Ultime news - UnoNotizie.it - “Non è vero che gli italiani non amino la cultura , le geoscienze e soprattutto le visite ai Musei di Scienze della Terra e di Paleontologia . La Settimana del Pianeta Terra ha fatto registrare un numero importante di partecipanti : ben 80.000 persone si sono messe in cammino per vedere l’Italia , il mondo della ricerca , i Musei di Scienze della Terra . Abbiamo scoperto che se il cittadino o il turista è a conoscenza di un’offerta culturale valida , risponde al meglio” . Lo ha affermato Silvio Seno , docente dell’Università di Pavia e cofondatore con Rodolfo Coccioni, docente dell’Università di Urbino , della Settimana del Pianeta Terra, modello unico in Europa ed al Mondo di promozione delle Geoscienze .  

“Stiamo pensando a trasformare La Settimana del Pianeta Terra in un Festival Europeo delle Geoscienze. L’edizione 2015 ha ottenuto un risultato davvero importante . Abbiamo anche visto che la cultura produce lavoro . Abbiamo notato che il 70% delle persone – ha proseguito Seno -   ha preferito la partecipazione alle visite museali ed alle attività laboratoriali , mentre il restante 30% ha puntato sulle passeggiate all’aria aperta sulle montagne , lungo i fiumi . Massiccia la partecipazione delle famiglie e dei bambini . Un grande seguito hanno avuto anche le conferenze . Per La Settimana del Pianeta Terra 2015 gli eventi sono stati 237 contro i 132 del 2012 ed i 152 del 2014. Ben 180 le località protagoniste e 150 la geoescursioni. 

 Balza agli occhi la grande partecipazione della stampa . Hanno seguito La Settimana del Pianeta Terra 2015 in Italia , ben 250 giornalisti che sono andati in giro a riprendere gli angoli ed i siti più sconosciuti del Paese ma ugualmente belli . L’edizione 2014 fu seguita da 140 giornalisti e dunque siamo alla presenza anche di una forte attenzione mediatica sempre più significativa . Sono stati almeno 90 i giornalisti stranieri che hanno seguito l’evento italiano . Ben 389 gli eventi delle ultime edizioni 2014-2015 con uno sforzo straordinario sul territorio e l’impegno davvero importante di più di 600 ricercatori e 320 partner tra Musei, Università, Enti di Ricerca , mondo del volontariato per la sola edizione del 2014” . 


“Quest’anno abbiamo preso spunto dal messaggio del Santo Padre , Papa Francesco, contenuto nell’Enciclica “Laudato SI’”  sul rispetto per il Creato e dunque i temi de La Settimana del Pianeta Terra si sono ispirati non solo all’Enciclica ma anche al prossimo Giubileo che sarà dedicato alla Misericordia . Con le Vie del Sale abbiamo  attraversato l’Italia – ha dichiarato Rodolfo Coccioni – mentre in Abruzzo abbiamo ascoltato una lezione in autobus , visto come nasce l’energia, visitato Penne   magnifica città d'arte,  caratterizzata dalla presenza di splendidi monumenti ed eleganti palazzi settecenteschi, che raccontano la sua nobile storia , siamo entrati nelle Grotte del Cavallone , la cavità più alta d’Europa . Nella pancia della montagna abbiamo visitato il mondo sotterraneo della Majella. Abbiamo ammirato l'Abbazia cistercense di Santa Maria Arabona risalente alla fine del XII secolo . Un vero osservatorio astronomico protagonista della Settimana del Pianeta Terra ma siamo andati sui Monti Simbruini accompagnati dalla paleontologia . In Basilicata abbiamo scoperto  i segreti di un vulcano attraversando il magnifico  Vulture con le cascate di San Fedele, un’area famosa per il vino aglianico e le fonti di acqua gasata . A Matera, abbiamo visto un villaggio saraceno di 70 grotte. A Siena abbiamo conosciuto i Bottini , l’acquedotto risalente al Medioevo . A Napoli siamo scesi sottoterra per vedere l’Acquedotto Augusteo , l’Orto Ipogeo, la stazione antisismica ma siamo andati anche alla ricerca di un bosco sconosciuto oppure abbiamo visitato il Centro Museale delle Scienze della Terra per vedere una foresta pietrificata . Abbiamo compiuto un viaggio straordinario nel Sannio e nel Cilento in compagnia dei loro fossili . A Capri i piccoli paleontologi hanno partecipato alle straordinarie attività laboratoriali del Centro Ignazio Cerio . A Somma Vesuviana la stampa internazionale ha ammirato le meraviglie della Villa di Augusto .


 


Fiumi – Michelangelo – Piero Della Francesca ed il  Rinascimento .


L’escursione lungo il fiume Crati invece rappresenterà un contributo importante per lo sviluppo sociale del nostro territorio in quanto contribuirà ad ampliare la ricchezza che queste risorse naturali producono.  Saremo nella  del Fiume Vitravo, per vedere GEOSITO UNICO in Italia ed in Europa da valorizzare e conservare. Saliremo sull’Appennino Meridionale e dalla Calabria vedremo con i nostri occhi le isole Eolie ma contemporaneamente il Golfo di Policastro e addirittura l’Etna . Un viaggio lungo paesaggi che rappresentano un bene comune , di tutti.  Saremo sulle terre da pascolo del grande Michelangelo ed ancora vedremo dal vivo i paesaggi rinascimentali di Leonardo . Entreremo nelle Grotte di Sant’Angelo , cavità carsiche di particolare fascino e sede di frequentazione umana in età neolitica . Quanti sanno che c’è un fiume di nome Esaro ? Lo vedremo dal vivo visitando Sibari , il sito archeologico più importante della Magna Grecia. Entreremo nei Campi Flegrei lungo le sponde del lago d’Averno per conoscere meglio il Monte Nuovo e osserveremo il Tempio di Apollo ma anche la Grotta della Sibilla”  .


 


 


 


 


Sui vulcani dal Vesuvio all’Etna , ai Campi Flegrei al fossile di un Supervulcano nel cuore delle Alpi . 


 


In Emilia – Romagna percorsi di luce e paleontologia  . Abbiamo visitato la Pieve di San Vitale percorrendo il “Sentiero Dorato” fino ai castelli della contessa  Matilde di Canossa . Spettacolare l’escursione nel Bacino di  Castel' Arquato tra la Val d'Arda e la Val Chiavenna in Provincia di Piacenza, per conoscere il loro significato climatico ed ecologico in seguito ai più recenti studi. Nell'area suddetta affiorano diversi sedimenti carbonatici ricchi in fossili di molluschi all'interno di successioni pelitiche anch'esse molto fossilifere.



Sulle Alpi tanti eventi straordinari con le terre ballerine, il GeoExpo ed il pranzo geologico sulle Dolomiti ma anche il villaggio di Cantine Naturali di Borgofranco di Ivrea .  IN Sardegna siamo entrati nelle miniere risalenti all’epoca romana


 


 


Domanifinisce la Settimana del Pianeta Terra in programma solo in Italia  creata da due ricercatori italiani quali Rodolfo Coccioni dell’Università di Urbino e Silvio Seno dell’Università di Pavia.


 


 


Tutto il programma con tutti gli eventi è su www.settimanaterra.org


Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani svela speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...