Golfo del Messico, ultime news
- Sta morendo uno degli angoli del pianeta più noti e frequentati per le sue bellezze naturali, ma, soprattutto, più delicati perché da lì nasce la Corrente del Golfo, ossia quella corrente marina che, salendo verso Nord, mentre mitiga la temperatura a tutta la costa atlantica degli Usa fino ad arrivare alla costa occidentale dell'Inghilterra, è un punto di riferimento ambientale fondamentale per una gran parte della fauna marina.


I fatti:
- 20 aprile, esplode e affonda, a 70 km dalle coste della Luisiana, la piattaforma off shore della BP, Deepwater-Horizon con 11 morti. Ogni giorno 5000 barili di petrolio (circa 800.000 litri) si riversano in mare.

- 6 luglio, il sito Internet dell'Agenzia ANSA pubblica la seguente notizia: «ROMA - La marea nera del Golfo del Messico ha "spezzato" la Loop current, una delle principali componenti della Corrente del Golfo e uno dei motori che contribuisce a riscaldarla. Lo segnala uno studio italiano, secondo il quale è impossibile prevedere come si evolverà la situazione, ma se questo processo proseguirà, potrebbero esserci serie conseguenze per la Corrente del Golfo, la corrente calda che percorre l'Atlantico fino al Nord Europa.»

- 7 luglio, da una inchiesta condotta da Associated Press (http://www.lastampa.it/multimedia/multimedia.asp?IDmsezione=10&IDalbum=27785&tipo=VIDEO) si viene a sapere che 27mila pozzi petroliferi, ignorati per decenni e mai ispezionati per accertare se vi siano perdite in mare, sono  abbandonati nei Golfo del Messico: un vero e proprio "campo minato ambientale".
Il Circolo "AmbienteScienze" osserva allora che per la politica mondiale dovrebbe essere giunto il momento di chiedersi se non sia il caso di mettere dei limiti alla Crescita così come fino ad ora è stata concepita. Non è più tollerabile per il suo perseguimento mettere a rischio il delicatissimo ed insostituibile equilibrio tra l'uomo e l'ambiente in cui egli vive. Laddove questo succede, perché non può essere ritenuto un reato contro la stessa umanità?


Benito Fiori
Vicepresidente
www.worldwewant.org

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...