RIFORMA UNIVERSITA', GOVERNO BERLUSCONI: DDL GELMINI / la legge Gelmini passa ma le proteste in Italia non si fermano. Ultime notizie Italia - Roma - Dopo una giornata di tensione, con camionette delle forze dell'ordine che hanno impedito l'accesso dei manifestanti a Montecitorio, in serata si è proceduto alla votazione del ddl Gelmini.
La Camera dei deputati ha approvato la riforma dell'Università con 559 votanti di cui 307 sono stati sì.

Il passo successivo si avrà il 9 dicembre 2010, quando si tornerà al Senato per il via libera finale.

Il ddl si compone di 25 articoli che rivedono la governance degli atenei, il reclutamento di ricercatori e professori, l'introduzione di un codice etico per le università.

Ma gli studenti, i professori e i ricercatori universitari fanno notare che la riforma è pesantemente penalizzante per il sistema universitario e non si arrendono.
L'Unione degli universitari (Udu) dichiara: "Non ci fermeremo fino a che il ddl Gelmini non sarà ritirato. Si tratta di una riforma ingiusta - continua - che mira a distruggere l'Università pubblica italiana. In gioco c’è il nostro futuro."

Sotto accusa in particolar modo alcuni passaggi della riforma, come quelli che vanno a minare i dottorati di ricerca che da oggi, infatti, potranno essere tutti senza borsa di studio.
Inoltre c'è il fondato timore che i moltissimi tagli che riguardano il mondo universitario potranno portare al collasso anche molte università storiche.

Commenti

VORREI DIRE A MARIA STELLA GELMINI, NIPOTE CARNALE DEL NOTO DON PIERINO GELMINI, DELLA COMUNITA´ INCONTRO DI TERNI, (PRETE VICINO A FORZA ITALIA), PERCHE´ SONO PREVISTI TANTI SOLDI PER SCUOLA ED UNIVERSITA´ PRIVATA E POCO PER IL PUBBLICO. COSI´ L´ITALIA E L´ISTRUZIONE PUBBLICA CHE FINE FANNO ?
commento inviato il 01/12/2010 alle 1:00 da Maria  
bhè direi che è molto chiaro questo governo cioè il sig.Berlusconi cicchitto gelmini garfagna bossi ovviamente sono cosi bravi.... Ammazzare tutto ciò che è pubblico,diamo i soldi ai privati cosi come la scuola che se siamo fortunati i nostri figli possiamo mandarli alla scuola privata se non ne hai ci prendiamo quello che rimane popolo di serie a (ricchi) e popolo di serie b(noi poveri sfigati),poi la sanita altro dente dolente,diamo soldi ai privati alle cooperative alle pubbliche assistenze con questi volontari che girano su delle ambulanze senza sapere cosa fare e invece ai dipendenti del usl togliamo i soldi 150e circa dal 1 gennaio e cosi ci vuole anche la fortuna a star male perche togliamo le ambulanze con infermiere e autista e mettiamo ambulanze di volontari complimenti a questo governo tanti ma tanti poi mi chiedo come può girare l´economia se ci tolgono soldi servizi e altro ancora,vorrei dire alla gente che legge questo che i nostri avi sono morti per dei diritti che
commento inviato il 02/12/2010 alle 1:39 da max  
add
add

Altre News Attualità

TV: San Martino al Cimino a Paese che Vai

Sabato prossimo, 21 maggio, “Paese che Vai”, la seguitissima trasmissione di Cusano Italia TV,...

Tuscia: a Soriano nel Cimino ”Carabinieri: storie di uomini stra…ordinari”

Nella prestigiosa sede del Comune di Soriano nel Cimino (Vt) il giorno 14 maggio 2022, a partire...

A Paese che Vai Sant'Angelo, 'Il paese delle fiabe' e Roccalvecce

Sabato prossimo, 7 maggio, “Paese che Vai”, la seguitissima trasmissione di Cusano Italia TV,...

Viterbo, Villa Lante di Bagnaia: si entra gratis il primo maggio

La spettacolare Villa Lante di Bagnaia, è visitabile ad ingresso gratuito, su...

Primo maggio a Viterbo Sotterranea

Il 1 maggio Viterbo Sotterranea rimane aperta per accogliere tutti i visitatori. In programma...

Vignanello e il Castello Ruspoli a "Paese che Vai

Sabato prossimo, 16 aprile, “Paese che Vai”, la seguitissima trasmissione di Cusano Italia TV,...

A Viterbo Sotterranea in vendita l'interessante libro sull'Arma dei Carabinieri

Il titolo accattivante e originale del libro, “Carabinieri: storie di uomini...

Maremma Toscana: Saturnia, Montemerano, Sovana e Manciano sabato in TV

Saturnia, Montemerano, Sovana e Manciano sabato in TV a "Paese che Vai"Sabato prossimo, 9 aprile,...