Bolsena, ultime news Turismo - La tradizionale infiorata che ogni anno si ripete a Bolsena in occasione della festa del Corpus Domini è legata all’evento che rese celebre Bolsena nel mondo: Il MIRACOLO DELL’EUCARESTIA, ricordato e venerato come il prodigio eucaristico per eccellenza, avvenuto  sull’Altare delle “Quattro Colonne” quando nel 1263 Pietro da Praga, un sacerdote boemo diretto a Roma e percorrente l’antica Via Francigena, si fermò a celebrare la Messa nella Cappella di Santa Cristina nella Basilica che porta il  nome della Martire.

Risale al 6 giugno 1811 l’usanza permanente di condurre in Processione Eucaristica  la “Sacra Pietra”, uno dei quattro marmi macchiati di sangue miracoloso fuoriuscito dall’ostia e dal calice  al momento della  Consacrazione  durante la suddetta Messa. Il giorno del Corpus Domini (a Bolsena e Orvieto festeggiato la domenica) “La Sacra Pietra”, visibile all’interno di un prezioso reliquario mobile,  e il S.S. Sacramento  vengono  trasportati  dalla Basilica di Santa Cristina alla Chiesa di San Salvatore lungo le strade  “infiorate”del centro storico, per poi ritornare in Basilica.  

Da allora Bolsena celebra solennemente con l’Infiorata la Festa del Corpus Domini, mantenendo viva quella fede e quello slancio di giubilo esteriore che la caratterizzano da sempre. Si veste  infatti di un “tappeto di fiori” che affascina e mostra le sue tradizioni più vere, immortalate nelle bellissime foto d’epoca e più recenti, in Mostra presso la Sala Esposizioni attigua all’Ufficio Informazioni . Piazza Matteotti, da oggi con orario 9,30-12,30 16,30-19,30.

Le foto esposte rappresentano una testimonianza non solo di tradizione religiosa e folclore  ma anche di  evoluzione tecnica e compositiva nelle realizzazioni  artistiche floreali, di bellezze architettoniche e  scorci suggestivi  del centro storico  addobbato a festa, di attimi di  intensa laboriosità creativa da parte dei vari “infioratori”  e  di  stupore da parte dei tanti visitatori  che,  come “pellegrini” provenienti da ogni parte del mondo lungo il percorso  dell’Antica Via Francigena, partecipano a questo spettacolo “unico” che merita di essere visto perché coinvolgente. Tante infatti le persone che pazientemente osservano, scattano foto-ricordo ancor prima di vedere il prodotto della loro curiosità realizzato, domandano qual è la provenienza  o il nome di tanti fiori di cui apprezzano gli accostamenti di colore e soprattutto i profumi.

Le foto mostrano come, giorni prima, gli abitanti di Bolsena cominciano la raccolta (sulle colline, nei giardini, vicino al lago) e la preparazione  (lo “sfogliare”) dei fiori : ginestre, fiordalisi, papaveri, acacia,rose , “fojone”(semi di una pianta che nasce nei terreni un pò incolti), veccia, ortensie (di cui Bolsena è ricca), calendule, ecc., ma anche, ultimamente la ricerca di qualche prodotto naturale che “assomigli” a quel “qualcosa “ che si vuole realizzare .
La tradizionale infiorata è composta da suggestivi e spesso, dove lo spazio lo permette, laboriosi disegni artistici floreali egregiamente  realizzati da cittadini  di tutte le età, distinti ormai in competenti gruppi di “Infioratori”. I disegni generalmente rappresentano scene religiose o di attualità, simboli, figure geometriche, immagini liberamente tratte da dipinti famosi.

La tecnica di realizzazione consiste nell’eseguire il disegno su carta (bozzetto) o direttamente sul lastricato; successivamente  coprirne i contorni con un impasto di segatura tinta con ossido nero, oppure con la torba o con i fondi di caffè; dopo di che deporre i petali dei fiori  o foglie negli spazi del disegno solitamente posizionandoli “petalo su petalo” ; mantenerli umidi bagnandoli frequentemente con acqua; infine riempire i restanti  spazi con altri materiali naturali: semi di vario genere, cortecce, sassolini ecc
La Mostra è anche una occasione per gli amanti della fotografia di ammirare, esposte in un apposito pannello, le foto “vincitrici” del CONCORSO FOTOGRAFICO “Opera dei Fiori” e di partecipare al prossimo CONCORSO, bandito anche quest’anno dalla stessa Associazione. I vincitori verranno premiati il giorno 9 luglio presso l’Auditorium comunale di Bolsena, Piazza Matteotti.
Il Sindaco di Bolsena, Paolo Dottarelli, e l’Amministrazione tutta danno il benvenuto a coloro che visiteranno la mostra e ringraziano calorosamente i turisti che  hanno già avuto modo di vederla e lasciare i loro apprezzamenti.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Turismo

COSA VEDERE A VITERBO/ visita guidata all'ammaliante Museo dei Cavalieri Templari

Ultime news - UnoNotizie.it - Tutti i giorni, lo staff di Tesori d’ Etruria è pronto ad...

GUIDA TURISTICA PALAZZO FARNESE, CAPRAROLA / visite guidate nell'antico giardino di Palazzo Farnese

Ultime news visite guidate Palazzo Farnese di Caprarola - UnoNotizie.it - Grazie agli affascinanti...

Viterbo, riapre il Parco di Villa Lante a Bagnaia

Sabato 23 aprile, alle ore 11,30, alla presenza del Direttore Regionale Musei Lazio Stefano...

CASTIGLIONE IN TEVERINA, LA CITTA' DEL VINO / a spasso nel delizioso borgo della Tuscia

Il caratteristico borgo di Castiglione in Teverina, in Provincia di Viterbo, è stato...

Viterbo, per San Valentino emozione sotterranea nel cuore della città

VITERBO – Anche quest'anno, il 14 febbraio, giorno di San Valentino, Tesori d’ Etruria propone...

L'altare prima del trono: nella caratteristica Sovana nacque Ildebrando, Papa Gregorio VII

L'altare prima del trono: a Sovana Gregorio VII, il Papa che cambiò il corso della storia...

Viterbo, visite guidate. Cosa vedere con le guide turistiche percorrendo “VITERBO SOTTOSOPRA”

Rilancio del turismo e nuove idee che possano contribuire fattivamente a questo obiettivo. Nella...

TURISMO, MAREMMA: VISITE GUIDATE / alla scoperta di Sorano, la Matera Toscana

Ultime news - Unonotizie.it - Sorano è un caratteristico comune della provincia di Grosseto,...