COMMEMORAZIONE 150 ANNI UNITÀ D'ITALIA /  mostra ''Spazio nel tempo'' per celebrazioni Unità d'Italia,  Castel Sant'Elia, ultime notizie Tuscia
- Ha riscosso un grande successo di partecipazione l'inaugurazione della mostra "Spazio nel tempo", tenutasi alla presenza del primo cittadino Rodolfo Mazzolini, dell'Arma locale di Castel Sant'Elia e di numerosi curisiosi che hanno assistito con gioia ed entusiasmo al taglio del nastro della temporanea.

La mostra "Spazio nel tempo" è parte integrante del progetto Memorie, la comunità castellese durante il Risorgimento: vicende, luoghi e personaggi, voluto e curato dall'amministrazione comunale per commemorare i 150 anni dell'Unità d'Italia.

"In occasione di una ricorrenza fondamentale per la nostra storia nazionale come il 150° anniversario dell’Unità d’Italia - spiega Rodolfo Mazzolini - si è pensato di proporre un progetto che possa coinvolgere tutta la cittadinanza del nostro piccolo comune con lo scopo di renderla partecipe e consapevole del proprio passato. Questo perché siamo profondamente convinti che la conoscenza delle nostre radici, l’immedesimazione in esse degli uomini contemporanei, il riconoscersi sentitamente nei luoghi e nelle persone della nostra storia recente, produce una spinta positiva che conduce verso una piena consapevolezza della propria identità. Pensiamo dunque che festeggiare tale evento non significhi solo e semplicemente dare la giusta commemorazione storica a un fatto importante, ma soprattutto tenere vivo in tutti un sentimento d’appartenenza fondamentale per mantenere nel tempo l’unione morale tra le persone, presupposto necessario all’unità nazionale".

La mostra d'arte (che può essere ammirata fino a domenica in via Umberto I°, n. 13) è divenuta realtà grazie alla impagabile collaborazione della cittadinanza castellese, che ha gentilemte concesso i preziosi cimeli, e alla sinergia di forze di alcuni castellesi che hanno svolto un'accurato lavoro di ricerca e selezione del materiale. Grazie all'apertura dell'archivio storico sono riusciti inoltre a risalire ai nomi dei componenti delle vecchie amministrazioni (dal 1861 in poi). Ma in mostra erano esposti anche alcuni strumenti per la scrittura, ritagli di giornali centenari, carte geografiche e molto altro. Insomma, un lavoro di ricerca lungo e minuzioso che ha saputo ripagare in termini di prestigio gli organizzatori e l'amministrazione, che, in tema di festeggiamenti, si sta adoperando per la realizzazione e il completamento del progetto Memorie.

"Tale progetto - conclude Mazzolini - nasce dall’idea di organizzare una manifestazione suggestiva che possa coinvolgere e attrarre spontaneamente tutti i residenti nel comune. È proprio sul fattore del fascino, dell’attrazione emotiva e della sensibilizzazione storica che punta il nostro progetto: i luoghi, i personaggi e gli episodi della comunità di Castel Sant’Elia verranno raccontati attraverso differenti linguaggi comunicativi capaci di raggiungere i sentimenti e la curiosità delle persone e di stimolare in esse un atteggiamento positivo nei confronti della storia e della memoria". Si tratta di spettacoli multimediali, narrazioni, musica dal vivo della banda comunale e Fanfara dei Bersaglieri e ricerche storiche d’archivio. Un complesso di iniziative che, per essere realizzate, necessitano di un sostegno importante da parte delle Istituzioni. Progetti come quelli che sostengono e promuovono la nostra cultura, e che rilanciano il comparto turistico nel suo complesso, non possono essere ignorati e accantonati. L'amministrazione sta lavorando in questa direzione per fa si che le Istituzioni aprano anche alle piccole comunità i finanziamenti utili alla realizzazione di tali progetti.

Alessandra Sorge

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Cultura

ETRUSCHI, MONTE DIO TINIA /a Tarchna e Viterbo (Surna) ammaliati da vento e fulmini

  […] All'improvviso appare ai nostri occhi uno dei più bei paesaggi che io abbia mai...

I Rinaldoniani progenitori degli Etruschi, se ne parla a Viterbo Sotterranea

Cosa avvenne nel remoto passato in quel territorio dell’Italia centrale che oggi chiamiamo...

ARCHEOLOGIA, TARQUINIA, SCAVI DI GRAVISCA / ricerche nello scavo di Gravisca tra le 10 importanti scoperte mondiali

Ultime news Tarquinia, archeologia e storia - UnoNotizie.it - Le ricerche nello scavo di Gravisca,...

TOSCANA, SOVANA / quest'anno un francobollo ricorda 1000 anni dalla nascita di Papa Gregorio VII

Un francobollo, nel 2020,  per il millesimo della nascita di San Gregorio VII Papa. La...

SAN VITO, MINIERA DI PIOMBO E ARGENTO DI MONTE NARBA / in Sardegna ammiriamo un sito spettacolare

Già esplorata a metà Settecento da Carlo Gustavo Mandel, console di Svezia a Cagliari, la miniera...

I MURALES DEL BORGO DEI PESCATORI/ a Passoscuro i bellissimi murales resistenti alle tempeste

Le dune di Passo Oscuro sono un bellissimo ambiente dunale di circa tre chilometri, attraversato...

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA / 23 e 24 marzo apertura straordinaria di oltre 1.100 siti in 430 località d’Italia

Ultime news - unonotizie.it - Lo splendido paradosso della bellezza italiana è l’essere insieme...

ARCHEOMAFIE / patrimonio culturale e aggressione criminale: il fenomeno delle archeomafie

“Guardate la definizione che di Archeologo ed/od Archeologia fornisce la Treccani, come pure...