La Passione di Cristo rivive nelle strade e nei borghi di Castel Sant'Elia. Un appuntamento di fede e spiritualità che la collettività castellese ha ritrovato dopo diversi anni, e che con grande entusiasmo ha rivissuto in occasione del venerdì santo. 

Un nutrito corteo di figuranti ha attraversato il centro cittadino accompagnato dalle preghiere dei fedeli, e la rappresentazione della passione di Gesù si è imposta solenne al centro della funzione liturgica. 


I costumi d'epoca, i figuranti, le veroniche in processione hanno reso l'ambientazione unica. Poi c'era il Cristo, con la sua pesante croce, e i soldati, che lo schernivano e lo deridevano, incuranti del pianto disperato di Maria addolorata.


Sarà forse perchè la rappresentazione della passione è mancata per alcuni anni a Castel Sant'Elia, e vivida era la nostalgia dei paesani, che numerosi sono stati i partecipanti. Il sindaco Rodolfo Mazzolini, la giunta, i rappresentanti delle forze dell’ordine hanno presenziato la solenne processione assieme a padre Riccardo e padre Adamo, della congregazione dei padri Micaeliti del santuario Maria Santissima Ad Rupes, alla banda, alle confraternite dei Santi protettori e della Madonna di Loreto, il cui supporto è instancabile negli anni.


Appassionante e ricca di pathos, la rievocazione della passione di nostro Signore è un appuntamento che la collettività ha riscoperto con vivo trasporto, e che è stata resa possibile grazie al fattivo contributo della famiglia Moretti che, negli anni, ha curato e sostenuto la manifestazione in molti suoi aspetti.

 

La Liturgia della Passione rappresenta il momento culminante della storia della salvezza, in cui Cristo consegna lo Spirito e attua il mistero della Redenzione. E' un momento di grande importanza per la cristianità e la sua rappresentazione ne è, senza dubbio, la manifestazione più vivida.

Alessandra Sorge

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

“Carabinieri: storie di uomini stra..ordinari”, presentato volume a Viterbo

“Carabinieri: storie di uomini stra..ordinari”, è il titolo del libro scritto da...

Mafia, Viterbo "casa nostra": festa ai nuovi 300 detenuti. Fuochi artificiali fuori dal carcere

La Macchina di Santa Rosa quest’anno non ha avuto luogo e, di conseguenza, neanche i fuochi di...

A Viterbo Sotterranea un' esposizione sull'Arma dei Carabinieri ed un nuovo libro

“Carabinieri: storie di uomini stra..ordinari”, è il titolo di un' esposizione di cimeli...

DOBBIAMO MOLLARE? /ultime riflessioni su TarquiniaCittà di Luigi Daga. Parla anche di mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

LA MAFIA CHE AVANZA / ad Ostia, Tarquinia, Montalto di Castro e Viterbo pericoloso riciclaggio di denaro

Ultime news - Unonotizie.it - Le infiltrazioni mafiose nel Lazio sono un fenomeno in continua...

Mafia, Viterbo: incendiata auto del costruttore Domenico Merlani, spari su elicottero

La notizia che il Sindaco di Capodimonte a bordo di un velivolo leggero con altre 5 persone sia...

PALAZZO E VILLA FARNESE, CAPRAROLA: COSA VEDERE, VISITE GUIDATE EMOZIONALI

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

Tesori di Etruria: scopriamo il Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...