TARQUINIA LIDO (VT): FARE VERDE LANCIA UN S.O.S. - A RISCHIO LA RISERVA NATURALE “SALINA DI TARQUINIA”. IL MARE STA LENTAMENTE DIVORANDO LA SPIAGGIA E ADESSO MINACCIA L’ESISTENZA DELLA ZONA UMIDA CHE QUEST’ANNO COMPIE TRENTA ANNI DALLA SUA ISTITUZIONE

Tarquinia, ultime news sulla riserva naturale Salina di Tarquinia - L’associazione ambientalista Fare Verde lancia un allarme sulle condizioni in cui si trova la Riserva  Naturale denominata “Salina di Tarquinia” a Tarquinia Lido (VT).
Questa importante zona di popolamento animale compie trenta anni di vita, essendo stata istituita il 25 gennaio 1980 con un decreto dell’allora Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste.

Un compleanno amaro, poiché l’oasi rischia di scomparire a causa dell’erosione provocata dal mare.


Anche questo inverno, le mareggiate hanno portato via decine di metri di spiaggia e abbattuto diversi chilometri di recinzione metallica.

Ormai le onde del mare lambiscono le vasche dove un tempo si estraeva il sale, che era successivamente lavorato nel vicino stabilimento dei Monopoli di Stato.
Anche per denunciare la gravissima situazione in cui si trova la Riserva Naturale, domenica scorsa i volontari dell’associazione ambientalista Fare Verde hanno ripulito la spiaggia antistante le Saline (ingresso accanto alla ex-base militare) asportando i rifiuti portati dal mare o abbandonati durante l’estate dai bagnanti.

L’iniziativa tarquiniese si è svolta nell’ambito della manifestazione nazionale “IL MARE D’INVERNO” che Fare Verde organizza dal lontano 1992.
I volontari sono stati impegnati a pulire diverse spiagge italiane per ricordare a tutti che l'inquinamento dei litorali è un problema che esiste per dodici mesi all'anno e non solo durante il periodo estivo.  Fare Verde è scesa nelle spiagge delle coste italiane per raccogliere i rifiuti che incivilmente o accidentalmente vengono gettati in mare. Durante le prime mareggiate invernali non è difficile osservare, passeggiando sulla spiaggia, che questa assuma per lo più l’aspetto di una vera e propria discarica.

Purtroppo il mare è un gran contenitore che conserva, trasporta e disperde qualunque cosa, ed è così che sulle nostre coste possono accumularsi oggetti spesso provenienti anche da molto lontano. Certo è che il mare e le spiagge non vengono vissuti tutto l'anno. L'attenzione dei cittadini alla tutela di questi habitat in genere si manifesta all'inizio della stagione estiva. L'iniziativa di Fare Verde, quindi, vuole lanciare un importante messaggio alla collettività e agli amministratori perché questi non si dimentichino che il mare è una risorsa che va preservata tutto l'anno, non solo ripulendola dai rifiuti ma anche effettuando un'efficace campagna di comunicazione e sensibilizzazione verso la cittadinanza.
Nel Lazio l’iniziativa ha ottenuto il patrocinio dell’assessorato all’ambiente della Regione.

Le operazioni di pulizia promosse da Fare Verde ottima occasione per informare i cittadini sulle possibilità di riduzione del mare di rifiuti che invade le vie delle nostre città, le strade, le autostrade, le ferrovie che attraversano le campagne, le aree industriali e i quartieri residenziali, le cime delle montagne e i boschi, i prati e, naturalmente, le spiagge.
Ai cittadini distribuito un volantino con informazioni sul ciclo dei rifiuti e alcuni consigli utili per ridurli a partire dall'acquisto.

I volontari di Fare Verde hanno colto l'occasione per fare anche un censimento dei rifiuti più invadenti. I dati saranno utilizzati  non solo per lanciare un grido d'allarme contro l'indifferenza, ma anche per verificare lo stato di salute dei nostri litorali, le cause del loro inquinamento e per stilare un censimento dei rifiuti più invadenti. Questi temi  saranno al centro di un convegno che sarà organizzato dall'associazione nelle prossime settimane. I dati saranno anche lo spunto per  la creazione di opuscoli informativi, per i cittadini e le amministrazioni, in modo che sentano e capiscano la necessità di attuare una politica per la riduzione a monte dei rifiuti.

Associazione ambientalista “Fare Verde” – Tarquinia (VT)









- Uno Notizie Tuscia - Tarquinia ( Viterbo ) -

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

I Rinaldoniani progenitori degli Etruschi, se ne parla a Viterbo Sotterranea

Cosa avvenne nel remoto passato in quel territorio dell’Italia centrale che oggi chiamiamo...

Martedì Grasso, ultimo giorno di Carnevale: eventi e golosità nella Viterbo Sotterranea

Martedì Grasso: cultura e golosità nella Viterbo Sotterranea con incredibili scherzi e...

Viterbo Sotterranea questa sera alle ore 19 a Studio Aperto su Italia Uno

Nella foto, durante le riprese, il fondatore di Viterbo Sotterranea  Sergio CesariniQuesta...

LA MAFIA CHE AVANZA / ad Ostia, Tarquinia, Montalto di Castro e Viterbo crescono riciclaggio e infiltrazioni mafiose

Ultime news - Unonotizie.it - Le infiltrazioni mafiose nel Lazio sono un fenomeno in continua...

DOBBIAMO MOLLARE ? / rileggiamo l'ultimo articolo scritto dall'encomiabile Luigi Daga sul periodico Tarquinia Città

A seguire l'articolo scritto 10 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

''LA MAFIA A VITERBO, UNA CITTA' SOTTO ASSEDIO'' / libro, da rileggere, di Daniele Camilli

Libri: La Mafia a Viterbo, una città sotto assedio. Ultime notizie Viterbo - UnoNotizie.it -...

San Faustino, il 15 febbraio festa dei single a Viterbo Sotterranea

San Faustino è la festa di tutti i single, in contrapposizione con San Valentino, la...

TARQUINIA, SAN GIORGIO SOS / la storia distrutta nel silenzio di sindaco e Soprintendenza

Quello che potrebbe essere l’insediamento dell’antica Rapinium, sorta nei pressi della...