“L’invasione dei fiori di loto che minaccia di soffocare il Lago di Nemi può essere fermata solo ricorrendo allo sradicamento delle piante, dragando la porzione di lago interessata. Si tratta di un intervento non complesso ma certamente impegnativo, che va condotto con meticolosità, poiché queste piante hanno la capacità di rigenerarsi anche a partire da piccoli frammenti”. È quanto dichiara in una nota Andrea Tupac Mollica, Coordinatore dei Verdi dei Castelli Romani.

“Abbiamo sollecitato ai nostri tecnici - spiega Mollica - l’individuazione della migliore soluzione possibile e la risposta che abbiamo ottenuto è chiara: l’eventuale lotta chimica a questa specie vegetale, data la sua eccezionale tenacia, richiederebbe il ricorso a una quantità spropositata di agente diserbante, tale da avvelenare il lago e la sua fauna”.

“Purtroppo - continua il Coordinatore dei Verdi castellani - a quanto ci risulta, non esiste neanche un adeguato fitofago, un antagonista biologico, in grado di eliminare queste piante belle a vedersi, ma perniciose per i bacini lacustri”.

“Questo episodio apparentemente di scarsa importanza - conclude Mollica - evidenzia con chiarezza allarmante quanto sia fragile e prezioso l’ecosistema del nostro territorio e come siano necessari controlli puntuali e rigorosi per preservarlo. La responsabilità nella conservazione del territorio spetta alle istituzioni preposte, certo, ma anche la popolazione residente deve saper fare la sua parte e adottare comportamenti virtuosi ed accorti, se non vogliamo rischiare di rovinare in poco tempo ciò che la natura generosamente ha donato a noi castellani”.

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Ambiente

Italia Nostra Castelli Romani: continuano speculazioni urbanistiche

  E’ il consumo di suolo l’emergenza costante contro la quale Italia Nostra...

Italia Nostra Latina difende la costa da Torre Astura al Circeo

Tutela della costa e dei corsi d’acqua e la lotta per il contrasto al consumo di suolo, ma...

Italia Nostra Etruria: Mega impianti e polo energetico minaccie a territorio ricco di biodiversità e archeologia

Etruria, un paesaggio unico, in costante allerta per le minacce che provengono da grandi impianti...

Italia Nostra Aniene e Monti Lucretili: territori in forte pericolo

Luci ed ombre del territorio della Valle dell’Aniene emergono da un colloquio con il professor...

Italia Nostra, la Torre di Palidoro nella Giornata Virtuale Beni in Pericolo

La Torre di Palidoro, teatro del sacrificio di Salvo D’Acquisto entra a pieno titolo nei...

Silvia Blasi (M5S), comune di Viterbo miope: ricorso al TAR su vincolo Soprintendenza

Un anno fa circa è stato posto dalla Soprintendenza un vincolo su 1600 ettari nella zona di...

EARTH DAY 2020: NELL'ODIERNA GIORNATA DELLA TERRA. DIECI TESI E UN'APPENDICE

"Non far nulla con violenza" (Diels-Kranz, I presocratici. Testimonianze e frammenti, 10,...

GREENPEACE, CORONAVIRUS. EVITARE PANDEMIE: STOP FONDI PUBBLICI PER AGRICOLTURA INTENSIVA

ROMA, 17.04.2020 - Greenpeace, ultime news Coronavirus - Per ridurre il rischio di future...