Sicilia, Messina - La Centrale di San Filippo del Mela quotidianamente ci pone problematiche, e per porle all’attenzione, dovremmo far ricorso a ragionamenti di qualità tecnologica, che spesso preferiamo evitare, in luogo utilizziamo  aspetti concettuali più comprensibili.
In questi giorni la Centrale fuma toscani di scarsa qualità, abbiamo effettuato giusto reportage fotografico ed abbiamo anche appreso le risibili giustificazioni diffuse dagli interessati, che in sintesi si possono riassumere: in operazioni di “Startup” e di “Setup”.

Per Startup si intende avviamento di impianto e per Setup operazioni di regolazione funzionale del medesimo impianto.

Tali fasi operative non vengono monitorate da nessuno e quindi non sappiamo nulla, circa le quantità di prodotti organici, inorganici, volatili e non che in quelle frequenti fasi vengono immessi in atmosfera, che sicuramente sforano i limiti ammessi.

Comunque sia, questa Centrale Termica, non riesce ad operare,  nel  rispetto ambientale, sia in fase di avviamento che nelle successive fasi di regolazione ed infine durante la sua operatività.

Tale problematica non è di questi giorni, si trascina da sempre, con giustificazioni sempre “fumose”, quindi ci aspettiamo che il sistema di monitoraggio comprendesse anche le fasi di  Startup e Setup,  e che i risultati di tale monitoraggio vengano acquisiti dallo stesso Comune che ospita gli impianti e diffusi pubblicamente in tempo utile nel website comunale.

Desideriamo conoscere i tempi di attuazione del sistema di monitoraggio e cosa accadrà qualora si evidenziano sforamenti dei limiti assegnati.

Desideriamo ancora conoscere, se esiste un controllo degli approvigionamenti dei combustibili e di quelli in stoccaggio nei serbatoi della Centrale Termica.

Sarà possibile conoscere come produce la energia elettrica la Centrale di San Filippo del Mela?

Ci rivolgiamo in modo particolare al Signor Sindaco di San Filippo, il suo silenzio ci preoccupa, cosa sta accadendo?

Non vorremmo risvegliarci con un aggiustamento tecnico-politico alla italiana!

In ogni caso è giusto che il Sindaco e l’Ass. Prov. Sig. P. Petrella,  sappiano che se non esercitano il potere amministrativo per garantire ai cittadini della Valle del Mela il corretto funzionamento della Centrale termica ed il corretto monitoraggio, non solo dei prodotti che verranno e che vengono immessi in atmosfera, ma anche il controllo sugli approvvigionamenti dei relativi combustibili, ci vedremo costretti a promuovere una massiccia campagna divulgativa sui loro comportamenti.

il Vice Presidente T.A.T.
Arch. Salvatore Crisafulli


- Uno Notizie Sicilia, San Filippo del Mela - Messina -

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...