VITERBO (UNONOTIZIE.IT)

I Consorzi Fidi sono l’arma più efficace contro la crisi finanziaria i cui effetti su artigiani e piccole imprese sono già molto pesanti in termini di restrizione del credito bancario Nel 2008 hanno erogato 6.312,8 milioni di finanziamenti garantiti a 735.619 artigiani e piccole imprese. Un trend in crescita rispetto al 2007 quando i finanziamenti concessi dai Confidi sono stati pari a 6.088,0 milioni a 715.000 imprese.

I dati sono contenuti nella dodicesima edizione dell’indagine sul sistema dei 192 Confidi artigiani, presentata oggi a Roma da Fedart Fidi, la Federazione Nazionale Unitaria dei Consorzi e CooperativeArtigiane di Garanzia promossa da Confartigianato e dalle altre Associazioni della categoria. Si mantiene elevato anche il grado di penetrazione del sistema Confidi nel comparto artigiano (42%), a conferma del fatto che quasi 1 imprenditore su 2 si rivolge ai Confidi per dare soluzione alle proprie esigenze finanziarie e di rapporto con il sistema bancario.

Grazie all’efficienza e all’efficacia nel valutare l’affidabilità delle imprese e all’approfondita conoscenza della realtà produttiva locale, i Confidi hanno conseguito un tasso netto di sofferenza molto contenuto, pari in media al 2,3%, con una netta differenza rispetto alle sofferenze registrate dal sistema bancario sui finanziamenti al settore artigiano. I tassi medi praticati sui finanziamenti, sebbene in crescita, analogamente a quanto è avvenuto in generale nel credito, si mantengono più bassi di quelli di mercato per la categoria artigiana e vedono ridursi il gap tra quelli a medio termine e quelli a breve.

I primi si attestano in media al 6,7%, mentre i tassi a breve sono al 6,5%. Ciò è anche il risultato della buona capacità contrattuale dei Confidi a favore delle imprese e del loro rapporto complessivamente positivo con il sistema bancario (sono oltre 2.000 le convenzioni sottoscritte), nonostante due Confidi su tre (64,7%) abbiano rilevato un irrigidimento nelle procedure di valutazione del merito creditizio da parte delle banche, che ha portato a un razionamento del credito a discapito principalmente delle imprese di minori dimensioni. L’esigenza di liquidità è l'emergenza numero uno per le Pmi”.

E' il commento di Andrea De Simone, Segretario della Confartigianato di Viterbo. “Il ruolo dei Consorzi Fidi - ha sottolineato - assume un'importanza straordinaria per offrire credito su misura alle piccole imprese, soprattutto se si considera che, da luglio 2007 ad oggi, mentre i tassi BCE sono diminuiti dal 4% all'1,5%, i tassi di interesse applicati dalle banche alle piccole imprese sono calati soltanto dal 4,92% al 4,74%”. Complessivamente, quindi, la crisi del credito da luglio 2007 ad oggi è costata alle imprese 12,5 miliardi di maggiori oneri finanziari. “Il sistema dei Confidi va certamente potenziato e valorizzato - aggiunge De Simone - “E' un sistema su cui si deve investire”.

 Inoltre, i Confidi svolgono una funzione fondamentale anche nella prevenzione del fenomeno dell’usura: basti pensare che i due terzi dei Confidi (65,9%) gestiscono gli speciali fondi antiusura previsti dall.art. 15 Legge 108/96, consentendo il rientro nei circuiti legali di finanziamento a migliaia di piccole imprese. Nel 2007 hanno effettuato oltre 1.900 operazioni, per un importo complessivo di finanziamenti concessi pari a 60 milioni di euro. I finanziamenti a medio/lungo termine (oltre i 18 mesi) garantiti dai Confidi hanno da sempre un’incidenza più elevata di quelli complessivamente concessi alle imprese artigiane (60,4,0% contro il 54,6%) e la differenza si fa più marcata al Sud (67,6% contro il 56,2%).

Questi dati confermano il ruolo strategico di “facilitatori” del credito svolto dai Confidi, specialmente nelle aree del paese dove l’accesso ai finanziamenti presenta maggiori difficoltà, evidenziandone la funzione di supporto alle aziende nell’ottimizzare la struttura del debito, orientandola verso scadenze maggiori e quindi all’equilibrio finanziario. Nella Regione Lazio fondamentale il ruolo svolto dai 12 Confidi Soci presenti, tra cui ricordiamo anche l’organo di Garanzia di Confartigianato imprese di Viterbo che nel 2008 ha erogato 7 Mln di euro, 3 milioni nei primi tre mesi del 2009.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio a rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...

Terremoto Roma: scossa di terremoto oggi 11 maggio 2020

Roma, ultime notizie sulla scossa di terremoto di oggi avvertita a Roma alle 5,03. In...

Stefania Mammì (M5S): Giornata nazionale in memoria di professionisti e operatori sanitari e sociosanitari vittime coronavirus

Depositata la proposta di legge che intende istituire la Giornata nazionale in memoria dei...

''LA MAFIA A VITERBO, UNA CITTA' SOTTO ASSEDIO'' /libro da rileggere, autore Daniele Camilli

Libri: La Mafia a Viterbo, una città sotto assedio. Ultime notizie Viterbo - UnoNotizie.it -...