Auroville è un insieme di piccoli villaggi nati nel 1968 nel sud dell'India ed esattamente nel Tamil Nadu sotto Madras. Fu realizzata dai seguaci del saggio Sri Aurobindo nel tentativo di creare la via dell'Essere e non dell'Avere, come esempio alternativo alle società del consumismo e dell'egoismo.
“Auroville è una cittadina universale dove donne e uomini di ogni nazione del pianeta vivono  in pace ed armonia, al di sopra di ogni credo, politica e nazionalità. L’obiettivo di Auroville è la realizzazione dell’unità umana”. La realizzazione di questo “laboratorio di umanità” si deve alla visione di due asceti del secolo scorso: l’indiano Sri Aurobindo e Mirra Alfassa (La Madre).

Auroville fu fondata nel 1968 da gruppi di giovani sognatori e delusi delle società consumistiche di allora, i quali, seguendo le direttive della Madre, si misero letteralmente a scavare le fondamenta della cittadina nel bel mezzo di un appezzamento di terra di 25 kmq, semi-desertico. Allora nessuno volle credere che alla fine sarebbe sorta una grande comunità costituita da persone provenienti da tutto il mondo. 

Oggi  l'esperimento Auroville, definita dagli storici “una città in divenire”, dopo quasi 50 anni dalla sua nascita è diventata una realtà. Il deserto ha lasciato il posto a una vegetazione rigogliosa piantata dagli stessi aurovilliani, e oggi questa apparentemente assurda comunità alternativa conta 2500 abitanti provenienti da oltre 50 nazioni diverse.

Sviluppata secondo una pianta “a costellazione”, Auroville è formata da una serie di “unità” sparpagliate in mezzo alla giungla. Al centro sorge il Matrimandir, una sorta di tempio a forma sferica ricoperto d’oro, luogo di pace dove gli aurovilliani possono meditare e cercare, come dice la Madre, “la risposta all’aspirazione verso la perfezione dell’uomo”. Le varie unità, dai nomi evocativi come Inspiration, Elevation, Shanti e Sincerity, ospitano zone residenziali avveniristiche, laboratori di artigianato, campi per coltivazioni biologiche, scuole, campi sportivi, atelier di artisti. Auroville dà da vivere a centinaia di famiglie indiane le quali sono impiegate in molte attività interne: dai laboratori per produrre incensi di alta qualità, a oggetti per la meditazione, a giochi in legno per bambini, ecc. fino  alla gestione dei servizi primari della comunità.

Auroville esporta i propri prodotti in tutto il mondo, ricavando i giusti proventi per mandare avanti l'apparato. Spesso accade che il governo indiano si avvalga degli ingegneri e dei tecnici di Auroville per importanti realizzazioni come costruire centrali idroelettriche, ponti, strade ferrate e impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Tutto ciò rimpingua la cassa comune e consente alla comunità internazionale di vivere dignitosamente e di progettare con serenità il futuro. La vicina cittadina di Pondicherry beneficia delle scuole del futuro, molto vicine alla filosofia della green economy,  dove gli intellettuali e gli esperti scientifici di Auroville fungono da docenti.

Ad Auroville non ci sono leggi, non ci sono regole scritte, non c’è polizia e, sostanzialmente, non ci sono doveri, ma regna – o almeno dovrebbe – il buon senso e il “patto morale” stipulato al momento dell’entrata nella comunità. Niente alcool, sigarette tollerate ma non incentivate, assolutamente niente droghe.  Ogni aurovilliano deve lavorare e contribuire al sostentamento della comunità, non si batte la fiacca.  All'interno di Auroville non esistono i soldi, questi vengono usati esternamente per tenere rapporti commerciali con il Mondo. Quindi non si sa cos'è lo Spread,  né i petrodollari, né i tassi di interesse delle banche (usuraie), né la grande crisi finanziaria globale....E' questo un sogno realizzato che la "Grande Setta Satanica" della finanza mondiale ha cercato più volte di distruggere perché teme che il benevolo "virus Auroville" possa espandersi in tutto il pianeta, decretando l'inizio della sua fine.
A questo punto sono aperte le adesioni al nostro progetto, chi interessato scriva a:

ak@accademiakronos.it

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Cultura

ARCHEOLOGIA, TARQUINIA, SCAVI DI GRAVISCA / ricerche nello scavo di Gravisca tra le 10 importanti scoperte mondiali

Ultime news Tarquinia, archeologia e storia - UnoNotizie.it - Le ricerche nello scavo di Gravisca,...

TOSCANA, SOVANA / quest'anno un francobollo ricorda 1000 anni dalla nascita di Papa Gregorio VII

Un francobollo, nel 2020,  per il millesimo della nascita di San Gregorio VII Papa. La...

SAN VITO, MINIERA DI PIOMBO E ARGENTO DI MONTE NARBA / in Sardegna ammiriamo un sito spettacolare

Già esplorata a metà Settecento da Carlo Gustavo Mandel, console di Svezia a Cagliari, la miniera...

I MURALES DEL BORGO DEI PESCATORI/ a Passoscuro i bellissimi murales resistenti alle tempeste

Le dune di Passo Oscuro sono un bellissimo ambiente dunale di circa tre chilometri, attraversato...

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA / 23 e 24 marzo apertura straordinaria di oltre 1.100 siti in 430 località d’Italia

Ultime news - unonotizie.it - Lo splendido paradosso della bellezza italiana è l’essere insieme...

ARCHEOMAFIE / patrimonio culturale e aggressione criminale: il fenomeno delle archeomafie

“Guardate la definizione che di Archeologo ed/od Archeologia fornisce la Treccani, come pure...

TARQUINIA, NUOVO LIBRO SILVANO OLMI / sabato 26 gennaio presentazione di “Non solo la Ciociara” sulle violenze di guerra

Ultime news - unoNotizie.it - Sarà presentato sabato 26 gennaio 2019, alle 17, nella sala del...

TUSCIA, PARCO ARCHEOLOGICO VULCI / la Regione Lazio si impegna a sostenere il Parco Archeologico di Vulci

La Regione Lazio per tramite dell’assessore al bilancio Alessandra Sartore ha dichiarato,...