INDIGNATI A ROMA, PROSTITUITI IN FABBRICA?  non il modo corretto per mirare al cambiamento.
Ultime notizie  -  Nell’appello dobbiamofermarli (per l’assemblea del 1° ottobre a Roma e la mobilitazione “indignados” del 15) sin dal primo rigo si riparte dagli operai di Pomigliano e Mirafiori che, con studenti, precari e coloro che lottano per la casa, le donne, il popolo dell’acqua bene comune, i movimenti civili e democratici ecc. trascinano la mobilitazione del cosiddetto “vento nuovo per cambiare le cose”, mentre negli ambienti della cosiddetta sinistra si leva da tempo la unanime e “formalistica” condanna del piano-Marchionne, e tra i maggiori sponsor firmatari dell’appello vi è la Fiom con molti esponenti “di punta”.


Ciò nonostante lo scorso 21 settembre, la Lear ha incassato, il “SI” determinante della Fiom quale unico sindacato confederale presente nella RSU di fabbrica che ha sottoscritto insieme a Fim-Uilm-Fismic l’accordo-quadro per lo stabilimento di Caivano (nelle elezioni dello scorso aprile questi ultimi sindacati non hanno ottenuto seggi ed hanno avuto seggi solo Slai cobas e Fiom): un accordo-capestro, fotocopia del piano-Marchionne e dettato dalla Fiat in cambio delle commesse dei sedili della nuova Panda, con cui la multinazionale Lear (una delle più grandi dell’indotto dell’auto e leader mondiale delle forniture di sedili, impianti elettrici e componentistica con 92.000 addetti distribuiti in 35 fabbriche del mondo di cui 6 in Italia: Caivano, Cassino, Grugliasco, Melfi, Posso d’Adda e Termini Imerese) oggi scende in campo a fianco della Fiat come “testa d’ariete” per far passare il piano-Marchionne nelle fabbriche dell’indotto dell’auto.

Continuare a “indignarsi” nelle manifestazioni e, nello stesso tempo, a prostituirsi in fabbrica (qualcuno ricorda la new strategy della Fiom, quella di “arrendersi per legittima difesa” votando “SI” al referendum all’ex Bertone di Grugliasco?) non aiuta certo a far levare l’auspicato vento di cambiamento ma certamente l’inquina.


Slai cobas Fiat Alfa Romeo e terziarizzate - Pomigliano d’Arco,
Coordinamento nazionale Slai Cobas

Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

DOBBIAMO MOLLARE ? /l'ultimo articolo su Tarquinia Città di Luigi Daga. Parla anche della mafia a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...

TERREMOTO OGGI, VITERBO: 17 SCOSSE DI TERREMOTO FRA LAZIO ED UMBRIA

Numerose scosse di terremoto oggi tra le provincie di Viterbo e Terni a cavallo tra alto Lazio ed...

Italia Nostra Etruria: su completamento SS 675 decisivo solo parere Corte di Giustizia Unione Europea

Non siamo appassionati delle corse della politica ad accreditarsi meriti spesso poco reali sui...

Viterbo, terremoto oggi: scossa di terremoto ad Arlena di Castro

Lazio, ultime notizie Tuscia: scossa di terremoto di oggi in provincia di Viterbo. Un...

RICORDIAMO PEPPINO IMPASTATO NELL' ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre l'anniversario della morte di Peppino Impastato, assassinato dalla mafia il 9 maggio...