TUSCIA -ORIOLO ROMANO- (UnoNotizie.it) In questo mese di aprile 2009 si compie il primo anno di raccolta differenziata dei rifiuti fatta con il sistema porta a porta (differenziata integrale), che ha comportato, l’eliminazione di tutti i cassonetti e di tutte le campane dal territorio Comunale. L’Amministrazione Comunale ringrazia tutti i cittadini della collaborazione per l’importante risultato ottenuto il 68% dei rifiuti raccolti è stato recuperato e non mandato in discarica e questo ha comportato una riduzione della tassa del 5% per tutti i cittadini e di un ulteriore 10% per chi pratica il compostaggio domestico. Un ringraziamento particolare va agli operatori ecologici dell’Interpark, Basilio, Aldo, Andrea, Romolo e Emilio, per l’impegno e la dedizione dimostrata nel svolgere il non facile lavoro.

Il Vice Sindaco e Assessore all’Ambiente Alfredo Bevilacqua, dichiara che il percorso intrapreso per la raccolta domiciliare di tutti i rifiuti è stato impegnativo ed ha richiesto circa un anno e mezzo di preparazione tra progettazione del nuovo sistema e campagna di comunicazione., dove quest’ultima, visti i risultati ottenuti, è stata determinante per essere riuscita a coinvolgere le famiglie di Oriolo rendendo le persone protagoniste di un cambiamento, come hanno potuto constatare sia i giovani attraverso una intensa attività didattica svolta con le scuole elementari, sia gli anziani ed adulti partecipando ad una serie d’incontri pubblici utili al confronto. Bevilacqua continua dicendo che anche dal punto di vista economico differenziare conviene, premesso che tutto il sistema nella fase di start up è stato sostenuto economicamente da contributi Provinciali, con i quali si è potuto pagare la progettazione, la campagna di comunicazione e tutti i contenitori consegnati alle famiglie e alle attività produttive del paese.

Con questo sistema di raccolta, fa osservare il Vice Sindaco, è stato possibile ridurre i costi del vecchio sistema, quello cioè che usava i cassonetti, che per la parte relativa al servizio di raccolta, trasporto e smaltimento ammontavano a € 330.461 (nel periodo aprile 2007 – marzo 2008), portandoli con il nuovo sistema porta a porta a € 264.758 ( periodo aprile 2008 – marzo 2009), ottenendo così un risparmio di € 65.703 equivalente al 20% in meno e dove determinante è stata la forte riduzione del conferimento di rifiuti in discarica, c’è da dire che parte del risparmio ottenuto viene utilizzato per l’ampliamento del servizio di spazzamento del paese. Questo è il risultato che ha ottenuto un Comune abitato da cittadini virtuosi, i quali hanno capito che la tutela dell’ambiente passa attraverso il recupero ed il riuso di materia prima, con la diretta conseguenza di una riduzione delle emissioni di CO2, evitando l’abbattimento di alberi e l’inutile consumo di acqua.

E questo, dice Bevilacqua con una punta di orgoglio, ci porta ad affermare quindi che i cittadini di Oriolo Romano concorrono con dei piccoli gesti quotidiani al rispetto dei parametri di Kyoto contro i cambiamenti climatici. Tutto questo, prosegue l’Assessore, richiede un grande senso di responsabilità sia dell’Amministrazione Comunale, che da parte di tutti i cittadini, sia per il mantenimento dei risultati ottenuti, ma anche, perché no, per la ricerca di un continuo miglioramento delle prestazioni. E proprio con questo scopo è stato ideato un progetto finanziato con 170.000 € dalla Regione Lazio dal titolo “strumenti d’eccellenza per la raccolta differenziata domiciliare integrata”, che attraverso l’utilizzo di determinati strumenti consente di determinare la consuntivazione dei conferimenti: con dei codici a barre da inserire sui contenitori per la raccolta a domicilio, dei badge individuali presso il centro di raccolta Comunale, una “lettura” dei dati attraverso dei computer palmari che trasmettono le informazioni ad un sistema informativo collegato con gli uffici comunali in grado di gestire il ruolo delle utenze. Con questi nuovi strumenti, che secondo Bevilacqua saranno attivati nel 2010, si potrà eseguire una corretta gestione del conferimento dei rifiuti quale contributo indispensabile dei cittadini, che consente, unitamente alla gestione razionale ed efficiente del centro di raccolta, di raggiungere livelli qualitativi alti per quanto riguarda la differenziazione dei rifiuti. Il progetto persegue questo obiettivo prevedendo l’implementazione di un sistema di contabilizzazione puntuale dei conferimenti da parte delle Utenze Domestiche e Non Domestiche del Comune, sia per quanto riguarda la raccolta domiciliare che il conferimento presso l’ecocentro comunale.

In modo integrato e contestuale verrà inoltre progettata una modalità di applicazione della TARSU commisurata agli effettivi conferimenti misurati, con l’introduzione di meccanismi di penalizzazione/premialità finalizzati all’effettiva applicazione del principio “chi inquina paga”.   L’obietto finale del progetto è di riuscire ad introdurre il sistema di tariffazione puntuale, che in pratica significa che ciascun cittadino pagherà la parte variabile della tassa per quello che effettivamente produce, superando l’attuale criterio iniquo basato solo sulla superficie delle abitazioni, indipendentemente dal numero di componenti che compongono il nucleo famigliare ed indipendentemente dai rifiuti prodotti.   Adesso, conclude Bevilacqua, non si devono perdere di vista gli obbiettivi che ci si è posti e il ruolo degli Amministratori è sempre quello di coinvolgere la gente affinché si continui con l’impegno mostrato fino ad oggi, tenendo presente lo slogan, sempre attuale, “chi ricicla cambia il mondo, sarà utile per noi per i nostri figli e per l’ambiente”.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minacciano un territorio ricco di biodiversità ed archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territorio in pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...

COORDINAMENTO NO TRIV REPLICA A UIL: Crisi sanitaria in Basilicata e royalties petrolifere

Lo scorso 8 Aprile, sulle pagine de “Il Quotidiano del Sud”, a cura di Eugenio Furia, è...

[RI]COSTRUIRE L’ITALIA animati da solidarietà democratica, appello NO-TRIV

“Tutti sanno che nulla potrà tornare come prima, ma è adesso che dobbiamo, insieme, darci da...