VITERBO (UNONOTIZIE.IT)

Partecipato e coinvolgente, poco ideologico, molto puntato a valutare scientificamente costi e benefici delle scelte energetiche in termini economici, sociali e ambientali, anche per la Tuscia: queste le caratteristiche dell’incontro svoltosi venerdì presso la sala conferenze della Provincia.

Antonio Filippi, della Cgil nazionale, ha proposto dati, fornito analisi e ragionato sulle scelte energetiche del governo italiano. Scelte che potrebbero avere ricadute per la riapertura del capitolo nucleare a Montalto di Castro, alla cui vicenda è stata legata una parte importante dell’ambientalismo e del sindacalismo italiano.

L’europarlamentare Umberto Guidoni ha esaminato le opportunità a livello europeo il riferimento principale è alla cosiddetta Direttiva 20-20-20 (20% di risparmio energetico, 20% di produzione da fonti rinnovabili, 20% di Co2 in meno entro il 2020), sottolineando come i modelli energetici rispondono anche a modelli sociali, più o meno aperti, più o meno democratici.

Gianni Mattioli, docente de La Sapienza e leader storico dell’ambientalismo italiano, ha fornito un trascinante ed esauriente contributo scientifico, richiamando l’attenzione sui dati storici e culturali che rendono necessaria l'opposizione alla scelta del nucleare in questo momento.

Roberto Ballarotto, dello Sportello per Kyoto delle Regione Lazio, ha presentato nel dettaglio alcune delle azioni che è possibile mettere in campo. L’assessore provinciale all’ambiente Tolmino Piazzai ha invece proposto una panoramica sulla situazione della Tuscia e sull’impegno che l’amministrazione sta operando per puntare, anche con piccole iniziative, verso modelli di produzione e di consumo energetico più sostenibili.

L’iniziativa, voluta da tre associazioni della sinistra viterbese, ha segnato un interessante momento di confronto, molto puntato sulle questioni concrete, che suggeriscono l’irrazionalità e l’antieconomicità della scelta nucleare ed evidenziano l’opportunità rappresentata da un modello di produzione diffuso basato sulle energie rinnovabili. L’idea è di dare seguito a questo impegno proponendo un ordine del giorno al Consiglio Provinciale e agli enti locali sulle scelte energetiche del territorio.


Democratici a Sinistra (Stefano Gavini)

Tuscia in progress (Andrea Cutigni)

Associazione per la Sinistra della Tuscia (Umberto Cinalli)

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

FARNESE / la Riserva del Lamone, dove flora e fauna vivono ancora incontaminate

La Riserva del Lamone è situata in provincia di Viterbo, nel Comune di Farnese, nel cuore della...

ALBERI DI NATALE / i finti alberi di Natale inquinano la nostra bella terra

Ultime news - Unonotizie.it - ALBERI DI NATALE / gli alberi di Natale finti inquinano molto di...

AGRICOLTURA, PESTICIDI / oltre l'80% della superficie agricola europea contaminata da pesticidi

Ultime news agricoltura - Unonotizie.it - Uno o più tipi di pesticidi sono stati rilevati in oltre...

AMBIENTE, MAPPA DELL'ITALIA INQUINATA / cosa vuol dire convivere con l’inquinamento

Uno studio pubblicato dall’Istituto superiore di sanità (Iss) analizza lo stato di salute della...

TARQUINIA, INCENERITORE RIFIUTI / contrari ad impianto ad alto impatto su ambiente e salute

In merito alla procedura autorizzativa del progetto di inceneritore di rifiuti da realizzarsi nel...

CENTRALE ENEL TVN CIVITAVECCHIA / il forum ambientalista smaschera i furbetti del carbone

Ultime news - unonotizie.it - Giovedì scorso la città di Civitavecchia è stata nuovamente...

CORRUZIONE, MAFIA E AMBIENTE / Ministro Costa: no alle mani della mafia sull'ambiente

Ultime news - UnoNotizie-.it - “La mafia punta a fare business con l’ambiente, un settore che...

CLIMA, ALLARME SICCITA' / Italia a secco con 15 mld metri cubi di acqua in meno

Ultime news - unonotizie.it - L’ Italia è a secco dopo che il trimestre invernale 2019 ha fatto...