Ultime notizie Tuscia - Importante manifestazione pubblica, organizzata da molte associazioni ambientaliste e dei consumatori, nell’ambito dell’iniziativa di Legambiente Circolo Lago di Vico “Spiagge Pulite”.

Di fronte all’ingresso del Centro Chimico militare NBC o Città della Chimica,  sono stati distribuiti volantini da parte del comitato per l’acqua potabile e una diffusione straordinaria del giornale Grandangolo On Line e del rapporto 2009 dell’Osservatorio Ambiente e Legalità “Rosario Livatino”.

Buona la partecipazione dei cittadini che hanno così evidenziato la richiesta di essere ascoltati ed informati seriamente sui rischi per la  salute che derivano da un ambiente contaminato. Presenti molte associazioni che hanno partecipato con bandiere e striscioni, tra queste Accademia Kronos con il presidente nazionale Ennio La Malfa, il comitato per l’acqua potabile, l’associazione italiana cultura e sport AICS comitato provinciale e regionale del Lazio, l’associazione Grandangolo, l’ADUC.  Presenti poco distanti dall’area riservata per la manifestazione anche il partito dei Verdi e dell’Italia dei valori, che hanno voluto in questo modo dimostrare il loro interessamento al problema e nello stesso tempo non hanno voluto disturbare l’iniziativa delle associazioni ambientaliste.

Molti i rappresentanti delle istituzioni presenti: L’on Angelo Bonelli consigliere regionale, ha assicurato l’impegno dei Verdi per la soluzione definitiva del problema; il consigliere provinciale e Sindaco di Corchiano Bengasi Battisti, ha rilevato quanto sia importate l’appoggio dei cittadini alle manifestazioni; il sen. Antonio Capaldi, ha comunicato che anche il Consiglio comunale di Ronciglione ha finalmente fatto proprie le preoccupazioni dei cittadini, votando all’unanimità due ordini del giorno finalizzati al risanamento ambientale del lago; L’assessore all’ambiente Arcangelo Giorgi, ha parlato delle iniziative che il Comune di Caprarola ha preso con la limitazione d’uso dei pesticidi, in fasce di rispetto,  imposta con ordinanza agli agricoltori; Il consigliere provinciale dell’Italia dei Valori Giovanni Francola, ha relazionato, altresì, sulle iniziative che la provincia di Viterbo ha discusso ed approvato nella sua prima riunione del Consiglio.

Sono state raccolte molte firme in calce ad una petizione che verrà presentata quanto prima al Presidente del Senato e della Camera dei Deputati, ministro della salute e dell’Ambiente e ad altre Istituzioni.

Il lago di Vico e il suo hinterland, infatti, sono un patrimonio della collettività e le acque del lago servono da approvvigionamento idrico per le cittadine di Ronciglione e Caprarola.
Molteplici le cause che hanno portato al progressivo inquinamento delle acque del lago di Vico: L’eccessivo apporto di nutrienti, derivante soprattutto da una agricoltura non rispettosa dell’ambiente e della salute, con l’eutrofizzazione e la comparsa dell’alga rossa (planthotrix rubescens), che come è noto rilascia tossine cancerogene. Non da trascurare il Centro NBC, che ha probabilmente contribuito in maniera determinante all’inquinamento dell’ambiente.

E’ giusto, quindi, che i cittadini stessi si mobilitino per richiedere alle Istituzioni un’operazione vera di trasparenza per far luce sui segreti di stato e comprendere realmente cosa si nasconde, in profondità, nel Centro chimico di Ronciglione, produttore e poi magazzino di tutta l’Italia di armi non convenzionali, di distruzione di massa. E quindi richiedere l’avvio immediato dell’opera di risanamento dell’intero ecosistema lacustre.

L’operazione “Spiagge e Fondali puliti 2010”, ha visto molti volontari hanno muniti di guanti e rastrelli che hanno riempito i sacchi di rifiuti. Al termine dell’iniziativa sono stati riempiti sacchetti di terra sui quali è stato scritto:”Terra da bonificare”, che verranno consegnati al Centro logistico interforze di Civitavecchia e alla Regione Lazio. Il gesto simbolico sta a sottolineare la necessità d’intervenire con urgenza sul territorio, che è anche Riserva naturale.

La manifestazione quindi è ben riuscita perché ha coinvolto le popolazioni.
C’è, quindi, da stare tranquilli che tutto andrà per il meglio?
Associazioni ambientaliste, amministrazioni, enti, istituzioni, tutti si stanno interessando al lago di Vico e ai suoi problemi.
Intanto però a Ronciglione viene ancora distribuita nelle abitazioni acqua non potabile e piena di arsenico, e l’ordinanza dell’8 gennaio di proibizione d’uso viene contraddetta e modificata con altri atti contradditori; mentre a Caprarola il Comune dice addirittura che la sua acqua è potabile, perché ben depurata dei pesticidi che gli agricoltori riversano nel lago, solo 5 giorni alla settimana e non nei trenta metri dalle acque.

Cosa debbono fare i cittadini per essere informati chiaramente sull’acqua che viene distribuita nelle case e nelle scuole e negli esercizi pubblici, che chiedono il rispetto della loro salute e dell’ambiente e che vorrebbero atti concreti che portino alla distribuzione di acqua potabile magari con le autobotti?
E’ la domanda che poniamo a tutte le Istituzioni dello Stato, visto che tutte riconoscono la gravità della situazione e a parole si stanno interessando, ma i fatti sono solo sulla carta.

Eppure siamo convinti che sia possibile vincere questa battaglia contro l’omertà delle amministrazioni locali, contro il loro modo di concepire il rapporto con la collettività, per questo continueremo ad impegnarci.
Dobbiamo pretendere acqua potabile nelle abitazioni.  Dobbiamo chiedere di smetterla di avvelenarci.

Presso l’ADUC, Il comitato per l’acqua potabile, la Federconsumatori e la Adiconsum è possibile riempire i moduli per la richiesta di rimborso del canone acqua 2008 e 2009 e firmare la petizione rivolta alle Istituzioni.


- Uno Notizie Tuscia, Viterbo - ultime news Ronciglione -

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Un libro di Antonello Durante per capire il Green New Deal

Il Gruppo Albatros il Filo ha pubblicato per la collana Nuove Voci I Saggi, un agile volume di 110...

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...