CIVITAVECCHIA-ROMA (UNONOTIZIE.IT

WWF, Forum Ambientalista e Italia Nostra ringraziano il Coordinamento dei Comitati contro il Carbone, per aver organizzato l'interessantissimo convegno di venerdì scorso a Civitavecchia.

Ancora una volta sono i comitati e le forze sociali che difendono il territorio ed il futuro di questo territorio, dell'Italia e del pianeta. Ancora una volta sono i comitati e non i produttori di energia, che alzano il livello della discussione, parlando in termini scientifici, legali, economici e sociali dell'abominevole scelta della riconversione a carbone.

Completa e dettagliata la relazione del Prof. Andrea Masullo, noto esperto in campo energetico e responsabile Energia e Risorse del WWF Italia, che conti e dati ufficiali alla mano, ha dimostrato come la corsa al carbone sia un inutile arrampicata sugli specchi per cercare di tirare avanti un sistema energetico pensato male e mal gestito con l'energia declassata a mero bene di mercato.

Il Prof. Masullo non si limita certo a descrivere la situazione e la spirale fallimentare in cui si è infilato il sistema energetico mondiale e italiano in particolare, offrendo anche i numeri delle soluzioni nell'efficentamento, la razionalizzazione delle produzioni, la cogenerazione, che da soli permetterebbero di rispondere positivamente alla non eccessiva chiamata di Kyoto, ma continuando con la intelligente scelta del mix produttivo si riuscirebbe anche ad ottenere risultati inaspettabili e virtuosi, ben oltre quanto richiesto all'Italia dalla comunità internazionale e senza bisogno di inventare nulla di nuovo.

Pregnante il quadro fatto da Parlati, presidente di Legambiente Lazio, che ha ricordato le promesse e gli impegni caduti nel dimenticatoio a vari livelli decisionali, la scarsa attenzione per la politica energetica e soprattutto la completa mancanza di pianificazione e il pieno fallimento del sistema di controllo ambientale, previsto, ma mai messo in condizione di esercire efficacemente.

Chiaro è risultato dagli interventi l'inutilità dell'Osservatorio Ambientale, come oggi realizzato e come ripensato dall'Amministrazione comunale di Civitavecchia, che decidendo di trasformarlo in un inutile ente politico ed economico, come società a responsabilità limitata, lo rende un costo per la società, eliminando ogni possibile disturbo ai produttori.

ITALIA NOSTRA, SEZIONE ASFODELO

LA VICE- PRESIDENTE DOTT.SSA ROBERTA GALLETTA

WWF LAZIO, SEZIONE LITORALE NORD

IL RESPONSABILE DR. DARIO BURATTINI

FORUM AMBIENTALISTA, SEZIONE DI CIVITAVECCHIA

LA RESPONSABILE SIMONA RICOTTI

 

 

 

 

 

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

FARNESE / la Riserva del Lamone, dove flora e fauna vivono ancora incontaminate

La Riserva del Lamone è situata in provincia di Viterbo, nel Comune di Farnese, nel cuore della...

ALBERI DI NATALE / i finti alberi di Natale inquinano la nostra bella terra

Ultime news - Unonotizie.it - ALBERI DI NATALE / gli alberi di Natale finti inquinano molto di...

AGRICOLTURA, PESTICIDI / oltre l'80% della superficie agricola europea contaminata da pesticidi

Ultime news agricoltura - Unonotizie.it - Uno o più tipi di pesticidi sono stati rilevati in oltre...

AMBIENTE, MAPPA DELL'ITALIA INQUINATA / cosa vuol dire convivere con l’inquinamento

Uno studio pubblicato dall’Istituto superiore di sanità (Iss) analizza lo stato di salute della...

TARQUINIA, INCENERITORE RIFIUTI / contrari ad impianto ad alto impatto su ambiente e salute

In merito alla procedura autorizzativa del progetto di inceneritore di rifiuti da realizzarsi nel...

CENTRALE ENEL TVN CIVITAVECCHIA / il forum ambientalista smaschera i furbetti del carbone

Ultime news - unonotizie.it - Giovedì scorso la città di Civitavecchia è stata nuovamente...

CORRUZIONE, MAFIA E AMBIENTE / Ministro Costa: no alle mani della mafia sull'ambiente

Ultime news - UnoNotizie-.it - “La mafia punta a fare business con l’ambiente, un settore che...

CLIMA, ALLARME SICCITA' / Italia a secco con 15 mld metri cubi di acqua in meno

Ultime news - unonotizie.it - L’ Italia è a secco dopo che il trimestre invernale 2019 ha fatto...