No al nucleare, Legambiente ultime notizie - “Buonanotte nucleare!”. È questo l’augurio ironico di Legambiente al nuovo presidente dell’Agenzia per la sicurezza nucleare Umberto Veronesi, che recentemente ha dichiarato come i rifiuti radioattivi non siano un problema a tal punto da immaginare di portarli nella propria camera da letto. La risposta di Legambiente non si è fatta attendere. Il 6 dicembre  l’associazione ambientalista, con un blitz davanti alla sede del Ministero dello Sviluppo economico, ha attrezzato simbolicamente una camera da letto matrimoniale, con tanto di abatjour sopra a due comodini realizzati con fusti radioattivi, dove riposavano due attivisti di Legambiente in pigiama, sotto uno striscione dallo slogan eloquente “Sogni d’oro”.

“Lo smaltimento definitivo delle scorie radioattive più longeve - dichiara Stefano Ciafani, responsabile scientifico di Legambiente - è un problema irrisolto in tutto il mondo, a partire da Francia e Stati Uniti. Dopo oltre 50 anni dall’avvio dei primi programmi nucleari civili non è attivo un solo deposito al mondo che ospiti definitivamente i rifiuti ad alta attività, che continuano invece ad essere stoccati in depositi temporanei”.

Legambiente ricorda, poi, che l’impatto ambientale di depositi definitivi è tutt’altro che nullo come sostenuto dalla propaganda nuclearista. Ad Asse, in Bassa Sassonia, ad esempio, si sta valutando l’ipotesi costosissima, ma forse inevitabile, di svuotare il sito di smaltimento geologico dei rifiuti a media e bassa attività creato nell’ex miniera, perché all’interno sono state rilevate grandi infiltrazioni di acqua.

L’atomo è una tecnologia sul viale del tramonto: i costi esorbitanti e la liberalizzazione del mercato elettrico costituiscono il più grande ostacolo alla diffusione del nucleare nel mondo. Anche secondo le stime più ottimistiche dell’Agenzia internazionale dell’energia atomica il nucleare garantirà la copertura della domanda elettrica per il 13,5%-14,6% al 2020 e tra il 12,6% e il 15,9% al 2030, valori comunque più bassi dei livelli degli ultimi anni.



www.legambiente.it

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? /l'ultimo articolo su Tarquinia Città di Luigi Daga. Parla anche della mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...