ITALIA, SCIOPERO GENERALE RAI / venerdì 10 dicembre 2010 manifestazione davanti sede RAI in via le Mazzini.
Ultime notizie Rai - Roma -
Il 10 dicembre è stato il giorno dello Sciopero Generale della RAI e della grande manifestazione di fronte al palazzo di Viale Mazzini.

Dal 17 di novembre ad oggi, la Segreteria Generale e Nazionale del LIBERSIND CONFSAL ha avuto il piacere di incontrare, nelle assemblee tenutesi nelle varie realtà aziendali, sedi regionali, centri di produzione ed uffici di Direzione Generale, tantissimi colleghi lavoratori, realmente preoccupati per il grave momento aziendale ma nel contempo motivati a dare il loro contributo alla riuscita della lotta sindacale.

Tra le molte domande poste dai lavoratori riuniti in assemblea alle segreterie dei sindacati presenti, le più ricorrenti sono quelle che chiedevano chiarimenti su due punti sostanziali: cosa sono le esternalizzazioni e quale sarà l’azione del sindacato dopo lo sciopero.

Per quanto riguarda il tema delle esternalizzazioni va detto che l’azienda, al momento,  procede con quanto previsto sul piano industriale secondo le modalità previste dalla legge, ossia potrebbe avviare presto le cosiddette procedure di “cessione di ramo d’azienda”.

Questa procedura prevede che i lavoratori della RAI attualmente inquadrati nei vari settori a rischio quali Abbonamenti, Contabilità, ICT, Acquisti e Servizi, Trucco e Parrucco, Costumi, Riprese Esterne, Scenografia, RAI WAY, possano essere “ceduti” a società private, che applicano un contratto diverso da quello del gruppo RAI, dove è previsto che si possa  ricorrere alla cassa integrazione e poi al licenziamento per esubero di personale. Sono previsti dal piano industriale RAI infatti 1200 lavoratori di troppo.

Questi del resto non sarebbero che i primi settori ad essere esternalizzati, molti altri seguirebbero presto la stessa sorte.

La lotta sindacale avviata dal LIBERSIND CONFSAL e dalle altre quattro Organizzazioni Sindacali esclusa la sola CISL vuole contrastare nettamente questo devastante scenario.

Quale sarà l’azione del Sindacato dopo il 10 dicembre?

Come é facile immaginare, molto dipenderà dal grado di adesione allo sciopero e dalla riuscita della manifestazione pubblica, poiché ad un grande sciopero corrisponderà una grande forza del sindacato nell’imporre alla RAI, nei giorni che seguiranno, di eliminare i nefasti contenuti del piano industriale a favore di un confronto sindacale duro, serrato ma nel contempo costruttivo di un futuro per l’azienda e conseguentemente per i lavoratori.

Per questa ragione non si può dubitare o pensare di mettersi a posto la coscienza pensando che “tanto a me la questione non mi riguarda”. E’ necessario invece scioperare compattamente per dare una risposta inequivocabile alla RAI e ad alcune frange della politica che vogliono la morte del servizio pubblico radiotelevisivo nel nostro paese.
                                                
Segr. Nazionale    
Libersind Confsal

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

TV: San Martino al Cimino a Paese che Vai

Sabato prossimo, 21 maggio, “Paese che Vai”, la seguitissima trasmissione di Cusano Italia TV,...

Tuscia: a Soriano nel Cimino ”Carabinieri: storie di uomini stra…ordinari”

Nella prestigiosa sede del Comune di Soriano nel Cimino (Vt) il giorno 14 maggio 2022, a partire...

A Paese che Vai Sant'Angelo, 'Il paese delle fiabe' e Roccalvecce

Sabato prossimo, 7 maggio, “Paese che Vai”, la seguitissima trasmissione di Cusano Italia TV,...

Viterbo, Villa Lante di Bagnaia: si entra gratis il primo maggio

La spettacolare Villa Lante di Bagnaia, è visitabile ad ingresso gratuito, su...

Primo maggio a Viterbo Sotterranea

Il 1 maggio Viterbo Sotterranea rimane aperta per accogliere tutti i visitatori. In programma...

Vignanello e il Castello Ruspoli a "Paese che Vai

Sabato prossimo, 16 aprile, “Paese che Vai”, la seguitissima trasmissione di Cusano Italia TV,...

A Viterbo Sotterranea in vendita l'interessante libro sull'Arma dei Carabinieri

Il titolo accattivante e originale del libro, “Carabinieri: storie di uomini...

Maremma Toscana: Saturnia, Montemerano, Sovana e Manciano sabato in TV

Saturnia, Montemerano, Sovana e Manciano sabato in TV a "Paese che Vai"Sabato prossimo, 9 aprile,...