Toscana, ultime notizie turismo - Gioved� 8 luglio il Museo del Tessuto di Prato tirer� su il sipario sugli Stati generali del Turismo d'area metropolitana con una giornata dedicata al confronto e all'approfondimento legato ai temi del recente accordo siglato fra le Province di Firenze, Prato e Pistoia. L'accordo stabilisce alcuni punti fermi sia sui segmenti turistici di valore metropolitano da privilegiare per la promozione a tre dei prossimi anni, sia sui mercati a cui rivolgere in particolare la propria attenzione.


�Le province di Firenze, Prato e Pistoia possono mettere in campo una valenza turistica di eccellenza, che gli Stati generali di area metropolitana devono ancor pi� valorizzare mettendo a sistema questo grande potenziale attrattivo. Abbiamo l�occasione per far innescare un salto di qualit� ad un settore vitale che per� risente ancora dei contraccolpi della crisi� afferma l�Assessore al Turismo della Provincia di Firenze, Giacomo Billi.

�L'approccio di un territorio vasto e ricco di opportunit� ci permetter� di modulare la promozione cucendola addosso alla tipologia di turista considerando anche la sua provenienza � dicono l'assessore al Turismo della Provincia Antonio Napolitano e il direttore dell'Apt Alberto Peruzzini � L'accordo infatti si articola su un ventaglio di segmenti utilizzabili in modo flessibile secondo le diverse modalit� di viaggio e le diverse richieste�.

I SEGMENTI TURISTICI 'METROPOLITANI' � Il tema degli Etruschi, popolo antichissimo e in parte ancora misterioso, offre una chiave di lettura del territorio suggestiva e avvincente, in un percorso che si snoda dalla citt� etrusca di Gonfienti (Prato) per toccare l�area archeologica di Fiesole, il Museo Archeologico nazionale di Firenze e quello di Artimino, le tombe etrusche di Sesto Fiorentino, Poggio alla Malva, Prato Rosello, Comeana, Montefortini, Pietramarina, i percorsi che attraverso la citt� di Pistoia conducono ai confini montani dell�antica Etruria e infine la cosiddetta 'via dei due mari' che collegava l�antica Spina (Comacchio) con Pisa. L'arte moderna e contemporanea costituisce indubbiamente un'altra chiave di lettura del territorio interessante e alternativa. Dal Centro Pecci alla collezione Gori a Celle, dal Parco Pazzagli di Rovezzano al Centro per la Cultura contemporanea Strozzina a Firenze fino all'arte ambientale del Parco di Pinocchio di Collodi e agli itinerari liberty da Montecatini e ai percorsi d�autore seguendo le tracce di artisti e scultori come Pietro Cascella, Quinto Martini e Jorio Vivarelli. Per il turismo scolastico si lavorer� su interventi che rafforzino la qualit� dell�offerta di viaggi di istruzione. Dalla ricettivit� qualificata e diffusa nei tre territori provinciali, a servizi e facilities per chi sceglie di programmare le gite scolastiche nell�area metropolitana toscana con l'obiettivo anche di incentivare la decongestione dei flussi dal centro storico di Firenze nei periodi di alta stagione, a beneficio degli altri territori. Per il segmento del turismo sportivo e ambientale si partir� dal trekking e dal cicloturismo per sfruttare la grande diversit� di opportunit� offerte dai percorsi sia da un punto di vista tecnico (grado di difficolt�, pendenza, lunghezza del percorso, ecc.) che pi� squisitamente turistico. La rete di percorsi segnalati � vastissima e garantisce una offerta strutturata che pu� essere apprezzata da un turismo specializzato. Un contributo lo daranno anche le ippovie che favoriscono una viabilit� lenta e rispettosa dell�ambiente e incoraggiano lo sviluppo dei territori rurali attraverso la formazione di una rete di imprese e di servizi e la progettazione di pacchetti turistici ad hoc, attraverso la creazione della rete delle ippovie Mugello�Calvana�Montagna pistoiese. Il turismo congressuale, che da solo genera quasi il 30% del fatturato turistico italiano (e la Toscana � al terzo posto nella graduatoria nazionale), sar� incentivato attraverso intese tra i Convention Bureau di Firenze e di Montecatini Terme e le quattro Apt. Mentre il turismo termale punter� naturalmente su Montecatini Terme e Monsummano, il primo dei quali ha superato 1 milione e 600 mila presenze nel 2009. Infine il turismo accessibile, che significa non solo come assenza di barriere architettoniche, ma anche assenza di barriere psicologiche, culturali e comunicative.

I MERCATI - Indispensabili sono poi le strategie di mantenimento e rafforzamento della posizione di mercato. Nell'accordo c'� un ventaglio di azioni che costituisce una base di partenza per la collaborazione e che punta a rafforzare soprattutto il mercato italiano e quello europeo. Il consumatore turistico italiano resta infatti il principale obiettivo di mercato delle tre province. L�attenzione verso l�utenza nazionale sar� quindi sempre alta, ma per il bacino di competenza delle quattro Apt, il mercato estero pi� importante di in-coming � la Germania, che rappresenta circa un terzo dell�intero movimento straniero. Per Prato in particolare il trend fornito dalle prime proiezioni aprile-giugno 2010 (i numeri veri ancora non ci sono), oltre a mostrare un rassicurante segno pi� generale, segnala il ritorno della crescita di tedeschi, francesi e spagnoli, il tradizionale  zoccolo duro delle nostre presenze. Quello tedesco in particolare � un sistema turistico altamente evoluto, con un mercato mediato fortissimo sia per numero e grandezza dei tour operator, sia per la vasta articolazione quantitativa delle agenzie di viaggio. Anche il Regno Unito per� � un mercato importante. A causa delle difficolt� economiche i turisti britannici stanno concentrandosi sulle rotte europee. L�opportunit� della vicinanza aerea, grazie anche alle linee aeree low cost, pu� costituire per le province di Firenze, Prato e Pistoia un sicuro vantaggio. Fra le scelte dell'accordo sul piano internazionale ci sono paesi dal turismo consolidato come Stati Uniti e Canada, ma anche emergenti, come la Cina. � sicuramente complicato avere successo presentandosi in ordine sparso in un paese che ha oltre 1 miliardo di abitanti e dove quasi il 13% circa della popolazione urbana appartiene alla classe media. Inoltre le vacanze cinesi si concentrano fra gennaio e febbraio (per il Capodanno cinese), in maggio e in ottobre per la festa della Repubblica. La modalit� turistica cinese prevalente � quella del viaggio organizzato, le attrattive pi� richieste il buon cibo, l�efficienza delle infrastrutture, la qualit� del paesaggio e dell�accoglienza, ma anche la possibilit� di shopping. Fra i mercati emergenti non � stata dimenticata l'India che continua a crescere a ritmi vertiginosi. La popolazione indiana benestante potrebbe scegliere sempre di pi� i paesi europei. A differenza dei turisti cinesi per�, che a oggi viaggiano solo in gruppo, i turisti indiani amano muoversi in modo autonomo, sono pi� sofisticati e conoscono bene la 'cultura' del viaggio, avendo una forte attitudine all�internazionalizzazione culturale.



- Uno Notizie Toscana - ultime news Prato -

 

 

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Turismo

Benvenuti al Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

CIVITA DI BAGNOREGIO BELLEZZA MONDIALE

Negli ultimi sette anni si sono registrati numeri in aumento di visitatori italiani e stranieri;...

Altare prima del trono: nacque a Sovana Gregorio VII, Papa che cambiò la storia

L'altare prima del trono: a Sovana Gregorio VII, il Papa che cambiò il corso della storia...

Tuscia, turismo all'aperto: emozionanti visite guidate a Viterbo e Civita di Bagnoregio

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. In...

Viterbo, visite guidate. Cosa vedere in un giorno: prosegue “VITERBO SOTTOSOPRA”

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. Nella...

Alto Adige, estate all’aria aperta sulle Dolomiti

Dopo l’emergenza Covid-19 tutti sentiamo la necessità di ossigenare mente e corpo e di...

PALAZZO FARNESE A CAPRAROLA, COSA VEDERE CON LE VISITE GUIDATE

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

Orchestra Italiana del Cinema: video e nuovo hahstag “Tutti Amiamo L’Italia

L’Orchestra Italiana del Cinema pubblica un suggestivo video di ottimismo e speranza lanciando il...