Il complesso dei Musei Vaticani si arricchisce di nuovi percorsi portando la didattica oltre la barriera fisica. Nella consapevolezza della propria missione educativa, infatti, i Musei hanno investito nuove risorse nella creazione e nella formazione di due inediti percorsi didattici creati ad hoc per i non vedenti e i sordi. Le caratteristiche del nuovo progetto museale sono state rese note durante la conferenza di presentazione svoltasi presso la Pinacoteca Vaticana in presenza di numerose  autorità tra cui il cardinale Giovanni Lajolo, presidente del Governatorato pontificio e Antonio Paolucci, presidente dei Musei Vaticani.

Grazie alla straordinaria varietà di opere d’arte custodite all’interno dei suoi ambienti, i Musei rappresentano un vero e proprio tesoro da scoprire in maniera attiva e creativa, e grazie al nuovo progetto didattico, anche coloro che hanno impedimenti fisici invalidanti avranno l’opportunità di studiare le opere attraverso un programma di visite guidate basate su itinerari multisensoriali e sulla Lingua dei segni italiana (Lis).

Con l’ausilio di un gruppo di operatori didattici specializzati, i non vedenti verranno accompagnati in un percorso itinerante che permetterà loro di conoscere iconograficamente alcuni capolavori d’arte mediante l’esplorazione tattile di tavole termoformate e bassorilievi prospettici corredati di legenda in braille o a carattere ingrandito. Alla conoscenza puramente tattile verrà infine integrato un percorso didattico-comunicativo multidisciplinare con l’ascolto di brani poetici e predisposizione sensoriale  tramite linguaggi letterari e musicali con richiami analogici e sinestetici. In questo modo la persona sarà in grado di captare il messaggio artistico al di là del dato sensibile.

Anche le persone sorde potranno beneficiare di percorsi  conformi alle loro necessità. In entrambi i casi risulta vincente l’intento didattico dei musei di agevolare la fruizione culturale anche alle categorie più svantaggiate sotto questo punto di vista.

Alessandra Sorge


 

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Cultura

ETRUSCHI, MONTE DIO TINIA /a Tarchna e Viterbo (Surna) ammaliati da vento e fulmini

  […] All'improvviso appare ai nostri occhi uno dei più bei paesaggi che io abbia mai...

I Rinaldoniani progenitori degli Etruschi, se ne parla a Viterbo Sotterranea

Cosa avvenne nel remoto passato in quel territorio dell’Italia centrale che oggi chiamiamo...

ARCHEOLOGIA, TARQUINIA, SCAVI DI GRAVISCA / ricerche nello scavo di Gravisca tra le 10 importanti scoperte mondiali

Ultime news Tarquinia, archeologia e storia - UnoNotizie.it - Le ricerche nello scavo di Gravisca,...

TOSCANA, SOVANA / quest'anno un francobollo ricorda 1000 anni dalla nascita di Papa Gregorio VII

Un francobollo, nel 2020,  per il millesimo della nascita di San Gregorio VII Papa. La...

SAN VITO, MINIERA DI PIOMBO E ARGENTO DI MONTE NARBA / in Sardegna ammiriamo un sito spettacolare

Già esplorata a metà Settecento da Carlo Gustavo Mandel, console di Svezia a Cagliari, la miniera...

I MURALES DEL BORGO DEI PESCATORI/ a Passoscuro i bellissimi murales resistenti alle tempeste

Le dune di Passo Oscuro sono un bellissimo ambiente dunale di circa tre chilometri, attraversato...

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA / 23 e 24 marzo apertura straordinaria di oltre 1.100 siti in 430 località d’Italia

Ultime news - unonotizie.it - Lo splendido paradosso della bellezza italiana è l’essere insieme...

ARCHEOMAFIE / patrimonio culturale e aggressione criminale: il fenomeno delle archeomafie

“Guardate la definizione che di Archeologo ed/od Archeologia fornisce la Treccani, come pure...