CATENA UMANA PER FERMARE IL NUCLEARE. Borgo Sabotino (Latina), domenica iniziativa per sostenere il ''sì'' al referendum.
Ultime notizie Latina -
Domenica 17 aprile a Borgo Sabotino una catena umana circonderà la ex centrale atomica per chiedere di fermare il nucleare. L'iniziativa è indetta dal Comitato Pontino per i SÌ, con il Comitato Laziale “VOTA SÌ per fermare il nucleare”, nell'ambito della mobilitazione nazionale a sostegno del referendum che si terrà il 12 e 13 giugno.
Alle ore 9 partirà la biciclettata da Piazza del Popolo a Latina che raggiungerà alle ore 10 i partecipanti presso il piazzale di Foce Verde, sul Lido di Latina.

La mobilitazione internazionale in memoria del disastro di Chernobyl del 26 aprile del 1986, promossa ormai da diversi anni dall'organizzazione francese Sortir du Nuclèaire, in questi giorni è drammaticamente attuale alla luce dell'incidente nella centrale nucleare di Fukushima in Giappone, la cui gravità è stata elevata al grado 7, il massimo, della scala internazionale INES, raggiunto fino ad oggi solo dall'incidente della centrale della ex Unione Sovietica.

Il programma della manifestazione prevede la partenza alle ore 9 di una biciclettata da Piazza del Popolo che raggiungerà alle ore 10 i partecipanti presso il piazzale di Foce Verde, sul Lido di Latina. Una lunga catena umana circonderà la centrale nucleare di Borgo Sabotino, lungo i 6 chilometri del perimetro.

Obiettivo della manifestazione è creare attenzione nella popolazione sia sulla scadenza referendaria di giugno sia sulla questione della costruzione del deposito nucleare, del futuro rientro del materiale fissile dalla Scozia e sull'inevitabile allungamento dei tempi di chiusura ed aggravamento della procedura di decommissioning della centrale, il cui termine si profila sempre più un'incognita con cui anche le future generazioni di cittadini dovranno fare i conti.

La scelta dell’atomo continua ad essere rischiosa. Anche per i reattori di terza generazione EPR attualmente in costruzione sono emersi gravi problemi di sicurezza, denunciati a novembre 2009 le Agenzie di Sicurezza di Francia, Regno Unito e Finlandia. Senza considerare che non è stato ancora risolto il problema delle scorie.
Il nucleare non serve all’Italia. Il Paese ha una potenza elettrica installata di più di 100.000 megawatt, mentre il picco di consumi oggi non supera i 57.000 megawatt. Inoltre il nucleare non ridurrebbe la nostra dipendenza energetica dall’estero.
L’energia nucleare è infine costosa e controproducente per le tasche dei cittadini e per l’economia del Paese. Per tornare all’atomo bisognerebbe ricorrere a fondi pubblici e garanzie statali, quindi alle tasse e alle bollette pagate dai cittadini. Tutte risorse importanti sottratte ai finanziamenti per la ricerca, per l’innovazione tecnologica, alla diffusione dell’efficienza energetica e le energie rinnovabili.

Informazioni e contatti
Comitato Laziale “VOTA SÌ per fermare il nucleare”
Email: fermiamoilnucleare.lazio@gmail.com

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Mafia, Viterbo: incendiata auto del costruttore Merlani, spari su elicottero. Interviene Ciambella

La notizia che il Sindaco di Capodimonte a bordo di un velivolo leggero con altre 5 persone sia...

DOBBIAMO MOLLARE? /ultimo articolo su TarquiniaCittà di Luigi Daga. La mafia anche a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Tesori di Etruria: scopriamo il Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

PALAZZO E VILLA FARNESE A CAPRAROLA, COSA VEDERE, VISITE GUIDATE ED INFO

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

Un taxi carico d'amore incontra la Viterbo Sotterranea

Viterbo, piazza della Morte è silenziosa e fin troppo tranquilla; poche persone passeggiano a...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...