"L’offerta da parte dell’Italia di utilizzare il porto di Gioia Tauro - dichiara il presidente di Green Cross Italia Elio Pacilio - sottolinea il suo impegno a lavorare per una soluzione pacifica alla crisi siriana e per eliminare le armi di distruzione di massa in tutta la regione. Per questo, mi congratulo con il Governo italiano, gli abitanti di Reggio Calabria, i cittadini di San Ferdinando e gli operai portuali di Gioia Tauro per la loro disponibilità a partecipare a questo passo fondamentale, verso una regione mediterranea più pacifica e meno pericolosa".

I primi container a essere trasferiti sulla Cape Ray saranno quelli del cargo danese Ark Futura, che contengono elementi di “priorità uno”, tra cui oltre 20 tonnellate di iprite. Poi toccherà al trasbordo dal cargo norvegese Taiko. Sarà compito dell’unità militare statunitense “neutralizzare” le molecole tossiche nel Mediterraneo nel corso dei prossimi 2-3 mesi, grazie al “Field deployable hydrolysis system (FDHS)”, un particolare sistema di idrolisi all’interno di un reattore chimico di titanio messo a disposizione dall’esercito Usa.

"l processo di neutralizzazione è ben noto e già ampiamente utilizzato da Stati Uniti, Russia e altri Paesi", racconta Paul Walker, direttore del programma Sicurezza e sviluppo sostenibile di Green Cross International e coordinatore della Coalizione per la Convenzione per la proibizione delle armi chimiche. "Con acqua e soda caustica gli agenti chimici verranno trasformati in altre sostanze ma poi sarà necessario un ulteriore trattamento per eliminare ulteriormente la tossicità degli effluenti. Questo processo secondario si svolgerà in Germania, Finlandia e Stati Uniti, che riceveranno circa 6.000 tonnellate di effluenti".

Fiero dello sforzo internazionale per eliminare le scorte di armi chimiche della Siria, Paul Walker si complimenta con tutte le parti interessate, in particolare con l’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPAC), le Nazioni Unite e gli Stati Uniti. Poi puntualizza la necessità di una regolare diffusione delle informazioni: "Tutti abbiano bisogno di aggiornamenti regolari sul processo di idrolisi, nonché sul successivo smaltimento a terra, per evitare inutili allarmismi, polemiche e opacità. Importante è, inoltre, conoscere i contenuti dell’accordo tra Onu e Governo italiano".

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

AMBIENTE, MAPPA DELL'ITALIA INQUINATA / cosa vuol dire convivere con l’inquinamento

Uno studio appena pubblicato dall’Istituto superiore di sanità (Iss) analizza lo stato di salute...

CENTRALE ENEL TVN CIVITAVECCHIA / il forum ambientalista smaschera i furbetti del carbone

Ultime news - unonotizie.it - Giovedì scorso la città di Civitavecchia è stata nuovamente...

CORRUZIONE, MAFIA E AMBIENTE / Ministro Costa: no alle mani della mafia sull'ambiente

Ultime news - UnoNotizie-.it - “La mafia punta a fare business con l’ambiente, un settore che...

CLIMA, ALLARME SICCITA' / Italia a secco con 15 mld metri cubi di acqua in meno

Ultime news - unonotizie.it - L’ Italia è a secco dopo che il trimestre invernale 2019 ha fatto...

SARDEGNA, INQUINAMENTO PLASTICA / a Porto Cervo trovato capodoglio morto, nel ventre un feto e 22 kg di plastica

Ultime news - unonotizie.it - Un capodoglio è stato trovato morto a Porto Cervo, in Sardegna,...

CITTA' E CLIMA, LA CLASSIFICA / Imperia ha il clima migliore in Italia, Pavia il peggiore

Ultime news - UnoNotizie.it - Imperia, Catania e Pescara, con sei città del Sud e delle Isole...

XYLELLA / Coldiretti al Premier Conte: "Fermare disastro colposo Xylella"

Ultime news - unoNotizie.it - Servono interventi immediati per contrastare il disastro colposo...

INCENDI / dall'inizio del 2019 un incendio al giorno per caldo e siccità

Ultime news - UnoNotizie.it - Per effetto del caldo e della siccità quasi un incendio al giorno è...