Le previsioni meteo settimanali di luglio, a cura di Accademia Kronos, ultime notizie Lazio - Precise le nostre previsioni sulla settimana appena terminata , c'è stato tanto caldo, ma poi un pò di tregua al centro e sulle regioni settentrionali  grazie alle piogge e temporali in molte aree a ridosso della catena alpina. Caldo afoso e sempre di più africano invece ha resistito sulle estreme regioni meridionali. Purtroppo si sono registrati i primi decessi da colpi di calore e insolazioni, colpite soprattutto le persone anziane e quelle già debilitate da malattie. Purtroppo le previsioni per la settimana entrante non sono molto incoraggianti....

Dal 9 al 15 luglio 2012

A parte le regioni a ridosso soprattutto delle Alpi orientali e in parte di quelle centrali che saranno interessate da temporali pomeridiani anche di forte intensità e, quindi, che potranno godere almeno la sera di temperature gradevoli, tutte le altre regioni italiane soprattutto del centro - sud subiranno ancora gli effetti del ritorno del cuneo anticiclonico sahariano. Ciò vorrà dire temperature che nelle grandi città, a causa del fenomeno dell'isola di calore prodotto dall'asfalto e dai tetti infuocati, potranno avvicinarsi e in alcuni casi superare i 40 gradi all'ombra. Particolarmente eccessive saranno le temperature sulla Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna dove in alcuni casi potranno superare i 45 gradi all'ombra. Questa situazione è data tale fino al 16 di questo mese, poi si vedrà. E' possibile che si manifestino anche rapidi e violenti temporali nelle zone vicine all'Appennino settentrionale. Inizia il calvario degli incendi boschivi. Chi pensa di non resistere a questo infernale fronte di fuoco in arrivo, provveda in tempo a trasferirsi in aree d'Italia più fresche. Su questa newsletter c'è anche un articolo che tratta proprio sulla " fuga dal caldo torrido".

Accade nel mondo: giugno da record per il Cnr

da: dr. Michele Brunetti  - Isac-Cnr Bologna

In Italia il mese di giugno, a livello statistico, ha confermato la diffusa percezione e i dati forniti dai meteo-climatologi in merito alla intensità e persistenza delle ondate di calore. La banca dati dell'Istituto di scienze dell'atmosfera e del clima del Consiglio nazionale delle ricerche di Bologna (Isac - Cnr) indica infatti che il giugno 2012 si posiziona come  il terzo più caldo degli ultimi due secoli, facendo registrare un'anomalia  di +2.57°C rispetto alla media di riferimento (assunta convenzionalmente nel periodo 1971-2000). Più caldi del mese appena trascorso sono stati soltanto il 2003, il più caldo di sempre con un'anomalia di +4.80°C, e il 1822 con +3.09.
Oltre che molto caldo, il giugno 2012 è risultato anche piuttosto secco, chiudendo al quarto posto tra i mesi di giugno degli ultimi due secoli, con un deficit di piovosità di oltre il 70% rispetto alla media del periodo.  Più asciutti, sono stati solo quelli del 1945, del 1879 e del 1928, con anomalie negative rispettivamente di -76%, -77% e -78%.
 
email: m.brunetti@isac.cnr.it


Accademia Kronos: tel. 0761.093080
Email: ak@accademiakronos.it
Sito Internet: www.accademiakronos.it

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minacciano un territorio ricco di biodiversità ed archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territorio in pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...

COORDINAMENTO NO TRIV REPLICA A UIL: Crisi sanitaria in Basilicata e royalties petrolifere

Lo scorso 8 Aprile, sulle pagine de “Il Quotidiano del Sud”, a cura di Eugenio Furia, è...

[RI]COSTRUIRE L’ITALIA animati da solidarietà democratica, appello NO-TRIV

“Tutti sanno che nulla potrà tornare come prima, ma è adesso che dobbiamo, insieme, darci da...