Immigrazione Libia e Nord Africa, gli arrivi infiniti e la grave emergenza, ultime notizie 29 marzo 2011 -
Non si arrestano più gli sbarchi degli immigrati nord africani. La situazione è gravissima anche per le ripercussioni delle pessime condizioni igienico-sanitarie. Al momento sull'isola si trovano 6.200 migranti e il rischi epidemie sta diventando altissimo. La rabbia degli abitanti dell'isola è tanta e alcuni di loro hanno occupato la sala consiliare del comune. Troppo evidente l'impreparazione dell'Italia nell'affrontare un'emergenza che si sapeva in arrivo da tempo.

Emergenza immigrati da Libia e Nord-Africa a Lampedusa, ultime notizie 24 marzo 2011 -
La nave della Marina militare San Marco, con a bordo 550 immigrati provenienti dall'Isola di Lampedusa, è attraccata ad Augusta, in provincia di Siracusa. Una volta sbarcati i profughi saranno accolti presso il Villaggio della solidarietà di Mineo. Il numero totale degli immigrati portati via da Lampedusa nelle ultime ore è di 1.200.  Ma gli sbarchi continuano ininterrottamente e Lampedusa è al collasso, anche perché le risorse idriche sono ormai esaurite.

Sbarchi profughi Libia e Nord-Africa, ultime notizie Lampedusa, 23 marzo 2011 -
La situazione a Lampedusa questa notte è stata piuttosto calma e nessun barcone è approdato all'isola messa ormai a dura prova dal numero sempre crescente di immigrati. Nella giornata di ieri, il ministro dell'Interno Roberto Maroni ha incontrato i rappresentanti delle Regioni italiane per raggiungere un accordo relativo all'accoglienza dei profughi, il cui numero in costante aumento può raggiungere le cinquantamila unità. Al momento ne sono arrivati oltre 15 mila. Ogni regione accoglierà un certo numero di immigrati in base a un criterio proporzionale al numero di abitanti. Al momento per gestire la crisi immigrazione sono stati stanziati 30 milioni di euro provenienti dal rifinanziamento del fondo di Protezione civile.

Con la guerra in Libia aumenta immigrazione clandestini dalla Libia a Lampedusa, ultime notizie 22 marzo 2011 -
Nelle ultime ore sono arrivati a Lampedusa oltre 1.500 immigrati clandestini e l'isola, ormai  ne conta più di 5.000 in totale. Se gli sbarchi a Lampedusa continuano ormai senza sosta, i barconi con gli immigrati clandestini arrivano ormai anche sulle coste di Catania. Due imbarcazioni con 100 cittadini libici, (stremati da quanto accade nel loro paese), sono giunte vicino alle coste sicule durante la notte. Un primo barcone si è incagliato nei presti di Riposto e un secondo è stato avvistato al largo di Catania e poi scortato fino al porto della città.

A Lampedusa nella notte sono arrivati 450 immigrati provenienti dalla Libia e di questi 43, sfuggiti ai controlli, sono arrivati a terra e fermati dai carabinieri. Il commissario straordinario della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca, e il direttore generale Patrizia Ravaioli si sono recati sull'isola per monitorare la difficile situazione dovuta agli immigrati allo sbando senza assistenza e senza un minimo riparo. Ma l'installazione di una tendopoli è ancora a livello di proposta. Gli abitanti dell'isola, esasperati dall'enorme numero degli immigrati  e dalle pessime condizioni sanitarie conseguenti, sono furibondi e non vogliono grandi accampamenti che potrebbero danneggiare irreparabilmente la stagione turistica in arrivo.

Da quanto si può vedere sia gli immigrati che i cittadini di Lampedusa sono stati abbandonati dal governo Berlusconi. Andrebbe, invece, trovata una soluzione che possa garantire una dignitosa accoglienza agli immigrati salvaguardando il turismo dell'isola.

Commenti

..il problema dell´immigrazione deve essere risolto e gestito da tutti. Che noi possiamo fare da scalo ma che tutte le nazioni devono farsi carico di prendere una percentuale a testa di immigrati. Non possono sobbarcare solo a noi della situazione. Che ne dite http://dipen.de/sondaggi/gestire
commento inviato il 23/03/2011 alle 9:12 da christian  
qualche anno fa i libici sparavano sui nostri pescherecci quando essi varcavano le loro acque,ebbene spariamo anche noi,in fin dei conti sono pescherecci anche le loro imbarcazioni
commento inviato il 24/03/2011 alle 8:45 da elia   
RIGUARDO AGLI SBARCHI DI LAMPEDUSA DEI NOSTRI FRATELLI TUNISINI, EGIZIANI, E NORD AFRICANI, MI VENGONO IN MENTE LA MIA ESTRAZIONE CULTURALE E GLI ANNI TRASCORSI NEL SEMINARIO ARCIVESCOVILE DI COMO, PIAZZA ARMERINA E IN SEGUITO NELLA CHIESA EVANGELICA ALLO STUDIO DELLA BIBBIA E AL VOLONTARIATO SOCIALE ATTIVO SUL CAMPO.DA PECCATORE OGGI LONTANO DALLE CHIESE, VI CHIEDO DI APRIRE LE VOSTRE PORTE ALL´ACCOGLIENZA, NON C´E´ PIU´ TEMPO PER ASPETTARE L´AIUTO EUROPEO.A VOI CHE STATE CON L´ERMELLINO, IMMERSI DI ORO, ARGENTI, PREZIOSI, E OPERE D´ARTE INESTIMABILI, RIPETO LE PAROLE DELL´UOMO CHE IO HO STIMATO IL PAPA ´´GIOVANNI PAOLO II´´ APRITE, ANZI, SPALANCATE LE PORTE A CRISTO, BASTA PREDICHE, BASTA SOLO NELLA CITTA´ DI CATANIA POSSIAMO OSPITARE ALMENO DUEMILA PERSONE IN TUTTI GLI ISTITUTI VARI:DAI SALESIANI ALLE FIGLIE DI MARIA AUSILIATRICE, DAI CONVENTI ALLE VARIE CANONICHE DISMESSE, SARA´ UN SEG
commento inviato il 28/03/2011 alle 3:47 da CHRISTIAN PIETRASANTA  
La caduta del muro islamico è un segno positivo ,la caduta delle dittature che negavano : i principi fondamentali dell´uomo : la libertà di espressione , il diritto al lavoro , il diritto ad una casa ,ad un istruzione e un futuro per i giovani ... questa rivoluzione coraggiosa e positiva e da sostenere e da ammirare Ma è da condannare il falso aiuto delle nazioni nato interessate ai pozzi di petrolio per risollevare la loro economia in crisi ... E inoltre vorrei aggiungere che l´arrivo in massa nelle nostre coste di immigrati a fatto venire alla luce l´incapacità e la disorganizzazione del nostro governo .... Cari Ragazzi del nord Africa siete arrivati nel posto sbagliato da noi non esiste più la democrazia e più del 50 della popolazione sta progressivamente diventando povera , ditrutta da una classe politica corrotta e senza un´anima ... cercavate il Paradiso ma troverete un nuovo volto dell´inferno ....la falsa democrazia ...sarete dannati insiem
commento inviato il 28/03/2011 alle 2:57 da Rosario   
Aiuto Ma vi sentite quando parlate Siete sicuri di avere la testa a posto Secondo voi l´Italia può lasciare che gli islamici ci colonizzino per fare un favore a voi buonisti pazzoidi
commento inviato il 28/03/2011 alle 3:04 da chiara  
Gli Usa devono smetterla di fare i carabinieri del mondo, per dirla alla Ugo Chavez: de regreso a su casa yankee. @elia Difendiamo i cosiddetti ibelli che sono armati fino ai denti a casa loro, e poi spariamo su civili inermi quando giungono nelle nostre :D ah si che questa è umanità. E´ dallo scoppio della guerra in libia che molti, non sapendo dove andare, sono saliti su un barcone.
commento inviato il 29/03/2011 alle 6:22 da regixx  
add
add

Altre News Attualità

Mafia, Viterbo: incendiata auto del costruttore Domenico Merlani, spari su elicottero

La notizia che il Sindaco di Capodimonte a bordo di un velivolo leggero con altre 5 persone sia...

PALAZZO E VILLA FARNESE, CAPRAROLA: COSA VEDERE, VISITE GUIDATE EMOZIONALI

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

DOBBIAMO MOLLARE? /ultimo articolo su TarquiniaCittà di Luigi Daga. La mafia anche a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Tesori di Etruria: scopriamo il Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

Un taxi carico d'amore incontra la Viterbo Sotterranea

Viterbo, piazza della Morte è silenziosa e fin troppo tranquilla; poche persone passeggiano a...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...