura, trova la forza per rialzarsi.

E' lo stesso entusiasmo con cui la comunità di Carro ha accolto recentemente il passaggio del Giro d'Italia. Il Festival Paganiniano ha avuto successo perché questa piccola comunità ha capito che poteva diventare un fatto identitario forte. Le persone si sono avvicinate con grande discrezione a questo festival, sedendosi sui muretti di pietra a lato delle piazze, e si sono lasciate trasportare dalla musica comprendendo a poco a poco il senso profondo e il valore dei concerti straordinari del festival. Quest'anno  ci sono dieci  motivi di più per fare il festival e abbiamo provato tutti a fare uno sforzo supplementare e dare vita ad una edizione di grande qualità che vede la presenza di nomi illustri della musica classica internazionale.”


La rituale Anteprima del Festival Paganiniano al Teatro Civico della Spezia affidata per l’undicesima edizione, il 28 maggio scorso, a Salvatore Accardo e al suo Quartetto con la partecipazione del chitarrista Giampaolo Bandini ha registrato un successo strepitoso. Il tutto esaurito si prevede anche per gli altri eventi in cartellone.     
La rassegna, dedicata a Nicolò Paganini e al virtuosismo strumentale, realizzata dalla Società dei Concerti della Spezia si svolgerà secondo un calendario itinerante  nei siti più incantevoli della Val di Vara, con una tappa in Val di Magra e due in Riviera.

Il programma stilato per la stagione 2012 dal maestro Bruno Fiorentini, direttore artistico della manifestazione, presenta undici concerti dei quali tre si terranno a Carro, paesino d’origine della famiglia Paganini, dove è custodita la casa degli antenati del geniale compositore genovese. Il minuscolo borgo ospita, come da tradizione ormai, il concerto di apertura e quello di chiusura del Festival.
Sabato 14 luglio, per l’inaugurazione dell’undicesima edizione sulla ribalta ci sarà il Quartetto Talich, che prende il nome dal suo fondatore, Jan: da quarantotto anni al timone dell’Ensemble ceco, noto in tutto il mondo. In programma musiche di Mozart, Beethoven e Dvorak.
Sabato 28 luglio, gradito e atteso ritorno di un fuoriclasse dell’archetto, Massimo Quarta, già ospite della seconda edizione del Festival proprio a Carro. Il celebre violinista si cimenterà con brani di Bach, Ysaye e, naturalmente, una selezione dei Capricci di Paganini.
Martedì 14 agosto, concerto di chiusura, tanto raffinato quanto impegnativo, con la Camerata del Royal Concertgebouw di Amsterdam che eseguirà il Quintetto per clarinetto, due violini, viola e violoncello in si minore op. 115 di Brahms e il Quartetto La morte e la fanciulla di Schubert.
I concerti previsti negli altri borghi della Valle inizieranno alle ore 21.
Sabato 21 luglio, il Festival si trasferirà in Riviera, a Framura (località Castagnola) dove il Trio Goldberg (Glauco Bertagnin,violino, Andrea Maini viola, Marco Perini violoncello) proporrà le note  di F. Schubert, L. van Beethoven, E. von Dohnany.
Domenica 29 luglio, tappa a Varese Ligure (loc.Porciorasco). Nella Corte di Palazzo De Paoli-Gotelli, Chiara Morandi al violino e Vincenzo Audino al pianoforte presentano “L’opera violinistica di Camillo Sivori”, che fu allievo di.Paganini.
Giovedì 2 agosto, a S.Stefano Magra (località Ponzano superiore) il vincitore del 3° premio al Concorso Paganini 2010 Stefan Tarara s’impegnerà in virtuosistiche partiture di Bach, Prokofiev, Massenet,Bartók e Wieniawski. Al pianoforte Lora-Evelin Vakova.
Sabato 11 agosto nell’Oratorio di S. Erasmo affacciato sulla spiaggia di Bonassola, riappare al Festival Masha Diatchenko: cinque anni fa aveva partecipato alla sesta edizione appena tredicenne. La giovane e talentuosa violinista insieme a Stefano Bartolommeoni alla chitarra si esibirà in un repertorio interamente dedicato al diabolico Nicolò.
Domenica 12 agosto, a Beverino Castello, nella Chiesa di S. Croce, Bruno Fiorentini flauto, Valerio Giannarelli violino, Carlotta Aramu viola, Paolo Ognissanti violoncello ci faranno ascoltare “Rossini e Mozart: I Quartetti per flauto ed archi”.
 Il denso e articolato calendario festivaliero include anche una sosta nei borghi (Pignone, Borghetto e Brugnato)devastati dall’alluvione dello scorso ottobre. E ciò in sintonia con la vocazione per il rilancio culturale e turistico della Società dei Concerti spezzina. “La funzione di valorizzazione del territorio, che già era tra gli scopi prioritari del Festival- ribadisce il presidente della Società, Francesco Masinelli- viene resa così quest'anno ancora più significativa dagli interventi in queste zone che stanno faticosamente riprendendo la loro vita ordinaria”.
Lunedì 16 luglio, a Borghetto Vara, il contrabbassista americano Milton Masciadri accompagnato da Angiolina Sensale al pianoforte presenta un insolito e accattivante“Paganini big size”.
Domenica 22 luglio, a Pignone, l’AdM Ensemble, composto da Maura Gandolfo, clarinetto, Gabriele Betti, flauto,Yoko Morimyo, violino, Luca Bacelli, violoncello e Francesco Bergamasco, pianoforte illustrerà “Il virtuosismo nel '900 storico e contemporaneo” spaziando da.Paganini a Denissow, da Bartok a Webern, da Castiglioni a Rastelli.Domenica 5 agosto, a Brugnato, al Centro Congressi il Duo Ermir Abeshi e Valentina Messa, violino e pianoforte, eseguiranno le note calamitanti di Mozart, Brahms, Grieg e Ravel.
 Nei giorni 9, 10 e 11 luglio al CAMeC (Centro Arte Moderna e Contemporanea). si terrà il quarto Convegno Internazionale di Studi paganiniani, realizzato dalla Società dei Concerti spezzina, dal Palazzetto Bru Zan di Venezia, dal Centro Studi Opera Omnia Luigi Boccherini di Lucca e MusicalWords.it di Cremona. Tema: “La scuola violinistica franco-belga da G.B.Viotti a E.Ysaye”.
Il Festival Paganiniano di Carro si avvale del sostegno della Regione Liguria, della Provincia della Spezia, della Comunità Montana della Val di Vara e dell’Associazione Amici di Niccolò Paganini, nonché del patrocinio del Touring Club Italiano e del generoso contributo di Isagro S.p.a..


Antonella Fiorito



Notizie utili: ingresso: concerti a Carro 15 euro intero, ridotto 12 euro; concerti altri comuni 12 euro, ridotto 10.
Navetta gratuita A/R dalla Spezia ai luoghi dei concerti in programma. Partenza ed orari saranno pubblicati sul sito www.sdclaspezia.it
Per i turisti è stata predisposta la (conveniente) formula “Due per Uno”: tutto compreso (albergo, ristoranti, musei, escursioni Cinque Terre, transfert e concerti) per due al prezzo di uno. Per eventuali informazioni chiamare il numero 0187.731214 oppure 0187.21927.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Cultura

ETRUSCHI, MONTE DIO TINIA /a Tarchna e Viterbo (Surna) ammaliati da vento e fulmini

  […] All'improvviso appare ai nostri occhi uno dei più bei paesaggi che io abbia mai...

I Rinaldoniani progenitori degli Etruschi, se ne parla a Viterbo Sotterranea

Cosa avvenne nel remoto passato in quel territorio dell’Italia centrale che oggi chiamiamo...

ARCHEOLOGIA, TARQUINIA, SCAVI DI GRAVISCA / ricerche nello scavo di Gravisca tra le 10 importanti scoperte mondiali

Ultime news Tarquinia, archeologia e storia - UnoNotizie.it - Le ricerche nello scavo di Gravisca,...

TOSCANA, SOVANA / quest'anno un francobollo ricorda 1000 anni dalla nascita di Papa Gregorio VII

Un francobollo, nel 2020,  per il millesimo della nascita di San Gregorio VII Papa. La...

SAN VITO, MINIERA DI PIOMBO E ARGENTO DI MONTE NARBA / in Sardegna ammiriamo un sito spettacolare

Già esplorata a metà Settecento da Carlo Gustavo Mandel, console di Svezia a Cagliari, la miniera...

I MURALES DEL BORGO DEI PESCATORI/ a Passoscuro i bellissimi murales resistenti alle tempeste

Le dune di Passo Oscuro sono un bellissimo ambiente dunale di circa tre chilometri, attraversato...

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA / 23 e 24 marzo apertura straordinaria di oltre 1.100 siti in 430 località d’Italia

Ultime news - unonotizie.it - Lo splendido paradosso della bellezza italiana è l’essere insieme...

ARCHEOMAFIE / patrimonio culturale e aggressione criminale: il fenomeno delle archeomafie

“Guardate la definizione che di Archeologo ed/od Archeologia fornisce la Treccani, come pure...