Bomba a Reggio Calabria: 'ndrangheta, successo fiaccolata cittadini anti mafia per manifestare solidarietà ai magistrati della Procura reggina - Dopo i gravissimi fatti avvenuti nei giorni scorsi a Reggio Calabria, con la bomba, ordigno artigianale posizionato presso il palazzo della Procura Generale della Repubblica, era necessaria una risposta forte e chiara da parte di tutti i cittadini contro la 'ndrangheta.

Una fiaccolata a favore della legalità, organizzata da Cgil e Uil, si è svolta a Reggio Calabria in Piazza Castello di fronte gli Uffici della Procura Generale dellla Repubblica, vittima degli ignobili atti intimidatori della mafia.


I cittadini onesti sono scesi in strada con coraggio e voglia di cambiamento. 

In strada per manifestare il disgusto della vera gente calabrese nei confronti della criminalità, della mafia, della 'ndrangheta, che vorrebbe controllare il territorio sostituendosi allo Stato, mantenendo l'intera area lontana dalla realtà nazionale e senza possibilità di sviluppo per la Calabria.


Per le vie della città di Reggio Calabria automobili dotate di megafono hanno invitato la popolazione reggina a scendere in piazza a Reggio per prendere parte alla fiaccolata di sostegno e solidarietà ai valorosi magistrati italiani, spesso lasciati soli dallo stesso stato per il quale, ed a fianco del quale combattono.









- Uno Notizie Calabria - Reggio Calabria -

Commenti

Era ora che anche i cittadini di Reggio Calabria si svegliassero compatti per scendere in piazza contro la mafia.Mi è piaciuto il gesto di invito a tutti i reggini di scendere in piazza. Ero , sono e ora sono più orgoglioso di essere REGGINO abbasso i mafiosi
commento inviato il 07/01/2010 alle 3:54 da vincenzo  
Ognuno di noi nel nostro piccolo dobbiamo fare la nostra parte. Sono nato che si parlava di mafia, non voglio morire con la mafia. Reagiamo, noi siamo la maggioranza e se vogliamo possiamo sconfiggerli per sempre, loro vivono sull´omertà, se questa viene meno sono finiti. Uniti siamo + forti di loro
commento inviato il 08/01/2010 alle 4:08 da Francesco  
caro vincenzo ,pur condivisibile e´uno sforzo inutile,per troppo tempo questo lembo di terra forse la provincia piu´ martoriata di tutta italia e´ stata abbandonata alla merce´ di questa gente che ha saputo nel silenzio piantare radici solide e inestirpabili....solo adesso che la mafia siciliana ha perso entita´ ci si ricorda di noi ,purtroppo troppo tempo e´ passato ,il male ha raggiunto il punto di non ritorno e lo stato e´ stato sostituito dall´antistato. l´ipocrisia delle istituzioni adesso mi fanno solo ridere......
commento inviato il 08/01/2010 alle 9:02 da niko  
add
add

Altre News Sociale

INTERNET, FAKE NEWS E PRIVACY / appello di Zuckerberg ai governi: "Nuove regole per il web"

ULTIME NEWS - UNONOTIZIE.IT - Servono "nuove regole per proteggere il web dai contenuti pericolosi"...

TRUFFE AGLI ANZIANI / continua l’azione di prevenzione di ANAP Confartigianato contro le truffe agli anziani

Ultime news - unonotizie.it - Continua l’azione di prevenzione di Confartigianato – Gruppo ANAP...

INSTAGRAM / svolta eCommerce per Instagram che sfida Amazon e eBay

Ultime news- UnoNotizie.it - Svolta eCommerce per Instagram che sfida Amazon e eBay permettendo...

LA COMUNCAZIONE SOCIAL NEI COMUNI / l’ANCI ha ospitato l’evento formativo dell’Odg sulla comunicazione social dei comuni

E’ stata l’ANCI (Associazione Nazionale Comuni italiani),   ad ospitare, a Roma,...

EUROSTAT, POVERTA' / gli abitanti del Sud Italia tra i più poveri dellʼUe, record negativo in Calabria

Ultime news - Unonotizie.it - Gli abitanti del Mezzogiorno si confermano fra i più poveri...

POPOLAZIONE, ISTAT / cresce solo il numero degli anziani, 13,8 milioni gli over 65

Ultime news - UnoNotizie.it -  - Prosegue la crescita, in termini assoluti e relativi, della...

SAFER INTERNET DAY / Unicef: online 7 giovani su 10 ma aumentano violenza, cyberbullismo e molestie digitali

Ultime news - unonotizie.it - In occasione del Safer Internet Day, Unicef ricorda i pericoli online...

IL GIORNALISMO NELL'ERA DIGITALE / il sistema dell'informazione nel diluvio dei dati: la nuova sfida per l’etica del giornalismo

In continuità con il primo, di mercoledi 12 Dicembre 2018, s’è svolto, mercoledi 30 Gennaio...