Il 2 giugno una ricorrenza ma anche e soprattutto la festa di compleanno della Repubblica che sarà “coinvolgente e gioiosa”. Così l’assessore regionale Serenella Moroder, questa mattina in Prefettura alla presentazione della festa della Repubblica, che verrà celebrata ad Ancona, quest’anno con molti elementi di novità, e con ampio coinvolgimento di tutte le istituzioni, Regione, Provincia, Comune, dei sindaci, delle associazioni e degli enti, dei reduci, delle scuole, dell’università, dei giovani, della cittadinanza.

Tutti chiamati a festeggiare nella propria città, su sottofondo musicale evocativo tra cui l’Inno delle Marche di Giovanni Allevi, “insieme, perché la festa della Repubblica riguarda ogni cittadino, ciascuno di noi, la nostra comunità. E’ il compleanno della Repubblica e come tale dobbiamo festeggiarlo” ha ricordato l’assessore Moroder.      
A presentare l’evento nella Sala delle Bandiere, il viceprefetto vicario, Antonio Corona, in presenza, oltre che dell’assessore Moroder, del vicepresidente del Consiglio regionale, Paola Giorgi, del vicepresidente della Provincia, Giancarlo Sagramola, del sindaco di Ancona, Fiorello Gramillano, e del comandante Andrea Fazioli della Marina.

“E’ il nostro giorno - ha continuato l’assessore Moroder - delle donne e degli uomini, di ogni città, paese o borgo. E’ la festa dei nonni, che hanno contribuito alla nascita della Repubblica, è la festa dei nipoti, testimoni di democrazia di oggi e di domani.
In questa celebrazione, il nostro pensiero va alle donne che votarono per la prima volta proprio il 2 giugno 1946, determinando con il loro voto la nascita della Repubblica Italiana.

In questa ricorrenza, noi che rappresentiamo i cittadini italiani nelle istituzioni, vogliamo onorare il sacrificio delle donne e degli uomini della Resistenza e di tutti i caduti di guerra. Vogliamo guardare insieme alle nuove generazioni al futuro, orgogliosi della nostra identità e del nostro passato a cui non volteremo mai le spalle perché rappresenta una grande ricchezza”. Manifesteremo così il nostro impegno, per una convivenza pacifica, - ha concluso l’assessore – per “una collettività sempre più integrata e solidale, per uno sviluppo equilibrato della comunità internazionale. Saremo sempre custodi e garanti della Costituzione repubblicana. E abbiamo il compito di trasmettere questo messaggio ai giovani”.



- Uno Notizie, Ancona - Ultime news Marche

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? / ultimo articolo su Tarquinia Città dell'On. Luigi Daga. Scrive anche di mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

PALAZZO E VILLA FARNESE DI CAPRAROLA, COSA VEDERE, VISITE GUIDATE

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

Un taxi carico d'amore incontra la Viterbo Sotterranea

Viterbo, piazza della Morte è silenziosa e fin troppo tranquilla; poche persone passeggiano a...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...