Ultime notizie TORINO - Alla prossima assemblea nazionale di Per il Bene Comune (Torino, 8-9 ottobre), il coordinamento nazionale proporrà la nascita del  Movimento Politico Rivoluzionario "Per Il Bene Comune".


Rivoluzionario nei metodi. Ci presenteremo alle elezioni, locali e nazionali, ma seguendo nuove regole. Il 90% delle nostre liste sarà formato da candidati indipendenti, perché apriremo le candidature a tutti coloro che vorranno dare un contributo alla politica, senza vincoli di adesione a partiti o movimenti politici. Il restante 10% sarà formato da aderenti al movimento. Chiunque potrà auto-candidarsi e tutti avranno le stesse possibilità, perché i candidati saranno estratti a sorte e l'ordine in lista sarà casuale.

Pari opportunità e diritti. Nessuno prevarrà sugli altri spendendo capitali in propaganda o tessendo amicizie influenti. Nessuna lobby potrà influenzare l'elezione, perché l'estrazione casuale toglierà ai mercanti di voti il loro potere di ingerenza. Solo il capolista sarà eletto, tra gli aderenti, con metodi di democrazia diretta.

Se la nostra proposta passerà, per la prima volta nella storia della Repubblica avremmo liste elettorali di cittadini liberi e indipendenti, da contrapporre alle pedine nominate e manovrate dai partiti.

Rivoluzionario nei contenuti. Liberi dall'influenza delle lobby, continueremo ad affrontare temi quali la sovranità monetaria, il diritto alla dignità economica e sociale, il diritto all'autodeterminazione dei popoli, la pace e molti altri che i politici dell'affarismo hanno messo da tempo nella lista degli argomenti da evitare.

Rivoluzionario negli obiettivi. Formando liste di cittadini che lavorino per tutti cittadini, potremo dare sovranità al popolo, l'esatto opposto di ciò che vuole l'oligarchia al potere. Se riuscissimo nel nostro intento, finalmente potremmo utilizzare le risorse pubbliche per il bene comune, invece di alimentare i privilegi di pochi. Introdurre il reddito minimo per dare dignità economica ai più poveri, in modo che nessuno sia costretto a mendicare, invece di garantire entrate da nababbi a un manipolo di ricchi influenti. Realizzare opere utili, invece delle cattedrali nel deserto. Lavorare per la sicurezza dei cittadini, invece di attendere con allegria le alluvioni e i terremoti per aumentare il PIL e gli affari di personaggi senza scrupoli.

Rivoluzione: svolta delle condizioni politiche, economiche e sociali del Paese. Democratica, perché diretta alla sovranità popolare. Per il bene comune, perché nell'interesse della comunità.

La nostra rivoluzione inizia adesso: quinta assemblea nazionale Per il Bene Comune, Torino, 8-9 ottobre 2011. Tutti possono partecipare, come aderenti o come ospiti. Partecipa anche tu! In sede o in Internet, seguendo la diretta nel nostro sito.

Per ulteriori informazioni: info@perilbenecomune.net

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Mafia, Viterbo: incendiata auto del costruttore Domenico Merlani, spari su elicottero

La notizia che il Sindaco di Capodimonte a bordo di un velivolo leggero con altre 5 persone sia...

PALAZZO E VILLA FARNESE, CAPRAROLA: COSA VEDERE, VISITE GUIDATE EMOZIONALI

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

DOBBIAMO MOLLARE? /ultimo articolo su TarquiniaCittà di Luigi Daga. La mafia anche a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Tesori di Etruria: scopriamo il Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

Un taxi carico d'amore incontra la Viterbo Sotterranea

Viterbo, piazza della Morte è silenziosa e fin troppo tranquilla; poche persone passeggiano a...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...