Cuneo, 14 Settembre - Forum Internazionale Greenaccord, ultime notizie  – Ci troviamo nel mezzo di una crisi economica globale che mette in luce la fragilità dei meccanismi finanziari in una economia eccessivamente orientata alla speculazione che ignora la concretezza delle sue basi: la disponibilità delle risorse naturali e la diffusione del benessere a tutti i membri di una umanità che ha ormai raggiunto i 7 miliardi di individui.

La tempistica della crisi economica coincide con le previsioni che da oltre 40 anni gli esperti fanno sulla disponibilità di risorse naturali e sulle crisi degli ecosistemi. Tutto induce a pensare che l’umanità sia di fronte alla necessità di un punto di svolta epocale senza avere strumenti politici ed economici adeguati. Nasce allora il bisogno di pensare a forme di partecipazione più ampia e diretta alle decisioni.

Non solo Tunisia, Egitto, Libia, Siria. La battaglia per dare maggiore potere decisionale ai cittadini non riguarda solo gli Stati impegnati a costruire regimi democratici. Anche nelle democrazie occidentali consolidate, tra esperti e opinion maker ci si interroga sugli strumenti migliori per dare reale peso all’opinione pubblica mondiale nelle grandi scelte strategiche. E il tema delle politiche necessarie a ridurre l’impatto umano sugli ecosistemi terrestri e costruire un sistema economico equo e sostenibile è già uno degli argomenti caldi dell’agenda internazionale.

Questi temi saranno il perno attorno al quale si svilupperanno i quattro giorni di relazioni del IX Forum Internazionale dell’Informazione ambientale “People building future: media, democrazia e sostenibilità”, che anche quest’anno l’associazione Greenaccord Onlus organizza a Cuneo, Alba e Saluzzo dal 19 al 22 Ottobre prossimi.
 
Aspetto caratterizzante del Forum, che si rinnova da nove anni, è quello di avere, tra il pubblico, oltre cento giornalisti provenienti da tutto il mondo. Saranno infatti loro i primi a dover comunicare i temi ambientali alle loro rispettive opinioni pubbliche. Una tappa irrinunciabile per poter trasformare le preoccupazioni degli esperti in politiche pubbliche concrete a salvaguardia della natura.
 
Se tra il pubblico saranno oltre un centinaio gli opinion maker presenti, sul palco, nei quattro giorni di convegno, si daranno il cambio quindici relatori - economisti, politici esteri, filosofi, giornalisti, sociologi, scrittori - che analizzeranno i modi per coinvolgere i cittadini nella gestione dei beni comuni e per introdurre forme di partecipazione sostanziale che superino i difetti dell’attuale modello di democrazia rappresentativa. Con relazioni teoriche e con esempi pratici di esperienze virtuose già sperimentate in giro per il mondo.
 
Ad aprire i lavori, la lectio magistralis di Roberto Kreimerman, ministro dell'Industria, delle Energia e delle Miniere dell'Uruguay. Poi, nomi del calibro di Vandana Shiva, vincitrice del Right Livelihood Award e vicepresidente di Slow Food; Euclide Mance, filosofo brasiliano e fondatore del World Social Forum; Stefano Zamagni, economista all’università di Bologna, presidente dell’Agenzia per le Onlus e consultore di Papa Benedetto XVI; Robert Engelman, direttore esecutivo del World Watch Institute; Ignacio Ramonet, direttore emerito di Le Monde Diplomatique e Belkacem Mostefaoui, Sociologo, professore all'Università di Algeri (Marocco).

I lavori del Forum saranno ospitati nel Centro incontri della Provincia di Cuneo, nel Centro Ricerche Ferrero “La Filanda” di Alba e nell’antico palazzo comunale di Saluzzo. Durante il Forum sarà conferito l’International Greenaccord Media Award, che quest’anno vedrà premiata una testata africana che, nel corso dell’anno, si è maggiormente distinta nella originalità e continuità della trattazione delle tematiche ambientali.

Il programma completo del IX International Media Forum per la Salvaguardia della Natura è disponibile sul sito www.greenaccord.org. Sarà possibile seguirlo su internet, in diretta streaming, sul sito www.greenaccord.org
 

Fonte: Angelo Sferrazza 
Greenaccord Press Office



Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Il libro di Antonello Durante per capire il Green New Deal

Il Gruppo Albatros il Filo ha pubblicato per la collana Nuove Voci I Saggi, un agile volume di 110...

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...