LAZIO ultime notizie VITERBO – www.unonotizie.it - Al Tuscia Film Fest è il momento di “Cesare deve morire”. Il film di Paolo e Vittorio Taviani, vincitore dell’Orso d’oro al Festival di Berlino 2012 e di cinque David di Donatello 2012 tra cui quello per il miglior film e la miglior regia, sarà al centro della serata di lunedì 2 luglio a Viterbo alComplesso di San Carlo (ore 21.15, ingresso 3 euro). Per l’occasione saranno ospiti gli attoriSalvatore Striano e Fabio Rizzuto e il montatore Roberto Perpignani. Nella serata verrà inoltre proiettato il cortometraggio “La tv è vita?”, realizzato dagli studenti dell’Università della Tuscia con i detenuti della casa circondariale di Viterbo.

Salvatore Striano, detto Sasà, è nato a Napoli nel 1974. Ha alle spalle un periodo di carcere, che ha speso frequentando corsi di recitazione. Si è affermato negli ultimi anni come intenso interprete, partecipando a film drammatici come “Gomorra” (2008) di Matteo Garrone, nella parte dello “scissionista”, capoclan di Secondigliano; “Fortapàsc” (2009) di Marco Risi, in cui interpreta un affiliato del clan Gionta responsabile dell’assassinio del giornalista Giancarlo Siani; “Gorbaciof” di Stefano Incerti, dove riveste il ruolo di un rapinatore. La consacrazione con “Cesare deve morire”.

Roberto Perpignani, nato a Roma nel 1941, è tra i più importanti montatori italiani del dopoguerra. Inizia la sua carriera poco più che ventenne al fianco di Orson Welles e il suo esordio ufficiale è nel 1964 con Bernardo Bertolucci in “Prima della rivoluzione”. Oltre a Bertolucci, nel corso della sua carriera ha lavorato con Marco Bellocchio, Mauro Bolognini, Alberto Lattuada, Gianni Amelio, Nanni Moretti. Ha vinto un David di Donatello nel 1983 per “La notte di San Lorenzo” dei fratelli Taviani e uno nel 1994 per “Il postino” di Michael Radford, film interpretato e fortemente voluto da Massimo Troisi. E’ docente di montaggio al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.

Tutte le sere fino al 14 luglio, parallelamente alle proiezioni e agli incontri del Tuscia Film Fest, nell’area del Complesso di San Carlo sarà aperto, a partire dalle ore 19.15, il punto Enocinema, dedicato al meglio dell’enogastronomia della provincia di Viterbo, con aperitivi e degustazioni. Al termine della serata, dalle ore 23.30, è il momento del Dopofestival, uno spazio informale a ingresso libero per incontri, commenti e approfondimenti con pubblico, giornalisti, addetti ai lavori e gli ospiti di Tuscia Film Fest e Caffeina.

Per il programma completo e tutte le informazioni: www.tusciafilmfest.com.

Il TFF potrà essere seguito anche in tempo reale su Facebook (profilo Tusciafilmfest Viterbocinema e pagina Tuscia Film Fest) e Twitter (@tusciafilmfest).

IL FILM
Nella sezione di alta sicurezza del carcere di Rebibbia viene rappresentato il Giulio Cesare di Shakespeare. Gli attori sono proprio i detenuti della sezione, molti dei quali segnati dal “fine pena mai”. A dirigerli, il regista teatrale Fabio Cavalli.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Cultura

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA / 23 e 24 marzo apertura straordinaria di oltre 1.100 siti in 430 località d’Italia

Ultime news - unonotizie.it - Lo splendido paradosso della bellezza italiana è l’essere insieme...

ARCHEOMAFIE / patrimonio culturale e aggressione criminale: il fenomeno delle archeomafie

“Guardate la definizione che di Archeologo ed/od Archeologia fornisce la Treccani, come pure...

TARQUINIA, NUOVO LIBRO SILVANO OLMI / sabato 26 gennaio presentazione di “Non solo la Ciociara” sulle violenze di guerra

Ultime news - unoNotizie.it - Sarà presentato sabato 26 gennaio 2019, alle 17, nella sala del...

TUSCIA, PARCO ARCHEOLOGICO VULCI / la Regione Lazio si impegna a sostenere il Parco Archeologico di Vulci

La Regione Lazio per tramite dell’assessore al bilancio Alessandra Sartore ha dichiarato,...

UNESCO / 49 meraviglie Unesco nel Mediterraneo a rischio entro il 2100 per erosione e innalzamento mari

Ultime news - UnoNotizie.it - Una simulazione pubblicata sulla rivista Nature Communications...

IVREA SITO UNESCO / città ideale della rivoluzione industriale del Novecento

Ultime news - unonotizie.it - "Ivrea, la città ideale della rivoluzione industriale del Novecento,...

FAI, IN 700 MILA PER LE GIORNATE DI PRIMAVERA / il sito più visitato la chiesa di San Francesco del Prato a Parma

Ultime news - Unonotizie.it - Grande successo per la 26ª edizione delle Giornate FAI di Primavera:...

A VITERBO PER DIVENTARE "DETECTIVE DELL'ARTE" / master in Archeologia Giudiziaria e Crimini contro il Patrimonio Culturale

Ultime news - Unonotizie.it - Provengono da tutta Italia gli oltre trenta archeologi, storici...