CALCATA - VITERBO (UnoNotizie.it)

Il 6 ed il 7 giugno, nell’antico calendario romano, erano  giorni  di giochi dedicati ad Apollo. Per una strana fatalità quest’anno il 6 ed il 7 giugno si vota per il parlamento europeo e per il rinnovo di diversi consigli comunali, fra cui quello di Calcata. Apollo saprà giocare i suoi trucchi magici e le sorprese non mancheranno… Inoltre il 7 giugno  corrisponde alla luna piena in Gemelli. Castore e Polluce, uno ladro e l’altro poeta, ancora una volta inneggiano al “caleidoscopio della mente”.

Mi è sembrato ottimale  questo momento di  giugno per  compiere un percorso di psicostoria in cui immaginare e tentare di ricostruire uno stile di vita “pagano”  di un ipotetico  villaggio neolitico.    

Come sapete il Tempio della Spiritualità della Natura è un appezzamento di terreno, terrazzato,  sito all’inizio della via Narcense in cui insistono diverse grotte alcune databili al periodo neolitico. Inoltre vi sono ancora recinti per animali, alcune capanne e piccoli orticelli, oltre ad una abbondanza di erbe selvatiche.  Sicuramente nell’antichità questo luogo è stato lavorato e vissuto dall’uomo e quest’anno voglio riproporre un esperimento riabitativo per sperimentare e riscoprire il metodo di vita dei nostri progenitori.

L’esperimento dura due giorni dal pomeriggio del 6  sino alla sera del 7 giugno 2009. Si dormirà nelle grotte, si raccoglieranno le erbe, si lavorerà la terra,  si mangerà all’aperto per cercare di riscoprire il sistema di vita dei Falisci che vissero qui migliaia di anni fa. Approfitteremo del ritiro ecologico per effettuare quelle riparazioni necessarie alle strutture del Tempio ed alla pulizia del terreno che durante l’inverno, causa maltempo,  è stato soggetto a diverse piccole frane. 

Compiremo anche un  tentativo di ricostruzione di un’antica capanna annuale di frasche com’era nelle abitudini contadine di creare un riparo provvisorio per l’estate.  Potremo inoltre raccogliere la creta presente in alcune falde sotterranee (all’interno di alcune grotte) in modo da  giocare alla scoperta della ceramica, che avvenne appunto in periodo neolitico.

Insomma durante questi due giorni verranno rivissute diverse esperienze ivi comprese quelle del canto armonico e del vivere con la sola illuminazione naturale e del fuoco.


Nota psico-storica
Intorno a seimila anni fa si afferma la rivoluzione agricola, cioè il passaggio da un’economia di raccolta dei frutti spontanei stagionali ad un’economia basata sulla coltivazione. Nel bacino del Treja i grandi animali sono scomparsi e la caccia e pesca non danno più sicurezza per il cibo, è in questo periodo che i nostri progenitori smettono di seguire i grandi animali e da nomadi si trasformano in stanziali costruendo i primi villaggi nei luoghi più fertili.

Uno di questi luoghi è la valle del Treja dove,  prima di costruire i primi insediamenti urbani (come sarà Calcata), l’uomo vive a mezza costa delle forre fra il fiume ed il pianoro. Tracce di insediamenti neolitici sono ancora evidenti  sulla cosiddetta via Narcense, le prime abitazioni furono le grotte successivamente arricchite da capanne antistanti costruite con tronchi d’albero, ramaglie ed argilla. 

A quel tempo le falde acquifere erano più superficiali, infatti in diverse grotte di mezza costa, ora asciutte,  sono ancora visibili fessure da dove l’acqua sgorgava e serbatoi di raccolta del prezioso liquido. La ricchezza di creta fece sì che nello stesso periodo si sviluppò la fabbricazione di utensili ceramici: recipienti,  pentole, vasi, tazze, etc. Quei primi contenitori imitavano nelle forme  i più antichi utensili ricavati dal legno scavato e dalle ossa di animali.

Durante i due giorni di luna piena di giugno 2009 (il 6 ed il 7) al Circolo Vegetariano di Calcata sarà possibile emulare  quei contadini e protoartigiani che civilizzarono questo angolo di paradiso che è la valle del Treja.  

Paolo D’Arpini

 

- ultime notizie Calcata Tuscia UnoNotizie.it -

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Cultura

ETRUSCHI, MONTE DIO TINIA /a Tarchna e Viterbo (Surna) ammaliati da vento e fulmini

  […] All'improvviso appare ai nostri occhi uno dei più bei paesaggi che io abbia mai...

I Rinaldoniani progenitori degli Etruschi, se ne parla a Viterbo Sotterranea

Cosa avvenne nel remoto passato in quel territorio dell’Italia centrale che oggi chiamiamo...

ARCHEOLOGIA, TARQUINIA, SCAVI DI GRAVISCA / ricerche nello scavo di Gravisca tra le 10 importanti scoperte mondiali

Ultime news Tarquinia, archeologia e storia - UnoNotizie.it - Le ricerche nello scavo di Gravisca,...

TOSCANA, SOVANA / quest'anno un francobollo ricorda 1000 anni dalla nascita di Papa Gregorio VII

Un francobollo, nel 2020,  per il millesimo della nascita di San Gregorio VII Papa. La...

SAN VITO, MINIERA DI PIOMBO E ARGENTO DI MONTE NARBA / in Sardegna ammiriamo un sito spettacolare

Già esplorata a metà Settecento da Carlo Gustavo Mandel, console di Svezia a Cagliari, la miniera...

I MURALES DEL BORGO DEI PESCATORI/ a Passoscuro i bellissimi murales resistenti alle tempeste

Le dune di Passo Oscuro sono un bellissimo ambiente dunale di circa tre chilometri, attraversato...

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA / 23 e 24 marzo apertura straordinaria di oltre 1.100 siti in 430 località d’Italia

Ultime news - unonotizie.it - Lo splendido paradosso della bellezza italiana è l’essere insieme...

ARCHEOMAFIE / patrimonio culturale e aggressione criminale: il fenomeno delle archeomafie

“Guardate la definizione che di Archeologo ed/od Archeologia fornisce la Treccani, come pure...