Wikipedia contro la legge bavaglio dell'informazione, ultime notizie Italia -
Per la prima volta nella storia di Internet, un intero sito si auto-oscura per protestare contro una legge che vuole mettere il bavaglio alla libera informazione. E non stiamo parlando di un sito qualunque, bensì di Wikipedia, edizione italiana, che contesta senza mezzi termini e mezze misure il ddl intercettazioni.


Wikipedia, l'enciclopedia libera del Web, immenso pozzo di conoscenza umana, ha difatti bloccato, martedì 4 ottobre alle ore 20.00, la consultazione delle oltre 845.000 voci. A disposizione degli internauti, soltanto una pagina in cui vengono dettagliatamente spiegate le motivazioni di una scelta tanto drastica. A scatenare la protesta di Wikipedia è il comma 29 del disegno di legge in discussione alla Camera. Il comma in questione prevede l'obbligo di rettifica entro 48 ore per i siti d'informazione non giornalistici. "Pubblicare fra i nostri contenuti le smentite previste dal comma 29, senza poter addirittura entrare nel merito delle stesse e a prescindere da qualsiasi verifica, costituisce per Wikipedia una inaccettabile limitazione della propria libertà e indipendenza", fa sapere la comunità che gestisce l'enciclopedia. "Tale limitazione - continua l'annuncio su Wikipedia Italia - snatura i principi alla base dell'Enciclopedia libera e ne paralizza la modalità orizzontale di accesso e contributo, ponendo di fatto fine alla sua esistenza come l'abbiamo conosciuta fino a oggi".

Nella pagina di Wikipedia viene citato al completo Il Disegno di legge - Norme in materia di intercettazioni telefoniche etc., p. 24, alla lettera a) del comma 29, che recita:

"Per i siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono".

A questo punto non si riescono a prevedere i possibili sviluppi della protesta, ma Roberto Cassinelli, deputato del Pdl, ha proposto un emendamento, che prevede l'obbligo di rettifica soltanto per i siti giornalistici regolarmente registrati presso la cancelleria di un tribunale. Diversamente dalle testate giornalistiche registrate, il termine avverrebbe dopo dieci giorni dal momento dell'arrivo della richiesta di rettifica.

Per approfondimenti e novità sull'oscuramento di Wikipedia Italia:
it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Comunicato_4_ottobre_2011




Commenti

  nessun commento...
add
add

Altre News Attualità

Mafia, Viterbo: incendiata auto del costruttore Domenico Merlani, spari su elicottero

La notizia che il Sindaco di Capodimonte a bordo di un velivolo leggero con altre 5 persone sia...

PALAZZO E VILLA FARNESE, CAPRAROLA: COSA VEDERE, VISITE GUIDATE EMOZIONALI

Nell’epoca del “coronavirus” tutto è pronto per accogliere in assoluta sicurezza i tanti...

DOBBIAMO MOLLARE? /ultimo articolo su TarquiniaCittà di Luigi Daga. La mafia anche a Tuscania

A seguire l'articolo scritto 11 anni fa da Luigi Daga sul giornale Tarquinia...

Tesori di Etruria: scopriamo il Geoparco degli Etruschi

Forse gli abitanti locali neppure ne sono a conoscenza, ma l'Etruria è finalmente destinata ad...

Un taxi carico d'amore incontra la Viterbo Sotterranea

Viterbo, piazza della Morte è silenziosa e fin troppo tranquilla; poche persone passeggiano a...

Davi Wornel: nasce accattivante linea di profumi ricchi di Feromoni

Davi ha scoperto sulla propria pelle la forza dei feromoni, l’artista sostiene che la cosa...

TAKEAPIC 2020, concorso fotografico gratuito sulla Tuscia Viterbese

Aperte le iscrizioni a TAKEAPIC, il contest fotografico gratuito a tema che si svolgerà a Viterbo...

Regione Lazio, PTPR: aree di pregio e rischio cemento

Nella foto Castel di Tora e il lago di Turano situati nella regione Lazio, in provincia di RietiPer...