Egregio Direttore,

Abbiamo letto  sulla stampa dei duri attacchi che ha dovuto subire qualche giorno fa il Presidente della Confindustria del Lazio per aver osato affermare,  quello che è ormai di dominio pubblico, ovverosia che l’ambizioso ed impossibile progetto del grande aeroporto internazionale di Viterbo è definitivamente naufragato.

Anche la diplomazia del Vice-Presidente della Commissione Europea non è riuscita a far di più che affermare che mancano le infrastrutture e i soldi e che non lo preoccupa la tempistica: “per fare uno scalo non ci si mette un anno!(sic!)”. E  anche questo è fatto noto visto che, non solo nella bozza di sintesi di studio sul piano aeroporti commissionato da ENAC a tre qualificate società, si parla per Viterbo in termini di -2030 ma anche nell’Allegato IV allo schema di decisione di finanza pubblica per gli anni 2011-2013, presentato dal  Governo, si formulano prospettive di realizzazione dell’aeroporto al 2020, fermo restando che prima si facciano le infrastrutture di collegamento.
(vedi  pagg.. 19-20 e 118 http://www.csaeroportotuscia.it/e107_files/public/allegato_iv.pdf

Ma allora da dove nasce tutto questo astio verso il presidente Stirpe da parte dei nostri autorevoli concittadini.
Forse dall’ignoranza, intesa come non conoscenza degli studi che sono stati fatti in proposito e con una certa accuratezza ,come quello elaborato di recente  dalla stessa Confindustria Lazio sul “Quadrante settentrionale” da noi pubblicato e diffuso in un precedente comunicato. http://www.csaeroportotuscia.it/e107_files/public/confindustria_lazio_interventi_viabilit_e_fs.pdf

Se così è e continua ad essere anche in dibattiti politici di più ampio respiro che investono la credibilità dell’intero sistema Paese, di fronte la pervicacia a rifiutare “virtute e conoscenza” non rimane che consolarci assecondando  il celebre motto che recita né più e né meno così: “Non discutere mai con un ignorante, ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza”.

Vive cordialità.
S.T.A.S.A. 
La redazione

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...