Nei progetti di rilevante interesse nazionale Palermo nona in Italia

PALERMO. C’è il catamarano asimmetrico e il manoscritto inedito del giurista Gaio, il software per restaurare le immagini di interesse storico e i nuovi enzimi “ecologici” per ripulire le opere d’arte, le scoperte sulle mappe del mondo nei manuali del Medioevo inglese e le “prove di dialogo” tra la Finanza occidentale e islamica. E ancora l’alter ego comandato dal cervello per i malati che non possono muoversi, i dispositivi oculari anti-incidenti stradali, il sistema per arginare i disastri ambientali in mare, le scoperte sulle cause dell’aterosclerosi.

Sono 150 “le idee di successo”, cioè le ricerche scientifiche d’eccellenza dell’Università di Palermo, che sono state raccolte attraverso un censimento nei dipartimenti dell’Ateneo e pubblicate in un volume che costituisce la prima “mappa” di orientamento su “chi fa che cosa”. Oggi la presentazione del lavoro, alla presenza del rettore Roberto Lagalla e della dirigente della Ricerca nell’amministrazione universitaria, Patrizia Valenti.

Il rettore: “Nel bilancio 2.3 milioni di finanziamento alla ricerca”

A essere inserite nella pubblicazione, che sarà presta pubblicata e aggiornata sul web, sono state le ricerche che hanno avuto importanti in termini di brevetti, premi, applicazioni, sperimentazioni, pubblicazioni d’eccellenza. Sette le sezioni: salute dell’uomo e biotecnologie, ambiente e territorio, sviluppo eco-sostenibile, agro-alimentare, tecnologie industriali, scienze umane e sociali, beni culturali.

“Un’iniziativa mirata a portar fuor dalla cerchia degli addetti ai lavori – ha detto Lagalla – la buona ricerca che si sviluppa dentro i dipartimenti dell’Ateneo, che sono alla vigilia di una virtuosa razionalizzazione. Ricerca che è strategica per lo sviluppo del territorio e che noi vogliamo sostenere in ogni modo.

Non a caso, dopo due anni di blocco dovuto a difficoltà finanziarie, nel bilancio 2010, che si approverà a fine marzo, torneranno i fondi d’Ateneo per la ricerca, comunemente chiamati ex 60 per cento: 2 milioni e 300 mila sul 2010 e altrettanto nel 2011”. Quest’anno, poi, i progetti presentati dai ricercatori dell’Ateneo di Palermo a valere sul bando Prin (Progetti di rilevante interesse nazionale) 2008 del Ministero dell’Università e della Ricerca portano a casa la fetta più consistente dei finanziamenti ottenuti dalle Università del centro-sud.

Nella classifica assoluta, l’Ateneo di Palermo si piazza al nono posto tra le Università italiane: su 986 progetti finanziati, 27 vedono come coordinatore nazionale un docente dell’Università di Palermo, con una percentuale del 2,74 per cento e un finanziamento totale da parte del Miur che ammonta a oltre due milioni e mezzo di euro (nel 2007 la percentuale era stata dell’1.92, nel 2006 dell’1.24, nel 2005 dell’1.71).

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Cultura

SAN VITO, MINIERA DI PIOMBO E ARGENTO DI MONTE NARBA / in Sardegna da scoprire un sito spettacolare

Già esplorata a metà Settecento da Carlo Gustavo Mandel, console di Svezia a Cagliari, la miniera...

I MURALES DEL BORGO DEI PESCATORI/ a Passoscuro i murales che resistono alle tempeste

Le dune di Passo Oscuro sono un bellissimo ambiente dunale di circa tre chilometri, attraversato...

SOVANA / nel 2020 un francobollo celebra 1000 anni dalla nascita di Papa Gregorio VII

Un francobollo, nel 2020,  per il millesimo della nascita di San Gregorio VII Papa. La...

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA / 23 e 24 marzo apertura straordinaria di oltre 1.100 siti in 430 località d’Italia

Ultime news - unonotizie.it - Lo splendido paradosso della bellezza italiana è l’essere insieme...

ARCHEOMAFIE / patrimonio culturale e aggressione criminale: il fenomeno delle archeomafie

“Guardate la definizione che di Archeologo ed/od Archeologia fornisce la Treccani, come pure...

TARQUINIA, NUOVO LIBRO SILVANO OLMI / sabato 26 gennaio presentazione di “Non solo la Ciociara” sulle violenze di guerra

Ultime news - unoNotizie.it - Sarà presentato sabato 26 gennaio 2019, alle 17, nella sala del...

TUSCIA, PARCO ARCHEOLOGICO VULCI / la Regione Lazio si impegna a sostenere il Parco Archeologico di Vulci

La Regione Lazio per tramite dell’assessore al bilancio Alessandra Sartore ha dichiarato,...

UNESCO / 49 meraviglie Unesco nel Mediterraneo a rischio entro il 2100 per erosione e innalzamento mari

Ultime news - UnoNotizie.it - Una simulazione pubblicata sulla rivista Nature Communications...