“La libreria “Amore&Psiche”, a due passi dal Pantheon, rimarrà aperta fino al 31 ottobre prossimo. Dal 1° dicembre i locali di via di Santa Caterina da Siena n. 61, la cui architettura d’autore, opera dello psichiatra artista Massimo Fagioli, era valsa il riconoscimento di ‘bottega storica’, torneranno a disposizione dei proprietari: Unicredit SpA/Hotel Invest”.


Lo prevede l’accordo raggiunto - si legge in una nota - tra la proprietà e l’Associazione culturale ‘Amore&Psiche’, che per venti anni ha gestito uno dei più apprezzati e frequentati spazi culturali della Capitale, tanto che il 15 marzo 2011 viene inserita dal Comune di Roma tra i primi otto di quaranta ‘Negozi storici’, subito dopo lo storico caffè Greco. Non solo ma prima fra le librerie. “Quello che più è straordinario è che abbiamo ricevuto il massimo del punteggio per ‘l'Architetture d'Autore’, parametro che è stato valutato solo in tre casi su tutti e con il massimo dei voti. Abbiamo ottenuto anche il massimo del punteggio sul parametro: storico/tradizionale/didattico, il riconoscimento alla nostra attività storica di libreria ed ora di centro culturale. Un grandissimo riconoscimento a tutti coloro che, fin dall'inizio, hanno sostenuto questa bellissima storia” recita una nota della Libreria.

In tempi di neoliberismo, qualcuno sostiene non a torto di ‘dittatura finanziaria’, dove tutto è regolato dal denaro, dal guadagno facile, dal business e dal consumismo più sfernato, la ‘cultura’ ha spazi risicatissimi e ristrettissimi. Perché come soleva ripetere l’ex-Ministro dell’Economia, Giulio Tremonti la cultura ‘non si mangia’ e quindi se ne può fare tranquillamente a meno: quel che contava e conta per l’economista legatissimo a Silvio Berlusconi - come per un certo ‘pensiero dominante’ - lo si può riassumere in tre parole: Dio, Patria, Famiglia!  E così all’inizio del 2012 alla libreria arriva lo sfratto: i suoi spazi servono – si dice - per un Centro benessere per gli ospiti di un grande albergo attiguo, il Grand Hotel De la Minerve. Gli attestati di solidarietà sono tantissimi, una sollevazione popolare pacifica ha fatto seguito all’appello “Ci rivolgiamo ai nostri lettori, amici, scrittori, istituzioni  affinché si interrompa il progressivo degrado nel cuore della nostra città, provocato dalla chiusura di esercizi commerciali con una lunga e seria tradizione che fanno ormai parte della sua storia, sostituiti dall’apertura di nuove attività che ne stravolgono irrimediabilmente il tessuto urbano, sociale ed umano”.

Ora il comunicato dell’accordo congiunto sulla chiusura definitiva del 31 ottobre e la promessa del Comune di Roma di reperire altri locali. La risposta dell’Associazione culturale non è stata comunque quella della rassegnazione, anzi. Agli inzi di settembre, andando come sempre contro-corrente rispetto allo status quo, in Libreria si parlerà, a 25 anni dalla sua misteriosa scomparsa, di un economista ‘sui generis’ stimato e temuto al tempo stesso, dalle radici ‘azioniste’, Federico Caffè, che invece dava moltissima importanza alla ‘cultura’ legandola strettamente alla vita delle persone. Metteva altresì in guardia dai gravi pericoli insiti nella ‘sovrastruttura finanziario-borsistica’ perché, diceva, “sono convinto che con le caratteristiche che presenta nei paesi capitalisticamente avanzati favorisca non già il vigore competitivo ma un gioco spregiudicato di tipo predatorio, che opera sistematicamente a danno di categorie innumerevoli e sprovvedute di risparmiatori in un quadro istituzionale che di fatto consente e legittima la ricorrente decurtazione o il pratico spossessamento dei loro peculi”. L’occasione sarà la presentazione e discussione del libro ‘La stanza rossa. Riflessioni scandinave di Federico Caffè’ a cura dell’economista Bruno Amoroso.

Inoltre, “il programma di eventi culturali ed offerte commerciali proseguirà invariato fino al 31 ottobre”, aggiunge la nota che si conclude con un caloroso appello alle tante migliaia e migliaia di frequentatori  “continuate a seguirci!”. Via dunque scaffali, volumi, libri, riviste, dvd e cd, via la ben nota passarella in legno che raffigura la farfalla, per far posto probabilmente ad un Centro benessere.

Commenti

In relazione alla vicenda della Libreria Amore e Psiche apprendo ora che la proprietà del locale è della Unicredit Spa.Io sono correntista della banca suddetta, ma domani mattina stessa chiuderò il conto presso lo sportello e lo riaprirò presso un´altra banca, dopo essermi informato fra quelle che più investono nella cultura e nell´arte, con esclusione comunque della Unicredit. Una banca che non tutela l´arte, non è in grado di tutelare alcuna cosa di valore, compresi i miei soldi.
commento inviato il 08/07/2012 alle 1:11 da Maturi Maurizio  
Meno male, finalmente chiude, siamo tutti ma prorpio tutti più liberi, un grazie ai proprietari che li hanno cacciati.
commento inviato il 10/07/2012 alle 6:00 da elena pippagallo  
viva la Unicredit Banca, lo aprirò io il conto li
commento inviato il 10/07/2012 alle 6:02 da elena pippagallo  
ce ne faremo una ragione
commento inviato il 27/07/2012 alle 2:44 da i fagiolini non li digerisco  
add
add

Altre News Cultura

ETRUSCHI, MONTE DIO TINIA /a Tarchna e Viterbo (Surna) ammaliati da vento e fulmini

  […] All'improvviso appare ai nostri occhi uno dei più bei paesaggi che io abbia mai...

I Rinaldoniani progenitori degli Etruschi, se ne parla a Viterbo Sotterranea

Cosa avvenne nel remoto passato in quel territorio dell’Italia centrale che oggi chiamiamo...

ARCHEOLOGIA, TARQUINIA, SCAVI DI GRAVISCA / ricerche nello scavo di Gravisca tra le 10 importanti scoperte mondiali

Ultime news Tarquinia, archeologia e storia - UnoNotizie.it - Le ricerche nello scavo di Gravisca,...

TOSCANA, SOVANA / quest'anno un francobollo ricorda 1000 anni dalla nascita di Papa Gregorio VII

Un francobollo, nel 2020,  per il millesimo della nascita di San Gregorio VII Papa. La...

SAN VITO, MINIERA DI PIOMBO E ARGENTO DI MONTE NARBA / in Sardegna ammiriamo un sito spettacolare

Già esplorata a metà Settecento da Carlo Gustavo Mandel, console di Svezia a Cagliari, la miniera...

I MURALES DEL BORGO DEI PESCATORI/ a Passoscuro i bellissimi murales resistenti alle tempeste

Le dune di Passo Oscuro sono un bellissimo ambiente dunale di circa tre chilometri, attraversato...

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA / 23 e 24 marzo apertura straordinaria di oltre 1.100 siti in 430 località d’Italia

Ultime news - unonotizie.it - Lo splendido paradosso della bellezza italiana è l’essere insieme...

ARCHEOMAFIE / patrimonio culturale e aggressione criminale: il fenomeno delle archeomafie

“Guardate la definizione che di Archeologo ed/od Archeologia fornisce la Treccani, come pure...