Il punteruolo rosso, il “rhynchophorus ferrugineus Oliver 1970” originario dell’Asia sudorientale, micidiale coleottero della specie delle palme, sta ormai da anni decimando il patrimonio palmizio della nostra città.

Nel 2009 intervenni per segnalare la presenza di questo micidiale coleottero affinché si intervenisse in modo energico e coordinato per fermare il diffondersi dello stesso parassita.
Recentemente il 11 maggio 2010 segnalai come questo coleottero fosse presente anche lungo la “strada litoranea” direzione Civitavecchia con una palma colpita da attacco da punteruolo rosso.
Oggi tristemente devo segnalare un altro caso in cui il punteruolo è presente, la zona è lungo la “strada del Mandrione delle Saline” a pochi centinaia di metri dal lungo mare dove sappiamo tutti essere presenti bellissime palme.

A livello normativo segnalo inoltre che con la “determina dirigenziale C0472 del 03 marzo 2010 sono state aggiornate le aree infestate dal punteruolo rosso su territorio della Regione Lazio”, dove Tarquinia risulta “area di insediamento” la situazione è quindi grave e richiede a questo punto un tempestivo intervento da parte dell’amministrazione comunale di Tarquinia.

Infatti secondo la delibera regione Lazio n. 390 del 15 maggio 2007 nel suo ritenuto dichiara di “dover coinvolgere” ai sensi dell’art. 54, comma 2 del D.Lgs. n. 267/2000, le “amministrazioni comunali”, il cui territorio ricada nelle aree di focolaio segnalate.
In questi anni tante sono state le segnalazioni all’amministrazione comunale da parte di tecnici agronomi e specialisti giardinieri come da associazioni ambientaliste vedi “Fare Verde”, è chiaro che l’amministrazione comunale di Tarquinia è informata del fenomeno.

Mi domando e chiedo che cosa si sta facendo sul problema? Aspettiamo forse che il fenomeno si diffonda più di quanto è ora diffuso? E’ necessario che l’assessore all’ambiente e all’agricoltura si attivi per fermare questo fenomeno.

Il 16 giugno 2010 ho depositato una lettera all’assessore all’Agricoltura del comune di Tarquinia, sig. Giovanni Olivo Serafini, per segnalare il diffondersi dell’organismo il punteruolo rosso delle palme, sperando che questa ulteriore sollecitazione possa smuovere l’amministrazione comunale di Tarquinia, perché è ora di intervenire.


Alessio Gambetti, Popolo della Libertà di Tarquinia

Uno Notizie, Tarquinia (Lazio) – Ultime news ambiente Tuscia

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...